Calcio Prima Categoria, l’Enna si congeda da Barrafranca con una vittoria sulla Catenanuovese

Non poteva essere migliore il “congedo” dell’Enna da Barrafranca che sino alla gara odierna ha rappresentato il suo campo di casa. Infatti la formazione gialloverde ha battuto per 2 – 1 la Catenanuovese rimanendo così in piena corsa per un posto nei Play Off. Prima dell’inizio della gara la società gialloverde ha voluto ricordare la gentilezza e la cortesia con cui sia l’intera comunità barrese, la società di calcio locale che hanno mostrato nei confronti dell’Enna in questa prima parte della stazione. Sono state consegnate delle targhe ricordo al Sindaco Accardi, alla società della Barrese ed al responsabile dell’impianto di gioco di Barrafranca Peppuccio Ferrigno. L’Enna con i 3 punti conquistati sale a quota 35. In pratica a 7 giornate dal termine della stagione regolare ha già conquistato gli stessi punti che complessivamente aveva conquistato nella scorsa stagione. A questo punto sperare in qualcosa di ambizione in casa Enna è più che lecito. Ma la vittoria non è stata assolutamente una passeggiata. La Catenanuovese alla disperata ricerca di punti si è giocata a viso aperto la gara e nel primo tempo ha dato poco spazio ai “padroni di casa” che però si sono resi pericolosi con La Terra e Di Stefano. Nella ripresa la formazione ennese ha spinto di più sull’acceleratore e verso la metà del secondo tempo Riccobene ben lanciato sulla fascia destra appena entra in area lascia partire un diagonale imparabile che si insacca alla destra del portiere avversario. La Cateanuovese cerca di reagire e si porta in avanti. Ma il raddoppio per l’Enna arriva grazie al suo giocatore più talentuoso. Di Stefano mette palla a terra sulla tre quarti destra e lascia partire un tiro “telecomandato” degno dei migliori Cartoon di calcio giapponesi. La palla si stampa sulla traversa a portiere battuto, rimbalza sulla linea di porta ma prima che possa intervenire l’estremo difensore si avventa sulla palla come un Falco il “solito” Starradino che insacca. Sulle ali dell’entusiasmo per il raddoppio la formazione gialloverde si “siede” un po e subisce la rete avversaria. Il neo entrato ed ex Enna Torcivia di “mestiere” si cerca un rigore portando a fare commettere il fallo Consiglio. Dal dischetto l’altro ex Picone che segna. I minuti finali sono carichi di tensione e sembrano una eternità. Ma alla fine dopo oltre 5’ di recupero l’arbitro fischia la fine del match tra la gioia liberatoria di tutti i presenti sugli spalti. Adesso il campionato si fermerà. Riprenderà il 5 marzo con l’Enna impegnata in trasferta a Randazzo.

Visite: 552

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI