CAMERATA POLIFONICA SICILIANA EPIFANIO COMIS PIANO MASTERCLASS In scena cinque talentuosi pianisti di nuova generazione pluripremiati in prestigiose competizioni

CAMERATA POLIFONICA SICILIANA
EPIFANIO COMIS PIANO MASTERCLASS
In scena cinque talentuosi pianisti di nuova
generazione pluripremiati in prestigiose competizioni
Concerto finale della Masterclass di Alto perfezionamento pianistico tenuta da
Epifanio Comis, pianista, didatta e direttore artistico di fama internazionale, organizzato in collaborazione con la Rachmaninov Society Italia
e Non Solo Classica International
Catania, Chiesa della Badia di Sant’Agata, domenica 29 aprile, ore 17.30
Ingresso: € 8

Cinque dei più talentuosi pianisti di nuova generazione si esibiranno domenica 29 aprile alle ore 17.30 alla Chiesa della Badia di Sant’Agata di Catania, in occasione dell’evento conclusivo della Masterclass di Alto perfezionamento pianistico tenuto dal M° Epifanio Comis, il pianista e direttore d’orchestra catanese riconosciuto in ambito internazionale, da sempre impegnato nella valorizzazione di giovani talenti vincitori delle più importanti competizioni di livello mondiale.
Domenica pomeriggio, nel corso dell’evento organizzato dalla Camerata Polifonica Siciliana con la Rachmaninov Society Italia e Non solo Classica International con la direzione artistica del M° Giovanni Cultrera, si alterneranno al pianoforte cinque giovani talenti internazionali, che hanno già fatto incetta di premi in prestigiose competizioni internazionali, provenienti da Russia, Ucraina, Sud-Corea e Italia.
«Siamo giunti alla terza edizione della Masterclass tenuta da Epifanio Comis – scrive il direttore artistico Giovanni Cultrera – non possiamo che essere lusingati del livello di eccellenza artistico raggiunto dai partecipanti, rappresentanti della nuova generazione di pianisti pluripremiati in prestigiose competizioni internazionali e apprezzati nel circuito concertistico. Il prestigio di cui gode ampiamente l’arte e la professionalità di Comis negli ambienti più accreditati del panorama musicale di tutto il mondo, non può che essere vanto e orgoglio per la città di Catania. Pertanto ci pregiamo di presentare al pubblico questi straordinari talenti, che in questi giorni hanno avuto modo di cogliere i suggerimenti e i consigli musicali del Maestro Comis e confrontare le loro diverse personalità artistiche. Il risultato sarà garantito, in nome della grande musica e del più raffinato e prorompente pianismo».
Domenica pomeriggio si esibiranno i pianisti russi Alexander Panfilov (1° Premio Hastings Piano Concerto Competition 2015; 1° Premio Rina Sala Gallo Piano Competition 2016; 1° Premio Jaen Piano Competition 2016) e Sergey Belyavskiy (1° Premio Premio Franz Liszt Piano Competition Mosca 2010; 2° Premio Maria Canals Piano Competition a Barcellona 2014; 2° Premio Franz Liszt Piano Competition Budapest 2014), l’ucraino Dmytro Choni (2° Premio San Marino Piano Competition 2016; 6° Premio Concorso Pianistico Internazionale F. Busoni 2017; 1° Premio Los Angeles International Piano Competition 2018), il sud coreano David Jae-Weon Huh (1° Premio Shanghai International Piano Competition 2007; 3° Premio Hamamatsu Piano Competition 2009; 2° Premio Santander International Piano Competition Paloma O’Shea) e l’enfant prodige italiano, di soli 16 anni, Elia Cecino.
«Per me l’insegnamento è una missione – dice il M° Epifanio Comis – ormai da più di dieci anni mi dedico full time ai ragazzi, perché la didattica è diventata uno strumento indispensabile della mia carriera. E’ il mio modo di mantenere vivo l’interesse e l’attenzione dei più giovani sulla tradizione della musica classica. Anche quest’anno alla Masterclass di perfezionamento hanno partecipato cinque giovani talenti (selezionati su 30 richieste), alcuni già con un’avviata attività concertistica, che rappresentano “la meglio gioventù” del pianismo internazionale, come si può evincere dai curricula e dai premi che si sono aggiudicati. Quella di domenica è un’occasione, il pubblico potrà assistere a un concerto di altissimo livello con un repertorio accattivante e coinvolgente, che sono certo piacerà molto. Tra l’altro gli artisti, compresi tra i 16 e i 28 anni, hanno caratteristiche diverse tra loro: c’è chi ha più propensione per il virtuosismo e chi per i classici o per i romantici. Sarà un bel concerto proprio per questo, perché in ognuno di loro si può trovare una peculiarità diversa, e per me lavorarci è stato molto stimolante e coinvolgente».

Alexander Panfilov
1° Premio Hastings Piano Concerto Competition 2015; 1° Premio Rina Sala Gallo Piano Competition 2016; 1° Premio Jaen Piano Competition 2016
Nato a Mosca nel 1989 ha iniziato lo studio del pianoforte all’età di sei anni presso la Gnessin Music School, proseguendo poi al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca con Andrei Diev. Successivamente nel 2012 si è trasferito nel Regno Unito, dove ha studiato al Royal Northern College of Music di Manchester con Graham Scott, ottenendo sempre grandi risultati, inclusa la medaglia d’oro per la migliore esecuzione. A livello internazionale si è affermato con la vittoria del primo premio in numerosi concorsi pianistici prestigiosi, tra i quali il Rina Sala Gallo International Competition (2016), il Concurso Internacional de Piano premio Jaén (2016), l’Hastings International Piano Concerto Competition (2015), il Premio Accademia Romana (2015), il James Mottram International Piano Competition (2014), il Concorso Pianistico Internazionale “A. Speranza” di Taranto ( 2013), il Brant Competition di Birmingham (2013) e il 2° premio all’Harbin Piano Competition (2018) trasmesso su Medici TV. Il suo vasto repertorio comprende compositori e di stili che vanno dal barocco al 21° secolo e comprende oltre 20 concerti per pianoforte e orchestra.
Lodato dalla critica per l’assoluta padronanza strumentale e la sensibilità esecutiva, si esibisce regolarmente nelle più importanti sale in tutta Europa e negli Stati Uniti, tra cui la Carnegie Hall di New York, il Musikverein di Vienna, la Tonhalle di Zurigo, la Wigmore Hall di Londra, la Bridgewater Hall di Manchester e le Filarmoniche di Mosca e San Pietroburgo. Come solista si è esibito con orchestre come la Royal Philharmonic Orchestra, la Royal Liverpool Philharmonic, l’Orchestra La Verdi di Milano, l’Orchestra Carlo Coccia, l’Orchestra della città di Granada, la Filarmonica statale bielorussa, la Manchester Camerata, ecc., suonando con direttori come Brian Wright, Paul Mann, Carlo Tenan, Gergely Madaras, Alessandro Ferrari, Andrei Galanov e Vasily Petrenko, tra gli altri. È stato ospite di prestigiosi festival quali il Menuhin festival Gstaad, lo Schwarzwald Music Festival in Germania, il Ribble Valley Piano Week, l’Ulverston Festival e il Rye Arts Festival nel Regno Unito. Le sue esibizioni sono state trasmesse su radio BBC 3 e Classic FM. Nel 2016 Alexander ha registrato un CD di debutto con musiche di Mussorgsky, Debussy, Albeniz e Seco de Arpe, per l’etichetta Naxos. Nell’attività cameristica Alexander vanta collaborazioni con il violoncellista Christoph Croise e il violinista Hideko Udagawa. È anche uno dei membri fondatori del trio di pianoforte di Interlaken. Attualmente vive a Londra.

Sergey Belyavskiy
1° Premio Premio Franz Liszt Piano Competition Mosca 2010; 2° Premio Maria Canals Piano Competition a Barcellona 2014; 2° Premio Franz Liszt Piano Competition Budapest 2014
Nato a Mosca in una famiglia di musicisti, Sergey Belyavskiy ha iniziato a suonare il piano all’età di 5 anni e all’età di nove anni è stato ammesso alla migliore scuola di musica in Russia – la Central Music School nel Conservatorio di Stato di Mosca, studiando con Vera Chistyakova (Kameneva) e Andrey Pisarev. Successivamente ha completato gli studi presso il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca con il Eliso Virsaladze nel 2016. Nell’anno accademico 2016-2017 Sergey si è perfezionato con Arie Vardi presso la Buchmann-Mehta School of Music dell’Università di Tel Aviv. Attualmente Sergey studia alla Kalaidos Musikhochschule in Svizzera nella classe di Lev Natochenny.
A undici anni ha vinto la prima competizione internazionale e dopo un anno ha tenuto il suo primo recital. Dal 2005, Sergey è vincitori di prestigiosi premi internazionali quali il Rotary Competition di Mosca (1° premio) 2005, il Nutcracker TV di Mosca (3° premio) 2005, il Vladimir Krainev Young Pianists di Kharkhov (1° premio) nel 2006, il Premio del Presidente della Federazione Russa (1° Premio)nel 2009, il Concorso pianistico internazionale Stanislav Neuhaus (3° Premio) nel 2010, il Franz Liszt Piano Competition di Mosca (1° premio) nel 2010, l’Almaty Piano Competition (3° Premio) nel 2013, il Maria Canals Piano Competition a Barcellona (2° Premio) nel 2014, il Franz Liszt Piano Competition (2° Premio e premio del pubblico)a Budapest nel 2014. Sergey inoltre si è anche distinto all’International Van Cliburn Piano Competition (2017), al Liszt International Piano Competition di Utrecht (2017) e al Sidney International Piano Competition (2016), dove ha ricevuto il Premio del Presidente del Consiglio per la migliore esecuzione delle opere di F. Liszt.
La sua carriera concertistica lo vede impegnato in concerti in tutto il mondo: Israele, Stati Uniti, Germania, Spagna, Italia, San Marino, Francia, Austria, Norvegia, Danimarca, Lussemburgo, Belgio, Paesi Bassi, Ungheria, Corea del Sud, Giappone, Cina, Kazakistan, Georgia , Ucraina, Polonia, Grecia, Marocco, Australia. Belyavskiy si è esibito come solista con orchestre sinfoniche di fama internazionale come l’Ochestra “Musica Viva”,la Russian National Orchestra, Chamber Orchestra of Kremlin, la Georgian Chamber Orchestra Ingolstadt, la Moscow State Sympony Orchestra, la Szeged Sympony Orchestra, la Budapest Symphony Orchestra e della Radio ungherese, l’Orchestra sinfonica dello stato del Kazakistan, l’Orchestra sinfonica di Kharkiv, l’Orchestra da camera dei Virtuosi di Lviv, l’Orchestra sinfonica di Tchaikovskiy, l’Orchestra Sinfonica del Valles, la Philarmonie der Nationen, collaborando con direttori del calibro di Frantz, Fedoseeev, Rudin e Sladkovsky. Ha inciso tre CD tra i quali l’ultimo è dedicato ai 24 Studi di Chopin.

Dmytro Choni
2° Premio San Marino Piano Competition 2016; 6° Premio Concorso Pianistico Internazionale F. Busoni 2017; 1° Premio Los Angeles International Piano Competition 2018
La conquista di importanti riconoscimenti ha permesso al giovane Dmytro Choni di guadagnarsi subito la ribalta concertistica internazionale, affermandosi in competizioni prestigiose come il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni (Italia, 2017), il Concorso Pianistico Internazionale in memoria di Vladimir Horowitz (Ucraina, 2017), il Concorso Pianistico Internazionale di San Marino (San Marino, 2016) . È vincitore del 1° Premio al Concorso Pianistico Internazionale di Roma (Italia, 2017), del 1° Premio al Concorso Pianistico Internazionale di San Sebastian City (Spagna, 2017), del 2° Premio al Concorso Pianistico Internazionale di Suzhou (Cina, 2017), del 1° Premio al Tucumán Concorso Pianistico Internazionale (Argentina, 2016), del 1° Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Stefano Marizza” (Italia, 2016), del 1° Premio e vincitore assoluto al Concorso Pianistico Internazionale “Tribute to Jurica Murai” (Croazia, 2016), del 1° Premio Gran Premio al Concorso Pianistico Internazionale “Ville de Gagny” (Francia, 2013), del 1° Premio al Concorso Pianistico Internazionale Alemdar Karamanov (Crimea, 2009). Nel 2017 Dmytro ha ricevuto il “Premio Arturo Benedetti Michelangeli” – un premio conferitogli dall’Accademia del Piano di Appiano (Italia). Nato nel 1993 a Kiev, in Ucraina, all’età di soli quattro anni è stato avviato alla musica da Galina Zaslavets, compiendo successivamente i suoi studi a Kiev con Nina Naiditch e con Yuri Kot. Attualmente studia all’Università di Musica e Arti dello spettacolo di Graz nella classe di Milana Chernyavska e ha ricevuto una borsa di studio per frequentare regolarmente l’International Music Academy nel Liechtenstein. Ha seguito lezioni di perfezionamento con famosi musicisti come Arie Vardi, Sergei Babayan, Pavel Gililov, Klaus Hellwig, Grigory Gruzman, Aquiles delle Vigne, Yakov Kasman e Oxana Yablonskaya. Inoltre è stato invitato al “Colluvio” in Austria e ai “Zeist Music Days” in Olanda, dove ha preso parte a masterclass con Adrian Brendel, Mark Danel e il Jerusalem Quartet.
Come solista, Dmytro Choni ha suonato con prestigiose orchestre, come la Repubblica di San Marino Symphony Orchestra, diretta da Francesco Ommassini, la Suzhou Symphony Orchestra diretta da Alain Paris, la National Symphony Orchestra dell’Ucraina sotto la direzione di Volodymyr Sirenko e Vitaliy Protasov, l’Orchestra Filarmonica di Tambov sotto la direzione del di Mikhail Leontyev e la Varazdin Chamber Orchestra. Si è esibito al “Kissinger Sommer Festival” (Germania), al “Next Generation Classic Festival Bad Ragaz” (Svizzera), allo “Harmonie Starego Miasta” in Polonia e al festival “Kyiv Summer Music Evenings” in Ucraina, riscuotendo sempre grande successo di pubblico e di critica, come in occasione dei concerti tenuti al Teatro Colon in Argentina e al “Kissinger KlavierOlymp” in Germania, che rappresentano momenti salienti della sua carriera. Inoltre si dedica anche al repertorio cameristico per diverse ensemble, collaborando con artisti di profilo internazionale.

David Jae-Weon Huh
1° Premio Shanghai International Piano Competition 2007; 3° Premio Hamamatsu Piano Competition 2009; 2° Premio Santander International Piano Competition Paloma O’Shea 2016
Il pianista sud-coreano David Jae-Weon Huh è riconosciuto come uno dei talenti emergenti della nuova generazione. Ha iniziato ad attirare l’attenzione internazionale dopo aver vinto il Primo Premio al China Shanghai International Piano Competition e successivamente è stato premiato in competizioni pianistiche internazionali come Hamamatsu International Piano e il Cleveland International Piano Competition. Nel 2015, ha ottenuto il secondo premio al Marocco Philharmonic Orchestra International Competition nonchè al Paloma O’Shea International Piano Competition di Santander.
Dal 2003 al 2010 ha studiato alla Korea National University of Arts sotto la guida di Choong Mo Kang. Successivamente è stato premiato con una borsa di studio per il Master in musica presso il New England Conservatory of Music di Boston sotto la guida di Wha Kyung Byun e Russell Sherman. Attualmente risiede ad Hannover, dove segue il corso concertistico alla Hochschule für Musik, Theater und Medien con Bernd Goetzke e Ewa Kupiec. Si esibisce regolarmente in Europa, in Asia e negli Stati Uniti ed è spesso invitato in prestigiosi festival tra cui l’Animato Debut Concert di Parigi, il San Francisco Music Festival, l’Euro Music Festival di Lipsia, l’International Holland Music Sessions, lo Yamaha Rising Artist Series, il KNUA Pianist Series, il Kumho Young Artist Series, l’Asia Music Festival, il Rafael Orozco Piano Festival e il Nakanoshima Festival internazionale di musica. Nel 2015, ha debuttato al Royal Concertgebouw in Amsterdam in occasione del New Masters Tour Series e, più di recente, ha effettuato una tournée di concerti in dieci diverse città della Spagna, incluso il recital di apertura all’Auditorio Nacional de Musica di Madrid.
Ha suonato in qualità di solista con numerose orchestre importanti, tra cui la Tokyo Symphony Orchestra, l’Orchestra Sinfonica della Radio e Televisione spagnola,la Marocco Philharmonic Orchestra, la Prime Philharmonic Orchestra, l’Orchestra Filarmonica Bremerhaven, la Shanghai Philharmonic Orchestra, l’Orchestra Sinfonica di KNUA, la Pohang Philharmonic Orchestra, e l’Orchestra Filarmonica di Daegu. Recentemente in California è stato protagonista del Concerto n. 3 di Prokofiev con l’Orchestra Sinfonica di Monterey. All’attività solistica affianca anche quella camerista, collaborando col violoncellista Myung Wha Chung e la violinista Clara Jumi Kang.

Elia Cecino | Young Talent
Nato nel 2001, suona il pianoforte dall’età di 9 sotto la guida di Maddalena De Facci. A partire dal 2012 ha partecipato ad alcune masterclass con i pianisti G. Nuti, R. Risaliti, M. Mika, A. Nosè, R. Plano, M. Baglini e V. Balzani. Nel luglio 2014 è stato selezionato dal Maestro Aldo Ciccolini come allievo effettivo alla masterclass da lui stesso tenuta nell’ambito del 31° Musica Riva Festival di Riva del Garda (TN). Recentemente ha frequentato un corso di perfezionamento con Lilya Zilberstein presso l’Accademia Chigiana di Siena e nello stesso periodo ha preso parte alle masterclass dell’Imola Summer Festival con i maestri Riccardo Risaliti e Vovka Askenazhy presso l’Accademia “Incontri col Maestro” di Imola (BO). Vincitore assoluto di numerosi concorsi in Italia, come Città di Venezia 2013, Vietri sul Mare-Costa Amalfitana 2014, Mozart Piano Competition di Tolmezzo (UD) 2015, Toscanini di Brescia 2016, Città di Albenga (SV), Nuova Coppa Pianisti d’Italia di Osimo (AN), il Clavicologne International Piano Competition di Aachen, ed è stato premiato in Belgio al Cesar Franck Competition di Bruxelles, in Croazia all’Epta Young Piano Competition di Osjiek, in Slovenia al concorso Tartini di Pirano e in Polonia al Festival Chopin della Mazovia a Varsavia. Al XXV Ibla Gran Prize Competion di Ragusa è risultato tra i Top Prize, aggiudicandosi un tour di concerti negli Stati Uniti, che gli ha consentito di esibirsi in numerose località della Virginia e dell’Arkansas. Nell’agosto 2017 ha vinto il primo premio al IX Rosario Marciano International Piano Competition di Vienna. Negli ultimi due anni Elia si è esibito regolarmente in recital in numerose sale da concerto, tra cui Palazzo Litta e Fondazione Pini per Piano City a Milano, casa Mozart a Rovereto (TN), la Dvorana glasbene šole di Radovljica (Slovenia), l’oratorio Santa Cecilia di Bologna per il San Giacomo Festival, Palazzo Loschi a Vicenza, Palazzo Cavagnis a Venezia etc. Ha suonato nelle stagioni 2015/16 e 2016/2017 nell’ambito del Festival delle Nazioni – Concerti del Tempietto presso il teatro di Marcello e presso il chiostro di Campitelli a Roma. Nel 2016 è stato invitato a esibirsi presso le Sale Apollinee del Gran Teatro La Fenice di Venezia, a tenere un recital a Novi Sad (Serbia), nell’ambito dell’8° World Piano Conference, e recentemente ad Amburgo e a Wolfsburg. Allo studio del repertorio solistico Elia ha sempre affiancato anche un’intensa attività cameristica in diverse formazioni. Inoltre in qualità di solista con orchestra ha suonato il Concerto K 491 di W.A. Mozart con l’orchestra Concentus Musicus Patavinus di Padova diretta da S. Lasaponara.

PROGRAMMA
Aleksandr Skrjabin (Mosca, 1872 – 1915)
Sonata n. 3 in fa diesis minore, op. 23
Drammatico – Allegretto – Andante – Presto con fuoco
Elia Cecino, pianista

Franz Liszt (Raiding, 1811 – Bayreuth, 1886)
da Années de pèlerinage. Première Année: Suisse, S 160:
n. 6 Vallée d‘Obermann
Lento assai – Più lento – Tempo I – Recitativo – Lento – (crescendo, sempre animando sino al fine)
Strauss/Grünfeld (Praga, 1852 – Vienna, 1924)
Soirée de Vienne, op. 56
Parafrasi da concerto su temi di walzer tratti dall‘operetta Die Fledermaus (Il pipistrello)
Introduzione. Allegro moderato – Tempo di valse. Allegretto – Cantabile e meno mosso – Allegretto capriccioso
Jae-Weon Huh, pianista

Franz Liszt
da Années de pèlerinage. Deuxième Année. Italie, S 16:
n. 7 Après une lecture de Dante (Fantasia quasi sonata)
Andante maestoso – Presto agitato assai – Tempo I (Andante)
Andante (quasi improvvisato) – Andante – Recitativo – Adagio
Più mosso – Tempo rubato e molto ritenuto – Andante. Più mosso
Allegro – Allegro vivace – Presto. Andante (Tempo I)
Dmytro Choni, pianista

Franz Liszt
da Douze Études d‘exécution trascendante, S 139:
n. 11 in re bemolle maggiore, “Harmonies du soir“
Andantino
Scherzo e marcia, S 177
Allegro vivace, spiritoso – Allegro moderato, marziale (marcia)
Allegro vivace, spiritoso – Stretta – Molto più animato, quasi presto
Sergey Belyavsky, pianista

Sergej Rachmaninov (Oneg-Novgorod, 1873 – Beverly Hills-California, 1943)
Sonata n. 2 in si bemolle minore, op. 36
Allegro agitato – Non allegro, Lento – L‘istesso tempo, Allegro molto
Alexander Panfilov, pianista

Informazioni e prenotazioni tel. 3920889640
Botteghino presso la Chiesa della Badia di Sant’Agata, aperto un’ora prima del concerto
Biglietti: € 8

Visite: 146

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI