CAMPIONATI EUROPEI ASSOLUTI NOVI SAD 2018 MEDAGLIA DI BRONZO PER I DUE SICILIANI MARCO FICHERA E ENRICO GAROZZO NELLA GARA DI SPADA A SQUADRE

CAMPIONATI EUROPEI ASSOLUTI NOVI SAD 2018
QUINTA GIORNATA
MEDAGLIA DI BRONZO PER I DUE SICILIANI MARCO FICHERA E ENRICO GAROZZO NELLA GARA DI SPADA A SQUADRE

NOVI SAD – Bronzo per i siciliani. Marco Fichera e Enrico Garozzo conquistano la medaglia di bronzo nella gara di spada a squadre. E sono ancora i siciliani ad essere protagonisti tra gli azzurri.
L’Italia conquista due medaglie nella quinta giornata di gare ai Campionati Europei Novi Sad2018 e porta a quota sette il bottino complessivo (oltre al Bronzo dalla spada maschile arriva l’Oro dal fioretto femminile).
La prima ad arrivare è quella di bronzo vinta dagli azzurri di spada maschile che superano 45-29 la Svizzera nella finale con in palio il terzo gradino del podio.
La medaglia di bronzo nella spada maschile migliora l’opaca prestazione (settimo posto) della scorsa edizione e giunge al termine di una giornata in cui la squadra azzurra ha saputo esprimersi, per larghi tratti, al meglio del proprio potenziale. Marco Fichera, Gabriele Cimini, Enrico Garozzo ed Andrea Santarelli dopo aver sconfitto la Polonia per 20-18 nel primo match di giornata e dopo aver superato l’Ucraina, ai quarti, per 16-15, al termine di un match vietato ai deboli di cuore, sono stati fermati per 45-40 dalla Russia in semifinale.
 
CAMPIONATI EUROPEI NOVI SAD2018 – SPADA MASCHILE – SQUADRE – Novi Sad, 20 giugno 2018
Finale
Francia – Russia 45-34

Finale 3°-4° posto
ITALIA b. Svizzera 45-29

Semifinali
Francia b. Svizzera 45-27
Russia b. ITALIA 45-40

Quarti
Francia b. Estonia 45-29
Svizzera b. Ungheria 42-34
ITALIA b. Ucraina 16-15
Russia b. Israele 45-36

Tabellone dei 16
ITALIA b. Polonia 20-18

Classifica (20): 3. ITALIA, 4. Svizzera, 5. Ucraina, 6. Estonia, 7. Ungheria, 8. Israele

ITALIA: Enrico Garozzo, Marco Fichera, Andrea Santarelli, Gabriele Cimini
 
Enrico Garozzo: “E’ una medaglia importantissima, ci da tranquillità in preparazione del Mondiale. Personalmente ritengo che questa medaglia sia arrivata in un momento un pò complicato, e per questo, ci voleva soprattutto dopo la prestazione ottima dell’intera squadra. I ragazzi sono stati fantastici, hanno tirato benissimo. Dedico la medaglia…non a Paolo Pizzo che non se la merita (ride, ) ma sua figlia Elena”.

Marco Fichera: “La chiusura é un ruolo sempre difficile, in qualunque momento ti trovi. Certo se ci ritroviamo in vantaggio di 11 stoccate ha una valenza diversa, ma serve salire in pedana sempre con concentrazione. Sono contento di aver approcciato tutti i match che mi hanno coinvolto oggi bene. Sono contento di essere uscito da un periodo difficile. Resta il rammarico per l’assalto contro la Russia. potevamo fare di più, eravamo ad un passo dal recuperare”.

Visite: 236

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI