Calcio Prima Categoria, l’Usd Enna “asfalta” anche l’Agira

Enna. Secondo derby consecutivo vinto per l’Usd Enna. Dopo quello vinto la scorsa settimana in trasferta questa volta ad arrendersi alla formazione gialloverde allo stadio Gaeta di Enna è stato l’Agira. Con questa vittoria la formazione ennese del tecnico Gianfilippo Di Matteo ha conquistato 20 punti nelle ultime 9 gare, con un ruolino di marcia da play off anche se l’obbiettivo della società rimane la salvezza matematica. Una vittoria ampiamente meritata per i padroni di casa che hanno tenuto sempre in mano il pallino del gioco. Ma onore agli agirini del tecnico Travagliante che sornioni hanno saputo sfruttare al meglio le due occasioni avute segnando nella prima e non riuscendovi nella seconda per un vero miracolo compiuto dal diciassettenne portiere ennese Castronovo. I gialloverdi si fanno subito pericolosi con lo specialista Di Stefano al 2′ su calcio di punizione ma alto sulla traversa. Al 13′ la prima vera occasione per i padroni di casa. Vicari come suo solito fare lanciato da Savarese se ne va sulla fascia sinistra entra in area calcia ma gran prodezza di Gritti. Al 22′ da un calcio di punizione innocuo cincischiano Gritti e un compagno come un attaccante di razza si avventa sulla palla il difensore Gentile che anticipa tutti e segna. L’entusiasmo però dura poco visto che dopo soli 2′ l’Agira sugli sviluppi sempre di una palla inattiva pareggia con un colpo di testa del difensore Igor Travagliante. L’Usd Enna accusa il colpo e l’Agira cerca di approfittarne ed al 30′ si rende pericoloso con un diagonale di La Mela. Ma al 35′ il “solito” Di Stefano arpiona una palla a 30 metri dalla porta “carica” il piede e lascia partire un bolide che colpisce la parte bassa della traversa e scendendo colpisce la schiena di Gritti entrando in rete. Nei minuti finali del primo tempo l’Usd Enna si fa ancora pericolosa con Savoca prima e con Savarese successivamente a cui Gritti si oppone alla grande. Nella ripresa i padroni di casa tirano leggermente i remi in barca. Ne sta per approfittare l’Agira che con Manno ha la possibilità di pareggiare. La la sua conclusione tutto solo dal dischetto del rigore viene neutralizzata da Castronovo. A questo punto Di Matteo scuote i suoi ragazzi che si riportano in avanti e sfiorano la terza rete con Alotto prima e nei minuti finali ancora con Di Stefano che su conclusione diretta da palla inattiva sfiora la traversa.

Visite: 616

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI