Caltanissetta, incontro su “Il ruolo della donna nelle trasformazioni della società e nell’evoluzione del diritto”

Martedì 8 marzo 2016 alle ore 15.30 presso l’Aula Magna “Saetta e Livatino” del Palazzo di Giustizia di Caltanissetta si svolgerà un convegno di studi sul tema: Il ruolo della donna nelle trasformazioni della società e nell’evoluzione del diritto”.

Il momento di riflessione nasce da un’idea dei comitati di pari opportunità del Consiglio Giudiziario della Corte di Appello di Caltanissetta e dell’Ordine degli Avvocati. L’incontro, organizzato dalla Struttura territoriale di formazione di Caltanissetta, registra l’intervento di prestigiosi relatori, esperti nella tematica trattata.

Dopo gli interventi introduttivi del Presidente della Corte di Appello di caltanissetta, dott. salvatore Cardinale, del Prefetto di Caltanissetta, dott.ssa Maria Teresa Cucinotta, dell’Avv. Pierluigi Zoda, presidente dell’Ordine degli avvocati di Caltanissetta, dell’avv. Antonella Macaluso, presidente del comitato pari opportunità del COA e della dott.ssa Alessandra Cascio, Consigliera di parità di Caltanissetta, relazionerà la professoressa Rita Palidda, ordinario di sociologia economica, Università di Catania, che tratterà la “Protezione e giustizia per le vittime di violenza: una sfida difficile ma possibile”. A seguire l’intervento del prof. Filippo Romeo, dell’Università degli Studi di Enna “KORE” che tratterà il tema: “Donne, famiglia e lavoro: spigolando tra vecchie riforme e riforme annunciate”. A seguire gli interventi dell’Avv. Antonella Pecoraro, referente pari opportunità nel Consiglio Giudiziario e della Dott.ssa Gabriella Tomai, Giudice del Tribunale per i Minorenni e magistrato referente per l’Italia nella rete internazionale dei giudici dell’Aia. L’incontro sarà coordinato dalla dott.ssa Andreina Occhipinti, Consigliere della Corte di Appello di Caltanissetta e presidente del comitato pari opportunità presso il Consiglio Giudiziario. Durante l’incontro di studio saranno proiettate delle immagini relative alla testa di Ade, reperto archeologico di grande valore trafugato, alla fine degli anni settanta, dall’area archeologica di Morgantina, nel territorio di Aidone, e restituito dal “J.P. Getty Museum” di Los Angeles che l’aveva acquistata nel 1985 e collocata presso la “Getty Villa” di Malibù. All’incontro sarà presente l’archeologa Serena Raffiotta, autrice delle ricerche che hanno consentito il recupero della testa di Ade e che a conclusione del convegno riceverà uno speciale riconoscimento. Si ringrazia il maggiore Luigi Mancuso Comandante del Nucleo carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Palermo per le immagini della testa di Ade che saranno proiettate.

La partecipazione gratuita all’incontro è aperta a tutti gli operatori del diritto, dell’economia, delle forze dell’ordine e della società civile.

Agli avvocati che parteciperanno saranno riconosciuti n. 3 crediti formativi da parte del Consiglio dell’Ordine di Caltanissetta.

Visite: 358

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI