Camera di commercio Palermo incontro su Banche ed Imprese

Crisi d’impresa e rapporti con le banche. Se ne è parlato oggi nel corso di un convegno presso la camera di Commercio di Palermo. Come uscire dalla crisi, mezzi e opportunità. Il presidente di Confartigianato Imprese Nunzio Reina:” l’associazione pronta ad apllicare la Legge anti suicidi del 2012. Imprenditori in crisi più tutelati”.

Recuperare il valore del proprio lavoro, la fiducia nel mercato, ma anche in se stessi. Questo l’obiettivo di chi fa impresa e che ad un tratto cade nel baratro della crisi. Difficoltà di accesso al credito, impossibilità di dialogare con gli istituti di credito, poca informazione, nessuna consapevolezza dei propri mezzi, trend-economico in discesa. Si è parlato di questo e di come pianificare e programmare una corretta strategia di mercato nel corso del convegno “Crisi d’impresa e rapporti con le banche” che si è svolto stamane presso la Camera di Commercio di Palermo. Al centro dell’incontro la crisi d’impresa nell’attuale contesto socio-economico e lo stretto e non sempre ideale e limpido rapporto con le banche. Un rapporto che può essere recuperato con il dialogo, cominciando a parlare la stessa lingua, con le imprese chiamate a come capire e gestire i propri rapporti al fine di presentarsi agli istituti di credito consapevoli dei propri mezzi e con l’”abito” più adatto per riprendere il dialogo parlando la stessa lingua. Per fare ciò l’imprenditore deve sapere, essere informato e conoscere e questo lo può fare grazie ad esperti del settore, ppronti a prendere per mano l’azienda e condurla verso il suo risanamento. L’incontro è stato promosso da Confartigianato Imprese Palermo, con il suo presidente Nunzio Reina che ha annunciato il recepimento da parte dell’associazione della Legge Antisuicidi del marzo del 2012. Una legge che permette a chi è in gravi difficoltà economiche di rinegoziare i propri debiti contratti con banche, fornitori e finanche con Equitalia. Reina ha ricordato come lo ”storno” da parte della Regione di 19 milioni di euro dal fondo Crias a favore dei forestali sia stato l’ennesimo duro colpo nei confronti delle imprese artigiane. Tra i relatori del convegno anche Michele Schito esperto in consulenza bancaria e finanziaria della Sfera Servizi s.r.l., che ha spiegato quali i passaggi necessari che l’impresa deve fare per uscire dalla crisi, a cominciare dalla ricerca e dall’identificazione delle cause che hanno portato alla propria crisi, fino al ricreare le condizioni necessarie per l’accesso al credito e l’avvocato Antonino La Lumia esperto in controversie bancarie che ha parlato dell’aspetto strettamente giudiziale delle varie controversie in atto. Hanno portato la loro esperienza anche alcuni imprenditori che, grazie alle strategie e a precisi interventi da parte degli esperti, sono riusciti ad imboccare la strada del risanamento aziendale.

Visite: 620

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI