Calcio, Prima Categoria, il Presidente dell’Usd Enna Enzo Grippaudo “Continuiamo nel portare avanti il nostro progetto”

“La pazienza di sapere aspettare premia. E noi stiamo avendo pazienza”. E’ così che il presidente dell’Usd Enna Enzo Grippaudo commenta l’ottimo momento che attraversa la sua squadra. Ma non solo nel torneo di Prima Categoria dove con la vittoria di sabato scorso a Leonforte contro la Branciforti per 3 – 1, è salita a quota 30 in classifica raggiungendo ormai virtualmente la salvezza, ma anche negli altri campionati dove partecipano le quadre gialloverdi. Infatti nel campionato Juniores la formazione allenata da max Ricerca si gioca il primo posto testa a testa con la Branciforti, negli Allievi l’11 del tecnico Antonino Guagliardo è ancora in corsa per la salvezza e nei Giovanissimi i ragazzi di mister Peppe Anicito possono puntare al titolo provinciale e quindi alla promozione nei campionati regionali. “Tutto questo ci gratifica e ci conforta del fatto che quando decidemmo di fare lo scorso 30 agosto insieme ad alcuni miei amici collaboratori è stata la scelta giusta ovvero puntare sul settore giovanile e anche con la formazione maggiore affidata al tecnico Gianfilippo Di Matteo composta quasi tutta da elementi locali e giovani. All’inizio abbiamo penato ed i risultati non ci davano ragione anche se per quanto riguarda il gioco la squadra si esprimeva sempre bene. Ma eravamo convinti tutti di aver intrapreso la strada giusta e quindi senza farci prendere dal panico abbiamo aspettato che si iniziassero a raccogliere i frutti del lavoro svolto ed oggi si vede”. Domenica prossima al Gaeta arriva la capolista Geraci. “Sicuramente un incontro difficile per noi – continua – dobbiamo considerare sempre che abbiamo un gruppo di atleti molto giovane. Ma stiamo attraversando un ottimo momento di forma e quindi giocheremo per ottenere il massimo. Se poi non sarà così certamente non ne faremo un dramma. Ad ogni modo sono fiducioso che i ragazzi cui non terminerò mai di ringraziarli daranno il massimo. Il mio auspicio è quello di vedere uno stadio con una adeguata cornice di pubblico. La partita lo merita ma lo meritano ancora di più questi ragazzi e il loro tecnico che giorno dopo giorno hanno lavorato sodo ed iniziano ad avere i risultati che meritano. Essere incitati dai loro concittadini sarebbe una sensazione molto bella”. Ed il futuro della società? “Quando abbiamo intrapreso ad agosto questo percorso eravamo consapevoli che l’unica speranza per fare sopravvivere il calcio a Enna era quello di puntare su atleti locali che sposassero mentalmente questo progetto etico ovvero di giocare gratuitamente prima di tutto per la maglia. E noi abbiamo avuto la fortuna di trovare un gruppo di ragazzi ma anche di tecnici che si sono calati totalmente in questa filosofia societaria. Chi oggi vuole entrare a fare parte di questa famiglia deve sapere che deve sposare questo progetto. Certo i problemi economici non mancano ed anche per questo motivo abbiamo realizzato un calendario che è in vendita in giro per la città a 5 euro e che serve per autofinanziarci. Ed anzi esorto tutti gli sportivi ennesi a darci una mano d’aiuto. Noi continueremo su questa strada. E la società è aperta a tutti coloro che vogliano darci un aiuto. Di sicuro la gestione che vogliamo portare avanti è di quelle da non fare spese folli e quindi chi volesse investire un centesimo da noi sa a priori che le risorse impegnate serviranno per la crescita societaria e non per pagare stipendi. Il momento difficile economico che viviamo ci obbliga ad essere con i piedi per terra e quindi a non poter pretendere che la gente ci dia soldi e li tolga alle loro attività. Ma chi lo volesse fare saprà che servono per la crescita sportiva, etica e sociale di tanti giovani ennesi. Ma intanto pensiamo a dare un incoraggiamento a questi ragazzi a partire da domenica prossima nella gara interna contro il Geraci”.

Visite: 732

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI