Calcio Uisp, continuano gli appuntamenti con il “CalciaStorie”

Parma, 11 febbraio – Prosegue il viaggio attraverso l’Italia de Il CalciaStorie”, progetto nazionale lanciato da Lega Serie A e Uisp per diffondere tra i giovani la cultura dell’integrazione e della tolleranza attraverso il calcio.

Il prossimo incontro si terrà giovedì 12 febbraio, alle ore 11, nell’Aula Magna dell’Itis “Leonardo da Vinci”, in via Toscana 10, e vedrà protagonisti gli studenti del Liceo “Bertolucci” e il Parma Fc, rappresentato da Massimo Gobbi, difensore del club gialloblu, e Christian Povolo, Segreteria Generale Parma F.C

All’iniziativa, moderata da Sandro Piovani, giornalista sportivo della Gazzetta di Parma, parteciperanno anche: Marco Brunelli, Direttore Generale Lega Serie A, Carlo Balestri, Responsabile Internazionale Uisp, Davide Antonelli, referente di Parma del progetto, Giuseppe Cifarelli, coordinatore nazionale del progetto, e Aluisi Tosolini, Preside del Liceo “Bertolucci”.

Uno spunto prezioso sarà offerto dall’intervento di Matteo Marani, Direttore del Guerin Sportivo e autore del libro “Dallo Scudetto ad Auschwitz”, che racconterà la storia di Árpád Weisz, allenatore ungherese di origini ebraiche, nato il 16 aprile del 1896, a più riprese all’Inter e guida del Bologna nei due campionati vinti tra il 1935 e il 1937. Weisz, dopo la promulgazione delle leggi razziali, sarà costretto a fuggire prima a Parigi e poi nei Paesi Bassi. Da lì, dopo l’occupazione nazista, sarà deportato ad Auschwitz, dove morirà con i familiari nel 1944. Gli studenti affronteranno il tema della discriminazione attraverso l’utilizzo di materiale multimediale, ricerche d’archivio, interviste e la narrazione di singoli episodi o intere esistenze di calciatori, allenatori, club che hanno affrontato diverse forme di discriminazione nella loro vita.

Il CalciaStorie rientra tra le iniziative volute fortemente dalla Lega Serie A per combattere la piaga del razzismo e della discriminazione nella nostra società – ha dichiarato il Presidente della Lega Serie A, Maurizio Beretta -. La storia e la memoria sono le basi da cui ripartire, e in questo senso il calcio, da sempre eccezionale strumento di comunicazione e sensibilizzazione, ci aiuterà ad avvicinarci alle nuove generazioni, per veicolare tra i ragazzi valori importanti quali l’integrazione e la tolleranza”.

Il CalciaStorie – storie di integrazione dal profondo del calcio”, è promosso da Lega Serie A, Unione Italiana Sport Per Tutti (Uisp), Associazione Italiana Calciatori (Aic), SKY, Telecom e Panini, con il patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, e coinvolgerà tutte le 15 città italiane sedi dei club della Serie A TIM. Per la realizzazione del progetto saranno utilizzati i fondi derivanti dalle sanzioni irrogate dal giudice sportivo durante il campionato di Serie A TIM. 

Visite: 471

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI