Calcio Usd Enna, si traccia il bilancio stagionale

Sono 126 i punti totali conquistati dalle 4 formazioni dell’Usd Enna nella stagione 2015/2016 e che per la società del presidente Enzo Grippaudo si chiude con un bilancio tutto sommato positivo. Il team gialloverde infatti considerando che sino allo scorso 30 agosto era a forte rischio che partecipasse all’attività federale è invece riuscito lo stesso con un notevole sforzo a riorganizzarsi ed a ripartire e a partecipare ai campionati di Prima Categoria, Juniores, Allievi Regionali e Giovanissimi Provinciali disputando complessivamente 85 gare ufficiali con una media punti/partita di 1,5. Delle 85 gare, le vittorie sono state 37, i pareggi 15 mentre le sconfitte 36. Le reti segnate complessivamente 140 mentre quelle subite 113. Andando nello specifico, in Prima Categoria la formazione allenata dal tecnico Gianfilippo Di Matteo ha chiuso al sesto posto frutto di 38 punti conquistati in 26 gare. Il bilancio dice 11 vittorie, 5 pareggi e 10 sconfitte. Le reti segnate sono state 37 mentre 33 le subite. Migliori marcatori Vicari con 9 reti e 8 Savoca. Secondo posto finale per la formazione Juniores del tecnico Max Ricerca che ha conquistato 29 punti in 14 gare con un bilancio di 9 vittorie, 2 pareggi e 3 sconfitte. Le reti segnate sono state 28 mentre quelle subite 13. Bomber della squadra Riccardo Conte con 6 reti mentre con 5 Simone Russo. Salvezza conquistata nello spareggio Play Out contro la Barrese nel campionato Allievi Regionale dalla formazione allenata da Antonino Guagliardo. In 30 gare giocate nella stagione regolare, i gialloverdi hanno conquistato 30 punti frutto di 8 vittorie, 6 pareggi e 16 sconfitte. Le reti segnate 29 mentre quelle subite 50. Migliore realizzatore Alessio Rizza con 12 centri stagionali. Infine nel campionato Giovanissimi Provinciali, la squadra gialloverde allenata da Peppe Anicito ha chiuso al terzo posto con 26 punti in 16 incontri con 8 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte. Le reti segnate sono state 46 mentre quelle subite 16. Migliori realizzatori Castellana e Luca Di Dio con 10 reti seguiti da Carabotta con 8. Quindi un consuntivo più che soddisfacente per una società con circa un centinaio di tesserati con 4 tecnici tutti qualificati di cui 3 in possesso di patentino Uefa B, con una età media nella formazione maggiore di Prima Categoria che non arriva neanche a 20 anni e che quindi guarda con molto ottimismo al futuro. “Guardando questi numeri non possiamo che ritenerci ampiamente soddisfatti – commenta il presidente della società gialloverde Enzo Grippaudo – anzi tirando le somme abbiamo anche qualche rammarico. Ma considerando che alla fine dello scorso agosto si correva il rischio che a Enna non ci fosse più calcio allora possiamo benissimo affermare che la nostra vittoria più grande è stata quella che siamo riusciti non solo a tenere in vita il calcio a Enna ma a iniziare a costruire le basi per qualcosa che rimanga negli anni a prescindere di chi sarà a guidare la società. Abbiamo un florido settore giovanile e che grazie alla collaborazione con la Fc Enna di Rino Lo Vullo ed il Lagoreal di Mario Tinebra ci consente di avere sempre una continuità anche dal basso. Abbiamo diversi atleti nelle varie nostre squadre che sono “sotto osservazione” da parte di società di categoria superiore. Ma sopratutto siamo riusciti a creare un gruppo molto unito, una unica entità dalla formazione maggiore ai Giovanissimi. E mi fa piacere che tutto ciò sta iniziando a suscitare interesse da parte di diverse persone dal mondo dell’imprenditoria a quello delle professioni che ci inizia a guardare con particolare attenzione. Voglio infatti ringraziare il presidente dell’Ordine dei Commercialisti Fabio Montesano che nei giorni scorsi ci ha voluto incontrare per farci una proposta che riteniamo molto interessante. Quello che mi sento di dire comunque è che chiunque vorrà avvicinarsi alla nostra società deve sapere che il nostro progetto non sarà assolutamente modificato ed è quello che vogliamo privilegiare il settore giovanile e puntare quasi esclusivamente ai giocatori locali. Chi vorrà investire nell’Enna non dovrà considerarlo come una regalia ma un investimento vero e proprio sia sportivo ma ancor di più sociale per la crescita sportiva e umana di tanti giovani”.

Visite: 1488

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI