Calcio Prima Categoria: nell’Usd Enna di va verso la riconferma in blocco di tutto il gruppo dell’ultima stagione

Il progetto dell’Usd Enna piace così tanto che c’è aria di riconferma in blocco compreso il gruppo di atleti non ennesi universitari e non che lo scorso anno si sono messi a disposizione, a titolo gratuito, della società gialloverde e del tecnico Gianfilippo Di Matteo. Questi sono Vincenzo Vinci di Sciacca, Giuseppe Cucchiara di Agrigento, Salvatore Alotto di Palma di Montechiaro, Kevin Sclafani di Ribera, l’orlandino ma originario di Enna Daniele Savarese. Ma lo stesso vale anche per altri non del mondo universitario come Nino Proto di Leonforte e Mattia Scuderi di Raddusa e per certi versi anche di Vincenzo Fina ennese ma ormai per motivi di lavoro trasferito in un altro centro ma che però nei fine settimana è stato sempre disponibile a contribuire alla causa ennese. Tutti sarebbero propensi a continuare la loro esperienza in gialloverde sopratutto dopo le notizie di questi ultimi giorni che vedono la società in movimento per potenziare la struttura societaria, ma senza però snaturare il percorso avviato dal presidente Enzo Grippaudo ovvero puntare allo sviluppo e crescita del settore giovanile puntando in particolare sui giovani locali ma anche di altri centri vicinori. Insomma l’Usd Enna punta a divenire nuovamente in un lasso di tempo a medio lungo termine, il punto di riferimento del calcio giovanile provinciale come quando negli anni 80 le formazioni giovanili sia dell’Enna che della Juvenes erano una sorta di rappresentativa provinciale. E per questo motivo la dirigenza sta lavorando molto nella qualificazione ed aggiornamento dei propri tecnici. Basti pensare che 3 dei 4 allenatori delle varie formazioni dell’Usd Enna sono tutti in possesso di corso Uefa B e il quarto allenatore lo acquisirà nella prossima stagione. Ma questo progetto potrà essere potenziato grazie alla collaborazione con in mondo universitario confermato dalla presenza all’incontro di giovedì scorso alla presentazione del progetto di azionariato diffuso promosso dall’Ordine dei Commercialisti, del preside del corso di Economia dell’ateneo ennese il professore Vincenzo Fasone. In particolare si punterà ad una sinergia con la facoltà di Scienze Motorie dell’Università Kore che potrà garantire idee e risorse umane non solo per il calcio ma per tutto lo sport del capoluogo. E tra l’altro è alla Kore pare sia in dirittura d’arrivo la nascita ufficiale del Cus, il Centro Universitario Sportivo che potrà divenire un punto di riferimento per l’intero momento sportivo sia di Enna che dell’intero territorio provinciale. Ed in questa prospettiva l’Usd Enna si mettere totalmente a disposizione di questo progetto di alta innovazione sia scientifica che culturale. Quindi gli studenti di Scienze Motorie della Kore ma non solo di questa facoltà potranno trovare nell’Usd Enna ma anche in altre società ennesi le loro “case ideali” dove poter svolgere pratica e tirocini e nello stesso tempo contribuire allo sviluppo dello sport locale sia di base che di vertice. E pare che siano non pochi gli studenti oltre a quelli già citati in precedenza che guardano in interesse a quanto sta nascendo intorno al mondo del calcio locale. Ma il tutto però deve essere metabolizzato con i dovuti tempi, La fretta da sempre è cattiva consigliera. “Quest’anno abbiamo avuto il piacere di avere nel nostro organico atleti universitari della Kore che hanno dimostrato grande serietà e professionalità ed attaccamento alla maglia come se fossero locali – conferma il Presidente dell’Usd Enna Enzo Grippaudo – e mi auguro che questa esperienza possa essere ripetuta anche nella prossima stagione. La nostra società è ben lieta di accogliere atleti universitari che vogliano vivere una esperienza con noi e come società siamo felici di avviare un eventuale rapporto di collaborazione con l’università Kore che rappresenta una importante risorsa per tutto il territorio in tutti settori compreso quello sportivo”.

Visite: 679

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI