CAMERATA POLIFONICA SICILIANA Chant d’Automne 2018 – dal 30 settembre al 2 dicembre LA POETICA DELLE PICCOLE COSE DI PUCCINI

CAMERATA POLIFONICA SICILIANA
Chant d’Automne 2018 – dal 30 settembre al 2 dicembre
LA POETICA DELLE PICCOLE COSE DI PUCCINI
I più bei personaggi del compositore toscano al centro
del secondo appuntamento di Chant d’Automne
Un cast eccezionale darà vita ai personaggi del melodramma pucciniano,
gente comune che vive una quotidianità semplice e fatta di “piccole cose”
in cui il posto principale è riservato sempre all’amore

“Giacomo Puccini e la poetica delle piccole cose”
Catania, Museo Diocesano, domenica 14 ottobre, ore 19.30

La stagione Chant D’Automne della Camerata Polifonica Siciliana, l’associazione concertistica catanese diretta artisticamente da Giovanni Ferrauto, prosegue il suo programma al Museo Diocesano di Catania domenica 14 ottobre alle ore 19.30 con Giacomo Puccini e la poetica delle piccole cose, un concerto guidato dal presidente della Camerata Polifonica Siciliana, il musicologo Aldo Mattina, e dedicato alla poetica dell’antieroe pucciniano: una carrellata di tutti i personaggi delle opere di Giacomo Puccini affidati ai soprani Gonca Dogan e Carmen Maggiore, al tenore Filippo Micale, accompagnati al pianoforte da Ivan Manzella.
Sarà una bella passeggiata attraverso le melodie di Giacomo Puccini e i suoi immortali personaggi, primi fra tutti le sublimi eroine, a volte fragili, a volte forti, ma sempre ricche di quella umanità e sensibilità femminile che tanto affascinavano l’artista Puccini e l’uomo Giacomo.
Un mondo, quello del melodramma pucciniano, che rompe con la tradizione (senza rinnegarne la grande storia), abbandonando gli orpelli storici, le intense ma sempre più retoriche passioni, i grandi personaggi, i fermenti politici e sociali, per avvicinarsi con estrema naturalezza alla vita di tutti i giorni, ai personaggi comuni che vivono la loro quotidianità, fatta anche e soprattutto di “piccole cose”, dove il posto principale è riservato sempre all’amore.
Fu lo stesso artista ad affermare: «Io posseggo un istinto soltanto per le piccole cose, e non voglio occuparmi di nient’altro se non di esse». La gioventù spensierata della Bohème rappresenta eloquentemente il suo assunto, ma quanta “eroica” trasfigurazione il buon Puccini riesce a infondere alle loro vicende quando si scontrano con l’amara realtà della vita e con l’ingresso in scena della morte. Così come la “ragazzina” Butterfly, che proclama di volere essere amata di “un bene piccolino” perché è “avvezza alle piccole cose umili e silenziose”, anche se alla fine si rende protagonista del gesto estremo pur di salvare “l’onore”. E il discorso potrebbe estendersi a tutte le sue creature, anche quando vivono in un favolistico luogo epico, come la dolce e povera Liù di Turandot, pronta a sacrificare la vita per amore. Personaggi, quindi, apparentemente comuni, ma resi immortali dall’arte senza pari di Giacomo Puccini.
La Camerata Polifonica Siciliana gode del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e dell’Assessorato Turismo Sport Spettacolo della Regione Siciliana

GIACOMO PUCCINI
E la poetica delle piccole cose
Gonca Dogan e Carmen Maggiore, soprani
Filippo Micale, tenore
Ivan Manzella, pianoforte
Aldo Mattina, guida all’ascolto
PROGRAMMA
LA BOHÈME
Sì, mi chiamano Mimì (G. Dogan)

LA BOHÈME
Quando m’en vo (C. Maggiore)

TOSCA
E lucevan le stelle (F. Micale)

TOSCA
Vissi d’arte (G. Dogan)

LE VILLI
Se come voi piccina (C. Maggiore)

MADAMA BUTTERFLY
Vogliatemi bene, duetto atto I (G. Dogan – F. Micale)

LA RONDINE
Chi il bel sogno di Doretta (C. Maggiore)

MADAMA BUTTERFLY
Un bel dì vedremo (G. Dogan)

TURANDOT
Nessun dorma (F. Micale)

GIANNI SCHICCHI
O mio babbino caro (C. Maggiore)

TURANDOT
Signore ascolta (G. Dogan)

LA BOHÈME
O soave fanciulla, duetto atto I (C. Maggiore – F. Micale)

GONCA DOGAN
Nata ad Ankara (Turchia), consegue la laurea in canto presso il Conservatorio di Baskent di Ankara e in seguito consegue il Bienno di Specializzazione presso il l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vincenzo Bellini” di Catania, con il massimo dei voti e lode. Si perfeziona con i più grandi nomi della Lirica internazionale quali: Edita Gruberova, Thomas Hampson, Eric Halfvarson, Ghena Dimitrova, Leyla Gencer, Luciano Pavarotti, Dietrich-Fischer Diescau, Mirella Freni, Salvatore Fisichella, Pietro Ballo. E’ vincitrice assoluta in Italia di importanti concorsi lirici Internazionali e dei più importanti ricorda: il Martini e l’Ismaele Voltolini di Mantova, il Vincenzo Bellini di Caltanissetta e Catania, il Simone Alaimo di Palermo, il Martinelli – Pertile di Montagnana, il Marcella Pobbe a Vicenza. Ha debuttato importanti ruoli quali Aida, La Baronessa di Carini, Madama Butterfly, Traviata, Cavalleria rusticana, Norma, Carmina Burana, Messa d’incoronazione di Mozart, Sinfonia n.14 di Shostakovich, Requiem di Verdi in parallelo ad una intensa attività concertistica presso le più importanti Associazioni, Festival, Teatri, Accademie italiane e internazionali quali: il Teatro Nazionale d’opera di Tbilisi, Teatro Politeama di Palermo, il Teatro Massimo Bellini di Catania, il Teatro Antico di Taormina, il Teatro Greco di Siracusa, Cattedrale di Monreale di Palermo, il Teatro dell’Opera di Ankara, Associazione Ester Mazzoleni di Palermo, A.Gi.Mus., il Festival dell’Opera di Macao (Cina), il Bellini Festival a Taormina, Festival di Noto, Radio Televisione TRT Nazionale in Turchia. E’ stata insignita di prestigiosi premi alla carriera quali: il premio Mare Nostrum, il Posidone d’Argento, il Lapillo D’Argento, Ida Presti, Universo Donna e il premio “Liolà – Luigi Pirandello”. Inoltre le viene conferito il titolo di “Accademica di Sicilia” e insignita del premio Alessandro Scarlatti dal Conservatorio Statale V. Bellini di Palermo. E’ stata diretta da direttori di fama internazionale d’orchestra quali (Antonio Pirolli, Fabrizio Maria Carminati, Gianluca Martinenghi, Alessandro Fabrizi, Francesco Di Mauro, Myron Michailidis, Jacopo Sipari di Pescasseroli) e noti registi quali (Franco Zeffirelli, Enrico Castiglione, Stefano Trespidi, Carmelo Agnello).
CARMEN MAGGIORE
Intraprende giovanissima gli studi musicali cantando nel coro di voci bianche “Gaudeamus Igitur” diretto dal M° Elisa Poidomani, esibendosi al Teatro Massimo Bellini di Catania, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, al Teatro Greco di Taormina e al Teatro Massimo di Palermo. Già allieva di pianoforte presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali V. Bellini di Catania consegue brillantemente il diploma in Canto Lirico nel Febbraio del 2011 sotto la guida della prof.ssa Pina Sofia. È vincitrice di numerosi riconoscimenti e primi premi in concorsi nazionali e internazionali tra i quali il “ Vincenzo Bellini” Lions Catania. Dal 2012 svolge un’intensa attività concertistica esibendosi in numerose sedi prestigiose italiane alternando il repertorio da camera a quello operistico, liederistico e sacro. A Marzo del 2014 consegue con lode la laurea di secondo livello in Discipline Musicali ramo Canto presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali V. Bellini di Catania. Si è esibita come solista nello Stabat Mater di Pergolesi presso il Villaggio di San’Agostino a Martina Franca e, successivamente, a Taranto, al Teatro Greco di Taormina, al Teatro Garibaldi di Lucera, al Teatro Umberto Giordano di Foggia, al Teatro Massimo Bellini di Catania. Recentemente ha eseguito i Carmina Burana di Carl Orff presso il Teatro Greco Romano di Catania a conclusione della stagione concertistica estiva del Teatro Massimo Bellini..

FILIPPO MICALE
Nato a Catania, inizia i primi studi di bel canto con il Tenore Salvatore Fisichella e successivamente si laurea in canto presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vincenzo Bellini” di Catania con il massimo dei voti e lode. Trasferitesi a Verona, si perfeziona con il Mezzosoprano Adriana Lazzarini e, promettente allievo del Mezzosoprano, è vincitore di importanti Concorsi Lirici Internazionali quali: “Ismaele Voltolin”i, “Anselmo Colzani “ e “Martinelli Pertile”. Nel 2001 inizia la sua giovane carriera debuttando in “Tosca” nei panni del protagonista Mario Cavaradossi presso Teatro Filarmonico di Piove di Sacco e negli anni a susseguirsi debutta importanti ruoli in Italia e all’ estero quali: Macbeth, Il Trovatore, I Lombardi alla prima Crociata, Un ballo in maschera, Cavalleria Rusticana, il Tabarro, Otello, La Baronessa di Carini, Turandot, Sakuntala, Aida, Traviata e Norma presso i più importanti Teatri d’opera Internazionali e Nazionali quali: l’Opera di Stato di Tbilisi, il Teatro di Hof e di Pforzheim in Germania, il Teatro di Caene e Besancon in Francia , il Teatro Greco di Siracusa, il Teatro Antico di Taormina, il Teatro Consorziale di Budrio, il Teatro Coccia di Novara, Il Teatro Politeama di Catanzaro, il Teatro Filarmonico di Verona, il Teatro Comunale E. Sollima di Marsala , il Teatro Biondo di Palermo, il Teatro Massimo Bellini di Catania, in concomitanza ad una intensissima attività concertistica internazionale anche presso le più importanti Associazioni, Accademie, Circoli, Università e Opera Festival. Ricorda la “XX edizione del Festival di Pasqua di Musica Sacra” ideato da Enrico Castiglione, presso “La Basilica di Sant’Andrea della Valle” di Roma e il tradizionale “Bellini Festival”che ogni anno si svolge a Taormina. Ha condotto Masterclass di canto presso il Conservatorio di Stato dell’Università di Ankara e presso le Università di Feng-Chia e di Mingdau in Taiwan. E’ stato insignito con prestigiosi premi alla carriera, per l’impegno sociale e artistico al mondo quali il premio Giuseppe Lugo, conferitogli dall’Ente Arena di Verona, Federico II di Svevia, la Pigna d’Argento, il Mare Nostrum, Ida Presti e il premio “Liolà – Luigi Pirandello” Gli viene conferito l’onorificenza di “Accademico di Sicilia” e insignito del premio Alessandro Scarlatti dal Conservatorio Statale V. Bellini di Palermo. E’ stato diretto e accompagnato da illustri direttori d’orchestra e pianisti di fama internazionale quali Hacibaba Adiloğlu, Daniele Petralia, Carlo Palleschi, Leonardo Marzaglia, Giovanni Pelliccia, Julian Kovatchev, Bruno Tirotta, Giovanni Ferrauto, Antonino Manuli, Andrea Albertin, Myron Michailidis, Nikša Bareza, Marco Boemi, Jordi Bernacer, Colin Attard e collaborato con i più importanti registi quali Franco Zeffirelli, Stefano Trespidi, Domenico Calopresti, Carmelo Agnello, Stefano Vizioli, Enrico Castiglione, Mario Pontiggia.
IVAN MANZELLA
Milanese di nascita, ma siracusano di adozione, il pianista consegue il diploma in Pianoforte con il massimo dei voti all’istituto musicale Bellini di Catania, sotto la guida di Agatella Catania e il diploma accademico di II livello in Pianoforte al Politecnico Internazionale Scientia et Ars di Vibo Valentia. Alla sua formazione musicale hanno contribuito pianisti del calibro di Fausto Zadra, Lazar Berman, Teofils Bikis, Dmitri Bashkirov, Aldo Ciccolini, Aquiles Delle Vigne, sotto la guida del quale ha conseguito l’alto dottorato in Pianoforte al Conservatorio Reale di Rotterdam (dove ha studiato anche Direzione d’orchestra), Frank Wibaut (alla SommerAkademie Mozarteum di Salisburgo). Vincitore di numerosi concorsi pianistici nazionali e internazionali alterna esecuzioni solistiche a concerti di musica da camera, con i solisti del Teatro alla Scala di Milano e del Teatro Bellini di Catania, oltre a svolgere attività didattica. È direttore dell’Agorà Ensemble.
ALDO MATTINA
È stato titolare della cattedra di Storia ed estetica musicale presso l’Istituto Musicale “V. Bellini” di Catania realizzando, inoltre, seminari e laboratori e collaborando all’attività artistica dell’Istituto; giornalista pubblicista da oltre trentacinque anni, ha collaborato con svariate testate giornalistiche e televisive (Espresso sera, Catania oggi, Giornale del sud, Platea, XXI Secolo, La Sicilia, CD Classica, Quotidiano di Sicilia, Telesiciliacolor, Antenna Sicilia ed, attualmente, Giornale di Sicilia e I Vespri) occupandosi prevalentemente di critica musicale, teatrale e cultura. Come saggista e musicologo ha al suo attivo numerose pubblicazioni relative, soprattutto, a Vincenzo Bellini e al melodramma (LIM-Libreria Musicale Italiana, edizioni del Teatro Massimo Bellini…), programmi di sala per il Teatro Massimo Bellini, l’Azienda Autonoma Provinciale per l’incremento Turistico di Catania, il Teatro alla Scala di Milano e svariate istituzioni musicali. Ha svolto incarichi di addetto stampa per diverse istituzioni; ha tenuto conferenze e relazioni per manifestazioni pubbliche e private, seminari e corsi di aggiornamento per docenti e alunni. Consulente artistico dell’AAPIT di Catania per un decennio, ha inoltre collaborato con la Rai in qualità di consulente storico. Dal 1994 al 1997 è stato componente del Consiglio di Amministrazione dell’E.A.R. Teatro Massimo Bellini di Catania. E’ presidente della Camerata Polifonica Siciliana.

Informazioni e prenotazioni
Tel. 3920889640 (da lunedì a venerdì h 9.30 – 13 e h 16.30-20)
Prevendita online boxoffice.cpsmusic.com
Biglietti: intero € 10, ridotto € 8, ridotto studenti e bambini € 5

Visite: 108

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI