Calcio, nell’Enna la vera forza della società sta nel Settore Giovanile

La costruzione di una casa avviene sempre partendo dalle fondamenta. E per la “casa Enna”, le fondamenta sono rappresentate dall’attività del settore giovanile. Per questo motivo la società del presidente e copresidente Enzo Grippaudo e Luigi Stompo nei suoi programmi ha quello di un importante investimento sul vivaio. “Organizzare un settore giovanile non è assolutamente facile – commenta il Responsabile del Settore Giovanile Maurizio Restivo – ma la nostra società grazie alla lungimiranza dei due presidenti Grippaudo e Stompo sull’attività giovanile non lesina investimenti sia in risorse umane che economiche. Siamo l’unica società della provincia di Enna che partecipa ad un campionato regionale con gli Allievi. Ma puntiamo a fare la stessa cosa nei prossimi anni anche con i Giovanissimi. Abbiamo tre ottimi tecnici ma soprattutto bravissimi ragazzi come Max Ricerca per la Juniores, Antonino Guagliardo per gli Allievi Regionali e Peppe Anicito per i Giovanissimi Provinciali e tutti i loro collaboratori che stanno facendo un ottimo lavoro. Inoltre abbiamo già avviato dei rapporti di collaborazione con società calcistiche del capoluogo che svolgono attività giovanile sino agli Esordienti e poi fanno loro continuare il percorso calcistico da noi. Ma a breve ne dovremmo iniziare con altre società. Noi vogliamo avviare un progetto che porti da allargare con le altre società e non a chiudere. Per questo siamo disponibili a dialogare e avviare confronti con tutti anche di altri comuni della provincia”. Ed a proposito di provincia, l’Enna calcio pian piano sta nuovamente diventando un punto di riferimento sul territorio provinciale per tanti giovani. “Proprio così – continua Restivo – con grande piacere stiamo constatando che il nostro progetto avviato in estate sta piacendo molto. La conferma sta nel fatto che abbiamo ricevuto numerose richieste di giovani calciatori di altri comuni da Leonforte a Barrafranca, da Valguarnera a Piazza Armerina che avrebbero il piacere di fare parte della nostra famiglia. Insieme al nostro Direttore Sportivo grande conoscitore di calcio Aldo DeMaria ed al nostro consulente l’agente Uefa Liborio Severino stiamo seguendo e vagliando con grande attenzione queste richieste che ci vanno arrivando. Per l’Enna come lo era negli anni 80 sia per l’Enna che per la Juvenes avere in organico giocatori della provincia significa avere giocatori locali. Quindi se l’atleta merita ed ha il piacere di volere stare con noi non c’è nessun problema. Certo dobbiamo sempre fare i conti che malgrado siamo una società che si sta organizzando, siamo sempre un club di Prima Categoria e quindi anche da un punto logistico organizzativo con questi ragazzi dobbiamo venirci incontro. Ma la volontà a metterci a disposizione per la crescita del movimento giovanile provinciale c’è tutta”. In provincia di Enna da sempre ci sono stati giovani molto validi che poi magari si sono persi per vari motivi – continua il Direttore Sportivo Aldo Demaria – e noi come società vogliamo evitare che continui ad accadere questo. Stiamo sempre meglio strutturando il nostro staff organizzativo giovanile in modo che possa dare un giusto aiuto a tanti giovani che vogliano tentare di fare calcio a certi livelli. E l’ingresso in società di Liborio Severino agente Uefa con tanti contatti nel calcio che conta è dovuto anche a questo. Inoltre con il Direttore Generale Riccardo Caccamo stiamo iniziando a discutere su come organizzare una rete di collaborazioni in provincia con persone esperte di calcio giovanile che ci possano dare utili informazioni su quanto accade in provincia in questo mondo come appunto quello del calcio giovanile tanto importante per il movimento ma altrettanto tanto trascurato”.

Visite: 651

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI