Calcio Serie D per il Troina una sconfitta che legittima il suo primato in classifica

Una sconfitta che legittima ulteriormente il suo primate in classifica. Sembra paradossale ma è invece la situazione del Troina che oggi anche perdendo per 2 – 1 al Vincenzo Presti di Gela contro i locali del Città di Gela ha mostrato agli oltre 1500 spettatori presenti la sua forza e compattezza di una squadra che può benissimo puntare alla vittoria del campionato. Infatti c’è voluto un grande Città di Gela che sicuramente era molto più motivato visto che aveva assolutamente bisogno di punti per rientrare nel discorso play off per riuscire a regolare la formazione di Peppe Pagana oggi non in panchina per squalifica ma ottimamente sostituito dal suo vice il giovane ennese Giuliano Nasonte che ha fatto vedere cose importanti ed individualità di assoluto livello. Ma è soprattutto il gioco di squadra che ha colpito fermo restando che il Città di Gela ha ampiamente meritato la vittoria per quanto anche di agonismo ha messo in campo. Sicuramente è stata una partita bella giocata “all’inglese” ma nello stesso tempo molto corretta. E tranne qualche scaramuccia che si può stare è stata una bella cartolina di calcio con le squadre che al termine dell’incontro si sono abbracciate. Il Città di Gela a vincere ci teneva moltissimo e difatti sin dai primi minuti ha “aggredito” i troinesi con un ritmo indiavolato che li ha portati ad andare in vantaggio dopo 3’ con Bruno. Ma il Troina non si è disunito ed ha iniziato a spostare il baricentro del gioco in avanti dove sia Souare che Vasquez erano sempre pericolosissimi. Ad ogni modo il Gela è riuscito a gestire questo momento ed anzi a rendesi pericoloso nelle ripartenze. Nella ripresa la musica non cambiava. Ma proprio da una azione di rimessa il Città di Gela raddoppia con un colpo di testa di Bonanno che ha raccolto un cross dalla destra. A quel punto la partita poteva dirsi virtualmente chiusa, anzi il Città di Gela ha sfiorato la terza rete evitata solamente da un miracolo del portiere troinese. I nebroidei continuano lo stesso ad andare in avanti ed a tempo ampiamente scaduto Vasquez di procura un rigore che lui stesso trasforma. Ma a quel punto era troppo tardi per tentare la rimonta e l’arbitro poco più di un minuto dopo fischia la fine dell’incontro.

Visite: 1405

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI