Calcio le Comunicazioni del Comitato provinciale Figc

Queste le comunicazioni del Comitato provinciale Figc il cui presidente è Paolo Rosso

1. COMUNICAZIONI

1.1. COMUNICAZIONI DEL COMITATO REGIONALE SICILIA

1.1.1. SEGRETERIA

Segreteria
AFFILIAZIONI – FUSIONI – SCISSIONI – CAMBI DI DENOMINAZIONE SOCIALE – CAMBI DI SEDE SOCIALE – CAMBI DI DENOMINAZIONE E SEDE SOCIALE – CAMBI STATUS – STAGIONE SPORTIVA 2018/2019 –
In prossimità dell’inizio della Stagione Sportiva 2018/2019, si ritiene opportuno richiamare l’attenzione in ordine alle modalità da seguire con riferimento alle istanze in oggetto:

DOMANDA DI AFFILIAZIONE ALLA F.I.G.C.
Art. 15 – N.O.I.F.

A) Domanda di affiliazione alla F.I.G.C.
La domanda di affiliazione deve essere inviata utilizzando sempre il modulo federale, in triplice copia, in vigore per la Stagione Sportiva 2018/2019;
Controllare che tutte le copie siano debitamente compilate, con particolare riferimento agli indirizzi della sede sociale e della corrispondenza (C.A.P. e indirizzo e-mail compresi) ed alla data di presentazione della domanda al Comitato Regionale;
Trattandosi di carta chimica, accertarsi della leggibilità delle due copie sottostanti;
Il timbro deve riportare la denominazione sociale corrispondente a quella dell’Atto Costitutivo e dello Statuto;

B) Tipologia e denominazione sociale
La tipologia deve normalmente precedere la denominazione che deve essere adeguata ai sensi dell’Art. 90, commi 18 e 18 ter, della Legge 289/2002 (come modificato dalla Legge 128/2004):

A.S.D. = Associazione Sportiva Dilettantistica
A.C.D. = Associazione Calcio Dilettantistica
S.S.D. = Società Sportiva Dilettantistica
G.S.D. = Gruppo Sportivo Dilettantistico
S.C.D. = Società Calcio Dilettantistica
C.S.D. = Centro Sportivo Dilettantistico
F.C.D. = Football Club Dilettantistico
A.P.D. = Associazione Polisportiva Dilettantistica
U.P.D. = Unione Polisportiva Dilettantistica
U.S.D. = Unione Sportiva Dilettantistica
POL.D. = Polisportiva Dilettantistica

N.B.: La tipologia della Società (come sopra riportata) va sempre indicata, ai sensi della su citata normativa.

La denominazione non può superare le 25 lettere, compresi gli spazi;
Non possono essere ammesse denominazioni con 25 lettere senza spazi;
Le denominazioni che superano le 25 lettere sono ammesse in via eccezionale e solo in caso di compatibile riduzione a 25 lettere;
Agli effetti della compatibilità delle denominazioni, stante la necessità di diversificare le denominazioni stesse delle Società, l’esistenza di altra Società con identica o similare denominazione comporta per la Società affilianda l’inserimento di un’ aggettivazione che deve sempre precedere la denominazione (cfr, Art. 17, comma 1, N.O.I.F.);

Le pratiche di affiliazione non rispondenti ai sopra indicati requisiti verranno respinte, per l’eventuale regolarizzazione.

Esempi di alcune denominazioni incompatibili:

– “SCUOLA CALCIO”, non è denominazione trattandosi di un riconoscimento ufficiale che deve essere rilasciato dal Settore Giovanile e Scolastico alle Società che svolgono attività giovanile nelle categorie di base, affiliate da almeno due Stagioni Sportive alla F.I.G.C. e che hanno determinati requisiti;
– “NUOVA”, qualora esista altra Società con identica denominazione (p.e. denominazione XXXX incompatibile con “Nuova XXXX”);
– “RINASCITA”, “ANNO”, qualora esista altra Società con identica denominazione
(p.e. denominazione XXXX incompatibile con “Rinascita XXXX”)
(p.e. denominazione XXXX incompatibile con “2009 XXXX”)

(particolare esame per le denominazioni GIOVANI XXXX – GIOVANILE XXXX – BOYS XXXX – JUNIOR XXXX – per esistenza di altra Società con identica denominazione XXXX che partecipano ai relativi Campionati giovanili).

denominazione di carattere esclusivamente propagandistico o pubblicitario;
denominazioni che riportano consonanti peraltro incomprensibili (p.e. EF XXX, MFK XX, BSE XX, etc.)

C) Inserimento dei dati relativi al Legale Rappresentante della Società
Si rammenta che l’inserimento o la variazione del relativo dato é sempre di competenza dei Comitati Regionali, anche nel caso di “nuova affiliazione”. Il mancato inserimento del detto dato preclude alle Società la possibilità di iscriversi al Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche del C.O.N.I.

1. Si fa presente che il nominativo del Legale Rappresentante (cognome-nome) deve essere inserito senza abbreviazione e senza aggiungere titoli;
2. NON può essere inserito un secondo nominativo relativamente al Legale Rappresentante;
3. Deve essere inserito, numericamente in 11 spazi, il codice fiscale/partita IVA della Società, a partire dai primi spazi utili e NON il codice fiscale del Legale Rappresentante;
4. Il codice fiscale/partita IVA deve identificare in modo univoco una Società, per cui non possono esserci Società con stesso codice fiscale o partita IVA;
5. I dati, se incompleti, non devono essere inseriti.

Alla domanda vanno allegati:

A) Atto Costitutivo e Statuto Sociale
B) Dichiarazione attestante la disponibilità di un campo regolamentare
C) Dichiarazione di eventuale attività svolta nella stagione precedente nel Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica. Nel caso di esistenza di società già affiliata nel Settore Giovanile e Scolastico i Comitati NON dovranno inserire il codice provvisorio in quanto verrà convalidato il numero di matricola già esistente.
D) Tassa di affiliazione

Le domande di affiliazione non corredate dalla prescritta tassa dovranno essere regolarizzate e pertanto subiranno ritardo nella registrazione.

DOMANDE PER FUSIONI – SCISSIONI – CAMBI DI DENOMINAZIONE SOCIALE –
CAMBI DI SEDE SOCIALE – CAMBI DI DENOMINAZIONE E SEDE SOCIALE –
CAMBI STATUS – STAGIONE SPORTIVA 2018/2019 –

Si rappresenta che tutte le richieste relative alle istanze sopra indicate dovranno pervenire a questo Comitato Regionale inderogabilmente entro MERCOLEDI’ 20 Giugno 2018, considerato che dovranno pervenire alla Segreteria della L.N.D. inderogabilmente entro LUNEDI’ 25 Giugno 2018 al fine di consentire il successivo inoltro alla Segreteria Federale, che dovrà avvenire entro e non oltre GIOVEDI’ 5 Luglio 2018.
Le Società interessate sono invitate a richiedere l’apposito modello.

A) FUSIONI – Termine di presentazione alla F.I.G.C. per il tramite della L.N.D.: 5 luglio 2018 –

Le domande di FUSIONE tra due o più società dovranno essere corredate da:

– copia autentica dei verbali assembleari disgiunti delle società che hanno deliberato la fusione;
– copia autentica del verbale assembleare congiunto delle società che richiedono la fusione;
– Atto costitutivo e Statuto della società sorgente dalla fusione;
– elenco nominativo dei componenti gli organi direttivi.

In particolare, si richiama l’attenzione:

– i verbali dovranno riguardare le Assemblee generali dei soci non avendo titolo a deliberare la fusione i Consigli Direttivi o i Presidenti delle Società stesse;
– le domande dovranno essere sempre corredate dal nuovo Atto costitutivo e dal nuovo Statuto sociale della società sorgente dalla fusione;
– la denominazione sociale dovrà essere comunque compatibile: l’esistenza di altra società con identica o similare denominazione comporta, per la società sorgente, l’inserimento di un’aggettivazione che deve sempre precedere e non seguire la denominazione;
– per motivi ed esigenze di celere riscontro, questo Comitato Regionale dovrà fare pervenire non oltre il 25 GIUGNO 2018, alla Lega Nazionale Dilettanti, le relative pratiche di “Fusioni”. Il nuovo numero di codice della Società sorgente dalla Fusione, verrà inserito nel sistema AS400 direttamente dal CED della Lega Nazionale Dilettanti;
– le delibere delle Società inerenti la fusione debbono espressamente prevedere, quale condizione della loro efficacia, l’approvazione della F.I.G.C.;

B) SCISSIONI – Termine di presentazione alla F.I.G.C. per il tramite della L.N.D.:
5 luglio 2018 –

In ambito dilettantistico, ed al solo fine di consentire la separazione tra settori diversi dell’attività sportiva, quali il calcio maschile, il calcio femminile ed il calcio a cinque, è consentita la scissione, mediante trasferimento dei singoli rami dell’azienda sportiva comprensivi del titolo sportivo, in più società di cui soltanto una conserva l’anzianità di affiliazione. Non è consentita la Scissione della sola attività di Settore Giovanile e Scolastico.

Le domande di SCISSIONE dovranno essere corredate da:

– copia autentica del verbale dell’Assemblea dei soci che hanno deliberato la scissione;
– domanda di affiliazione per ogni altra Società che sorgerà dalla scissione, corredata da tutta la documentazione di rito (Atto costitutivo, Statuto sociale, disponibilità di campo sportivo, tassa di affiliazione). Il numero di codice della Società richiedente l’affiliazione verrà inserito nel sistema AS400 direttamente dal CED della Lega Nazionale Dilettanti;
– in caso di scissione di calcio a undici e calcio a cinque: elenco nominativo dei calciatori attribuiti alle società oggetto di scissione.

In particolare, si richiama l’attenzione:

– la delibera della Società inerente la scissione deve espressamente prevedere, quale condizione della sua efficacia, l’approvazione della F.I.G.C.

Le Fusioni e le Scissioni sono consentite alle condizioni di cui all’Art. 20 delle N.O.I.F..

C) CAMBI DI DENOMINAZIONE SOCIALE – Termine di presentazione alla F.I.G.C. per il tramite della L.N.D.: 5 luglio 2018 –

Le domande in oggetto dovranno essere corredate da:
– copia autentica del verbale dell’Assemblea dei soci che ha deliberato il cambio;
– Atto costitutivo originario;
– Statuto Sociale con la nuova denominazione;
– elenco nominativo dei componenti gli organi direttivi.

In particolare, si richiama l’attenzione:
– i verbali dovranno riguardare le Assemblee generali dei soci, non avendo titolo a deliberare il cambio i Consigli Direttivi o i Presidenti delle società stesse;
– le domande dovranno essere sempre corredate dall’Atto costitutivo originario e dallo Statuto Sociale aggiornato della società;
– la denominazione dovrà essere comunque compatibile con quella di altre società: l’esistenza di altra società con identica o similare denominazione comporta, per la società interessata, l’inserimento di un’aggettivazione che deve sempre precedere e non seguire la denominazione;

Per quanto attiene alle sole Società appartenenti al Dipartimento Interregionale e al Dipartimento Calcio Femminile, fatte salve le disposizioni generali in ordine all’applicazione dell’Art. 17, delle N.O.I.F., è fatto obbligo di prevedere che la denominazione sociale, comunque formata, dovrà contenere l’indicazione del Comune di riferimento al quale si richiama la Società medesima.
Pertanto, nella denominazione sociale risultante all’atto del mutamento, dovrà essere indicato, da parte della Società interessata, il nome del Comune, che deve corrispondere con quello dove ha sede la Società, utilizzando anche elementi che riconducano in maniera certa e chiara all’appartenenza territoriale del medesimo Comune. Ciò al fine di palesare nei segni di riconoscibilità e di trasparenza il carattere specifico di una Società (cfr. Circolare della L.N.D. N. 14 del 29 Novembre 2005).

I Cambi di Denominazione Sociale sono consentiti alle condizioni di cui all’Art. 17 delle N.O.I.F..

D) CAMBI DI SEDE SOCIALE – Termine di presentazione alla F.I.G.C. per il tramite della L.N.D.: 5 Luglio 2018 –

Possono essere richiesti soltanto se il trasferimento di sede in altro Comune è confinante con quello di provenienza della Società (cfr. Art. 18 N.O.I.F.).

Possono essere richiesti soltanto da Società affiliate alla F.I.G.C. da almeno due Stagioni Sportive e che, nelle due Stagioni precedenti (Stagioni Sportiva 2016/2017 e 2017/2018) non abbiano trasferito la sede sociale in altro Comune o non siano state oggetto di fusione, di scissione o di conferimento d’azienda.

Non costituisce cambio di sede la variazione dell’indirizzo sociale nell’ambito dello stesso Comune.

Le modalità di presentazione sono le stesse riportate alla lettera C).

E) CAMBI DI DENOMINAZIONE E DI SEDE SOCIALE – Termine di presentazione alla F.I.G.C.
per il tramite della L.N.D.: 5 Luglio 2018 –

Possono essere richiesti soltanto se il trasferimento di sede in altro Comune è confinante con quello di provenienza della Società (cfr. Art. 18 N.O.I.F.). Le modalità di presentazione sono le stesse riportate alle lettere C) e D).

I Cambi di Denominazione Sociale e Sede Sociale sono consentiti alle condizioni di cui agli Artt. 17 e 18 delle N.O.I.F.

F) CAMBI DI ATTIVITA’ DA SETTORE GIOVANILE E SCOLASTICO A DILETTANTE E VICEVERSA –

Le richieste devono pervenire alla Segreteria della L.N.D. a partire dal 18 Giugno 2018. La L.N.D., verificati i documenti, provvederà ad eseguire le variazioni richieste.
L’aggiornamento di queste variazioni sul sistema AS400 sarà fondamentale ai fini del corretto inquadramento delle Società al momento delle iscrizioni e del calcolo dei costi da attribuire alle stesse Società.

G) TRASFORMAZIONE DA SOCIETÀ DI CAPITALI IN SOCIETÀ DI PERSONE –

Per quanto attiene alla tempistica di tale trasformazione, tenuto conto che la medesima comporta un mutamento della denominazione sociale, si deve fare riferimento all’Art. 17 delle N.O.I.F., che prevede che la richiesta di autorizzazione sia inoltrata entro il 5 LUGLIO 2018, antecedente all’inizio dell’attività agonistica.
Le modalità di presentazione sono le stesse riportate al precedente punto, relativo ai Cambi di Denominazione Sociale (lettera C) e, pertanto, non va omesso l’atto costitutivo.
La procedura corretta della trasformazione da Società di Capitali in Società di persone è disciplinata dall’Art. 2500 sexies del Codice Civile.
L’atto di trasformazione deve essere redatto da Notaio.
Trattandosi di trasformazione, non sussiste alcun problema in ordine al mantenimento del titolo sportivo, dell’anzianità e del numero di matricola, che restano inalterati.

H) TRASFORMAZIONE DA SOCIETÀ DI PERSONE – ASSOCIAZIONI RICONOSCIUTE O NON
A SOCIETA’ DI CAPITALI –

Le Società di persone, le Associazioni riconosciute o non riconosciute, che intendono assumere la veste giuridica di Società di capitali devono far pervenire alla F.I.G.C., tramite la Lega Nazionale Dilettanti e il Settore per l’Attività Giovanile e Scolastico (per Società e Associazioni di “puro Settore”), a partire dal termine dell’attività ufficiale annuale fino al 5 LUGLIO successivo, domanda per cambio di denominazione sociale (cfr. Art. 17, N.O.I.F.), corredata dal Verbale dell’Assemblea che ha deliberato la trasformazione, peraltro incluso nell’atto notarile, adottata nel rispetto delle prescrizioni dettate dagli Artt. 2498 e segg. del Codice Civile, nonché dello Statuto Sociale, con la nuova denominazione.
Non va dimenticato di accludere anche l’Atto costitutivo della Società prima della trasformazione.
Le modalità di presentazione sono le stesse riportate al precedente punto, relativo ai Cambi di Denominazione Sociale (lettera C).
L’atto di trasformazione deve essere redatto da Notaio.
Trattandosi di trasformazione, non sussiste alcun problema in ordine al mantenimento del titolo sportivo, dell’anzianità e del numero di matricola, che restano inalterati.
Ottenuta l’iscrizione nel registro delle imprese, le Società devono fornire immediata prova alla F.I.G.C.

***************
AFFILIAZIONE
Art. 15 – N.O.I.F.

1. Per ottenere l’affiliazione alla F.I.G.C. le società debbono inoltrare al Presidente Federale apposita domanda, sottoscritta dal legale rappresentante e corredata dai seguenti documenti in copia autentica:

a) atto costitutivo e statuto sociale;
b) elenco nominativo dei componenti l’organo o gli organi direttivi;
c) dichiarazione di disponibilità di un idoneo campo di giuoco.

2. La domanda, accompagnata dalla tassa di affiliazione, deve essere inoltrata per il tramite del Comitato Regionale territorialmente competente che esprime sulla stessa il proprio parere.

3. La F.I.G.C., attraverso i propri comunicati ufficiali, fornisce notizia delle domande di affiliazione accolte.

4. Le società, costituite in S.p.A. o S.r.l., devono fornire alla F.I.G.C. prova della omologazione, una volta ottenuta la stessa dal Tribunale competente.

5. Le società affiliate alla F.I.G.C. si associano nelle Leghe e nel Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica in relazione alle funzioni demandate a tali enti dagli articoli 6 e 9 dello Statuto.

6. Le società devono provvedere annualmente al rinnovo della affiliazione all’atto della iscrizione al Campionato ed al versamento, ove previsto, della relativa tassa.

7. All’atto dell’affiliazione o del rinnovo annuale della stessa, le società costituite in forma di società per azioni o di società a responsabilità limitata sono tenute ad inoltrare alla F.I.G.C. un estratto notarile del libro soci. Sono altresì tenute a comunicare, nei limiti di cui al successivo comma 7 bis, ogni mutamento nella loro partecipazione. Nel caso in cui il capitale sia detenuto in tutto od in parte, direttamente o indirettamente, da società di capitali, la F.I.G.C. può richiedere, sempre nei limiti di cui al successivo comma 7 bis, alla propria affiliata la comunicazione dei documenti necessari alla identificazione delle persone fisiche che detengono, attraverso le suddette società, il capitale delle società affiliate.

7. bis Le società professionistiche con azioni quotate in borsa, avutane notizia, sono tenute a comunicare, entro le 48 ore, i mutamenti nella loro partecipazione quando questi superino il 2% del capitale sociale; le successive variazioni nelle partecipazioni devono essere comunicate entro 30 giorni da quello in cui la misura dell’aumento o della diminuzione ha superato la metà della percentuale stessa o la partecipazione si è ridotta entro il limite percentuale. Qualora il capitale di dette società sia detenuto direttamente o indirettamente in misura superiore al 10% da società di capitali, la F.I.G.C. può chiedere alla propria affiliata la comunicazione dei documenti atti a identificare le persone fisiche che lo detengono.

8. L’inosservanza alle prescrizioni di cui al comma che precede comporta le sanzioni previste dall’art. 90 delle presenti norme.

DENOMINAZIONE SOCIALE
Art. 17 – N.O.I.F.

1. La denominazione sociale risultante all’atto di affiliazione è tutelata dalla F.I.G.C. secondo i principi della priorità e dell’ordinato andamento delle attività sportive.

2. Il mutamento di denominazione sociale delle società può essere autorizzato, sentito il parere della Lega competente o del settore per l’Attività Giovanile e Scolastica, dal Presidente della F.I.G.C. su istanza da inoltrare improrogabilmente entro il 15 Luglio di ciascun anno. Per le Società associate alla Lega Nazionale Dilettanti tale termine è anticipato al 5 Luglio. All’istanza vanno allegati, in copia autentica, il verbale dell’Assemblea che ha deliberato il mutamento di denominazione, l’atto costitutivo, lo statuto sociale e l’elenco nominativo dei componenti l’organo o gli organi direttivi. Non è ammessa l’integrale sostituzione della denominazione sociale con altra avente esclusivo carattere propagandistico o pubblicitario.

3. Per la Lega Nazionale Professionisti Serie C è ammessa l’integrazione della denominazione sociale con il nome dell’eventuale sponsor nel rispetto delle condizioni previste al riguardo nel regolamento di detta Lega.

MUTAMENTO DELLA DENOMINAZIONE SOCIALE
SOCIETÀ ADERENTI AL DIPARTIMENTO INTERREGIONALE
ED AL DIPARTIMENTO CALCIO FEMMINILE

Si riporta la Circolare N° 14 del 29 Novembre 2005 della Lega Nazionale Dilettanti:

“Con deliberazione assunta dal Consiglio Direttivo della L.N.D. nella riunione del 15 Novembre 2005, la Lega Nazionale Dilettanti ha accolto la proposta di introdurre una limitazione più restrittiva in tema di mutamento della denominazione sociale, da intendersi riferita alle sole Società aderenti al Comitato Interregionale ed alla Divisione Calcio Femminile.

Ciò premesso, fatte salve le disposizioni generali vigenti in ordine all’applicazione dell’Art. 17, delle N.O.I.F., relativo al cambio della denominazione sociale, alle Società appartenenti esclusivamente al Comitato Interregionale ed alla Divisione Calcio Femminile è fatto obbligo di prevedere che la denominazione sociale, comunque formata, dovrà contenere l’indicazione del Comune di riferimento al quale si richiama la Società medesima.

Pertanto, nella denominazione sociale risultante all’atto del mutamento, dovrà essere indicato, da parte della Società interessata, il nome del Comune, che deve corrispondere con quello dove ha sede la Società, utilizzando anche elementi che riconducano in maniera certa e chiara all’appartenenza territoriale del medesimo Comune. Ciò al fine di palesare nei segni di riconoscibilità e di trasparenza il carattere specifico di una Società. ”

SEDE SOCIALE
Art. 18 – N.O.I.F.

1. La Sede Sociale è quella indicata al momento dell’affiliazione.

2. II trasferimento della sede di una Società in altro Comune è approvato dal Presidente Federale.
L’approvazione è condizione di efficacia del trasferimento di sede. La relativa delibera deve espressamente prevedere, quale condizione della sua efficacia, l’approvazione da parte del Presidente Federale.

3. La domanda di approvazione deve essere inoltrata al Presidente Federale con allegata la copia autentica del verbale della assemblea della società che ha deliberato il trasferimento di sede, lo statuto della società, nonché l’elenco nominativo dei componenti degli organi direttivi ed ogni altro atto che sia richiesto dagli organi federali.
Le domande di approvazione dei trasferimenti di sede devono essere presentate, in ambito professionistico, entro il 15 luglio di ogni anno, in ambito dilettantistico, entro il 5 luglio di ogni anno.

4. II Presidente della F.I.G.C. delibera sulle domande, sentita la Lega competente.

5. Il trasferimento di sede è consentito alle seguenti condizioni:

a) la società deve essere affiliata alla F.I.G.C. da almeno due stagioni sportive;
b) la società deve trasferirsi in Comune confinante, fatti salvi comprovati motivi di eccezionalità per società del settore professionistico;
c) la società, nelle due stagioni sportive precedenti, non abbia trasferito la sede sociale in altro Comune e non sia stata oggetto di fusione, di scissione o di conferimento di azienda.

FUSIONI – SCISSIONI – CONFERIMENTI D’AZIENDA
Art. 20 – N.O.I.F.

1. La fusione tra due o più società, la scissione di una Società, il conferimento in conto capitale dell’azienda sportiva in una società interamente posseduta dalla società conferente, effettuate nel rispetto delle vigenti disposizioni normative e legislative, debbono essere approvate dal Presidente della F.I.G.C. In caso di scissione di una società o di conferimento dell’azienda sportiva in altra società interamente posseduta dalla Società conferente, l’approvazione può essere concessa, a condizione che sia preservata l’unitarietà dell’intera azienda sportiva e sia garantita la regolarità e il proseguimento dell’attività sportiva.

2. L’approvazione è condizione di efficacia della fusione, della scissione o del conferimento d’azienda. Le delibere delle società inerenti la fusione , la scissione o il conferimento dell’azienda in conto capitale di una società controllata debbono espressamente prevedere, quale condizione della loro efficacia, l’approvazione da parte del Presidente Federale.

3. Le domande di approvazione debbono essere inoltrate al Presidente Federale con allegate le copie autentiche dei verbali di assemblea e di ogni altro organo delle società che hanno deliberato la fusione, la scissione o il conferimento dell’azienda sportiva, i progetti o gli atti di fusione, scissione o conferimento di aziende con le relazioni peritali, l’atto costitutivo e lo statuto della società che prosegue l’attività sportiva a seguito della fusione, della scissione o del conferimento dell’azienda sportiva, nonché l’elenco nominativo dei componenti degli organi direttivi ed ogni altro atto che sia richiesto dagli organi federali.
Dette domande, in ambito dilettantistico o di Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica, debbono essere presentate entro il 5 luglio di ogni anno.
Le domande di approvazione della fusione, in ambito professionistico, debbono essere presentate entro il 15 luglio di ogni anno.
Le domande relative ad operazioni di scissioni o conferimento d’azienda, in ambito professionistico, possono essere presentate anche oltre detto termine.

4. Il Presidente della F.I.G.C. delibera sulle domande dopo avere acquisito il parere delle Leghe competenti e, nel caso sia interessata alla operazione una società associata a Lega professionistica, anche i pareri vincolanti e conformi della CO.VI.SO.C. e di una commissione composta dai Vice Presidenti eletti, dai Presidenti delle tre Leghe e delle Associazioni delle Componenti Tecniche o da loro rappresentanti. La commissione così formata esprime il proprio parere a maggioranza qualificata, con il voto favorevole di almeno cinque componenti. La CO.VI.SO.C. esprime il proprio parere, tenendo conto di ogni parametro e di ogni altro elemento idoneo a garantire la continuità e l’unitarietà dell’azienda sportiva.

5. In caso di fusione approvata, rimane affiliata alla F.I.G.C. la società che sorge dalla fusione e ad essa sono attribuiti il titolo sportivo superiore tra quelli riconosciuti alle società che hanno dato luogo alla fusione e l’anzianità di affiliazione della società affiliatasi per prima.
In caso di scissione approvata, è affiliata alla F.I.G.C. unicamente la società cui, in sede di scissione, risulta trasferita l’intera azienda sportiva. A detta società sono attribuiti il titolo sportivo e l’anzianità di affiliazione della società scissa.
In caso di conferimento approvato in conto capitale dell’azienda sportiva da parte di una società affiliata in una società dalla stessa interamente posseduta, è affiliata alla F.I.G.C. unicamente la società cui risulta conferita l’intera azienda sportiva. A detta società sono attribuiti il titolo sportivo e l’anzianità di affiliazione della società conferente.

6. In ambito dilettantistico ed al solo fine di consentire la separazione tra settori diversi dell’attività sportiva, quali il calcio maschile, il calcio femminile ed il calcio a cinque, è consentita la scissione mediante trasferimento dei singoli rami dell’azienda sportiva comprensivi del titolo sportivo, in più società di cui soltanto una conserva l’anzianità di affiliazione.

7. La fusione, la scissione e il conferimento in conto capitale dell’azienda sportiva in una società posseduta dalla conferente, sono consentite alle seguenti condizioni:

a) le società oggetto di fusione, le società oggetto di scissione ovvero la società conferente siano affiliate alla F.I.G.C. da almeno due stagioni sportive;
b) in ambito professionistico tutte le società interessate alla fusione, ovvero alla scissione o al conferimento devono avere sede, salvo casi di assoluta eccezionalità, nello stesso Comune o in Comuni confinanti. In ambito dilettantistico e di Settore per l’Attività Giovanile e Scolastica le società interessate alla fusione, ovvero alla scissione o al conferimento devono avere sede nella stessa Provincia, ovvero in Comuni confinanti di Province e/o Regioni diverse. Nell’ipotesi in cui le suddette operazioni siano effettuate tra società del settore professionistico e società del settore dilettantistico – giovanile e scolastico, vige il criterio stabilito in ambito professionistico;
c) tra società che nelle due stagioni sportive precedenti, non abbiano trasferito la sede sociale in altro Comune, non siano state oggetto di fusioni, di scissioni o di conferimenti di azienda.

1.2. UFFICIO ATTIVITA’ GIOVANILE SUL TERRITORIO

SOCIETA’ INATTIVE S.G.S. – STAGIONE SPORTIVA 2017/2018

================================================================================
SOCIETA’ SGS CESSATE STAGIONE SPORTIVA 2017/2018 C.R. SICILIA
================================================================================
CODICE DENOMINAZIONE SOCIALE LOCALITA’RESIDENZA CESSATA TIPO
================================================================================
945.892 A.S.D. ACCADEMIA PAMELA CONTI GM 11 6 2018 2017 2018 31
935.929 U.S.D. AGRIGENTO GM 11 6 2018 2017 2018 31
935.013 A.S.D. ATENE GM GF 11 6 2018 2017 2018 31
740.701 A.P.D. ATLETICO PEDARA GM 11 6 2018 2017 2018 31
944.073 A.S.D. ATLETICO RAMACCA GM 11 6 2018 2017 2018 31
937.798 A.S.D. CALCIO GRAVINA SAN PAOLO GM 11 6 2018 2017 2018 31
946.244 A.S.D. CASSIBILE FONTANE BIANCHE GM 11 6 2018 2017 2018 31
938.469 ACRD CITTA DI MISILMERI GM 11 6 2018 2017 2018 31
914.724 A.S.D. CITTA DI S.VENERINA GM 11 6 2018 2017 2018 31
911.838 A.S.D. EUROCALCETTO GM 1 9 2017 2017 2018 31
921.775 ASD.P. EUROPA MONTELEPRE GM 11 6 2018 2017 2018 31
946.079 A.S.D. GENERAZIONEZERO ETNEA GM 11 6 2018 2017 2018 31
934.947 A.S.D. GIANT S CLUB GM 11 6 2018 2017 2018 31
946.078 A.S.D. GIOVANILE COLLESANO GM 11 6 2018 2017 2018 31
920.021 A.S.D. GIUSEPPE PAGANA GM 11 6 2018 2017 2018 31
945.351 A.S.D. I PICCIOTTI DEL TORO GM 11 6 2018 2017 2018 31
931.582 A.C.D. JUNIORCLUB CURCURACI 2009 GM 2017 2018 11
740.747 A.S. KIRIO VALDERICE 2002 GM 13 3 2018 2017 2018 31
912.853 A.S.D. KRONION CALCIO GM 11 6 2018 2017 2018 31
939.040 A.S.D. LA MADONNINA GM 11 6 2018 2017 2018 31
921.636 A.S.D. M. RAPISARDI GM 11 6 2018 2017 2018 31
740.024 A.S.D. MONTEMAGGIORE GM 11 6 2018 2017 2018 31
944.264 NUOVA ASD LUPA CALCIO GM 11 6 2018 2017 2018 31
921.453 A.S.D. NUOVA PARTANNA CALCIO GM 11 6 2018 2017 2018 31
932.029 A.P.D. OLYMPIC RAKKUSA GM 11 6 2018 2017 2018 31
936.972 F.C.D. PATERNO CALCIO GM 30 6 2017 2017 2018 31
936.444 ASD PIANETA CATANIA GM 11 6 2018 2017 2018 31
920.168 A.S.D. POL.FC CONTESSE GM 11 6 2018 2017 2018 31
912.926 A.S.D. PRO AIDONE GM 11 6 2018 2017 2018 31
937.800 A.S.D. RADDUSA GM 11 6 2018 2017 2018 31
912.947 S.C. REAL MISTERBIANCO GM 1 9 2017 2017 2018 31
938.566 ASD.G. RIBERA 2013 GM 11 6 2018 2017 2018 31
910.734 A.S.D. SAMBUCA DI SICILIA GM 11 6 2018 2017 2018 31
941.267 A.S.D. SAN BENEDETTO IL MORO GM 11 6 2018 2017 2018 31
946.325 A.S.D. SPORT LIFE GM 11 6 2018 2017 2018 31
918.927 S.S.D. SPORTCLUB MARSALA 1912SRL GM 8 11 2017 2017 2018 31
945.939 A.S.D. SPORTING MELILLI GM 11 6 2018 2017 2018 31
946.142 A.S.D. STIMPFL GM 11 6 2018 2017 2018 31
947.632 A.S.D. TARTARUGHINO GM 11 6 2018 2017 2018 31
946.344 A.S.D. TRASMAZZARO GM 20 9 2017 2017 2018 31
921.420 A.S.D. TRE FONTANE GM 12 10 2017 2017 2018 31
921.817 A.S.D. VAL PRATO GM 11 6 2018 2017 2018 31
948.504 ASCD VIGOR ITALA GM 11 6 2018 2017 2018 31
932.949 F.C.D. VIRTUS OLIMPIA 2010 GM 11 6 2018 2017 2018 31
914.583 VIZZINI NUOVA A.P.D. GM 11 6 2018 2017 2018 31
Totale 45

DEROGA ART.34 c.1 N.O.I.F. – Campionato Allievi stagione sportiva 2018/2019
Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti ha preso atto che il Settore Giovanile e Scolastico della F.I.G.C. ha rinnovato il proprio nulla-osta per la stagione sportiva 2018/2019 alla estensione della deroga dell’art.34 c.1 delle N.O.I.F., ai calciatori che disputano il Campionato Allievi.

MODULO DI RIPESCAGGIO AI CAMPIONATI REGIONALI 2018/2019
Le società non in organico che intendono partecipare ai Campionati Regionali Allievi e Giovanissimi 2018/2019 dovranno presentare a questo C.R. istanza di ripescaggio sul modello allegato e scaricabile dal sito della L.N.D. Sicilia dall’1 al 19 giugno 2018 a mezzo posta raccomandata.
Si fa presente che saranno escluse dagli Organici Residui le società che presentano motivi di preclusione, giusto quanto pubblicato sul Comunicato Ufficiale Nazionale S.G.S. “Criteri di Ammissione ai Campionati Regionali 2018/2019” e sul C.U. n°186 sgs 60 del 4 dicembre 2017:

– Società retrocesse dai Campionati Regionali 2017/18 sia direttamente che per PLAY OUT;
– 100 punti in classifica disciplina solo per la categoria DOVE E’ OCCORSA LA PRECLUSIONE;
– provvedimenti di cui all’art. 19 del Codice di Giustizia Sportiva che determinano, per il singolo soggetto, una sanzione tra squalifica ed inibizione di durata complessivamente pari o superiore a 12 mesi, inflitti al Presidente o a qualsiasi altro Dirigente e Collaboratore tesserato per la Società;
– società che non hanno partecipato al Campionato Allievi e Giovanissimi (obbligatoriamente) ed uno tra Esordienti e Pulcini.

Inoltre, saranno escluse dai ripescaggi le società che al 30 giugno 2018 presentano un saldo passivo.

Le società Vincenti i Campionati Provinciali che avessero intenzione di partecipare ai Campionati Regionali 2018/2019, dovranno inviare entro il 25 giugno 2018, prima della pubblicazione dell’Organico residuo, l’adesione di partecipazione.
Si fa presente, altresì, che questo C.R. con successivo C.U. renderà note le date entro le quali le società in organico e che hanno diritto di partecipare ai Campionati Regionali Allievi e Giovanissimi, dovranno perfezionare l’iscrizione solo ed esclusivamente on-line.

Criteri di ammissione ai Campionati Regionali 2018/2019

Estratto dal C.U. n°186 sgs 60 del 4 dicembre 2017

DIRITTO A PARTECIPARE AI CAMPIONATI REGIONALI

Sono AMMESSE DI DIRITTO, per la stagione sportiva 2018/2019,
se fanno richiesta di partecipazione (in classifica):

1. le Squadre di società professionistiche non iscritte ai Campionati Nazionali Under 17
e Under 15 che ne fanno richiesta per la prima volta;
2. le Squadre di società professionistiche che al termine della stagione sport. 2017/2018
saranno retrocesse nel Campionato Nazionale di Serie D;
3. le squadre campioni provinciali e locali della categoria Allievi e Giovanissimi;
4. le squadre non retrocesse di ciascun girone.

I singoli Comitati Regionali territorialmente competenti, ove sia possibile sia per il numero di Società presenti che per motivi organizzativi e strutturali, potranno consentire la partecipazione ai Campionati Regionali Allievi e Giovanissimi a squadre di Società professionistiche già impegnate nei Campionati Nazionali. Tale partecipazione dovrà essere considerata fuori classifica.

INOLTRE,
dopo aver assegnato gli eventuali posti disponibili sulla base dei criteri regionali pubblicati sui Comunicati Ufficiali, gli eventuali posti a disposizione saranno assegnati alle Società che partecipano nella stagione sportiva 2018/2019 al Campionato Nazionale di Serie D, purché ne facciano richiesta e non siano precluse, e sempre sulla base di ulteriori criteri regionali.

PRECLUSIONI a cura della FIGC – Settore Giovanile e Scolastico

NON possono essere ammesse a partecipare ai Campionati Regionali le squadre di Società che, in ambito di attività di Settore Giovanile e nel corso della stagione sportiva 2017/2018, INCORRONO in una sola delle seguenti preclusioni e di quelle riportate nei paragrafi 2.1 e 2.2 del Comunicato Ufficiale n° 1:

PRECLUSIONE alla partecipazione ai Campionati Regionali in ENTRAMBE le CATEGORIE

1. mancata partecipazione, nella precedente stagione sportiva (2017/2018) a campionati o tornei organizzati dalla F.I.G.C. nelle categorie giovanili Allievi, Giovanissimi, Esordienti* e/o Pulcini* fatte salve le specifiche esigenze regionali esclusivamente per le categorie Esordienti e Pulcini;

2. provvedimenti di cui all’art. 19 del Codice di Giustizia Sportiva che determinano, per il singolo soggetto, una sanzione tra squalifica ed inibizione di durata complessivamente pari o superiore a 12 mesi, inflitti al Presidente o a qualsiasi altro Dirigente e Collaboratore tesserato per la Società;

3. condanna della Società per illecito sportivo

* escluse le Società Professionistiche

ESCLUSIONE dal Campionato solo per la categoria DOVE E’ OCCORSA LA PRECLUSIONE

Esclusione della squadra per quanto disposto dalla sezione 8.5 “Classifica disciplina” del Comunicato Ufficiale n. 1 del S.G.S. e con l’eccezione della condanna della società per illecito sportivo che comporta la preclusione per entrambe le categorie;

superamento dei 100 punti nella classifica disciplina, redatta al termine della “stagione regolare” del Campionato 2017/2018 per le sole squadre Giovanissimi ed Allievi (regionali, provinciali e locali) in base ai provvedimenti sanzionatori inflitti nei confronti della Società, Dirigenti, Collaboratori, Tecnici e Calciatori.

superamento dei 100 punti nella classifica disciplina redatta, con riferimento alle sole gare della fase finale di aggiudicazione del titolo regionale o provinciale della stagione sportiva 2017/2018 per le squadre Giovanissimi ed Allievi, in base ai provvedimenti sanzionatori inflitti nei confronti della Società, Dirigenti, Collaboratori, Tecnici e Calciatori.

superamento dei 100 punti nella classifica disciplina redatta, con riferimento alle sole gare della fase finale di aggiudicazione del titolo nazionale della stagione sportiva 2017/2018 per le squadre Giovanissimi ed Allievi, in base ai provvedimenti sanzionatori inflitti nei confronti della Società, Dirigenti, Collaboratori, Tecnici e Calciatori.

ritiro di una squadra in classifica;
fanno eccezione a tale regola le squadre iscritte ai Tornei Fascia B.

PRECLUSIONE per PLAY OUT (estratto dal C.U.n°122/sgs34 del 24.10.2017)
…omissis…
La seconda retrocessione ai Campionati Provinciali, in ogni girone, sarà determinata mediante gare di play out e la stessa non potrà accedere in nessun caso alla graduatoria dei Ripescaggi per la stagione sportiva 2018/2019

FESTA REGIONALE CATEGORIA ESORDIENTI 2° anno (9:9)

PREMIO FAIR PLAY “FIGC-Agrigento”
Al fine di divulgare i sani valori dello sport, proponendo a tutti i partecipanti, giovani calciatori ed accompagnatori, un fine settimana all’insegna del divertimento tra gioco e visita delle bellezze del nostro territorio, la Delegazione Provinciale LND di Agrigento chiede di organizzare la manifestazione in oggetto
La manifestazione prevede un confronto di gioco con gare di sana competizione sportiva tra le società delle Delegazioni partecipanti e momenti di svago attraverso escursioni presso la Valle dei Templi, la Scala Dei Turchi, la Casa di Pirandello ecc…
I partecipanti (giocatori, tecnici ed eventuali genitori), avranno la possibilità di soggiornare, a proprie spese, presso strutture convenzionate.

REGOLAMENTO
ISTITUZIONE DELLA “FESTA REGIONALE CATEGORIA ESORDIENTI 2°ANNO (9:9) PREMIO FAR PLAY FIGC-AGRIGENTO”
La Delegazione Provinciale di Agrigento della FIGC – LND, indice ed organizza, per la Stagione Sportiva 2017/18, la manifestazione in oggetto.

PARTECIPAZIONE
Hanno diritto a partecipare le Scuole di Calcio Qualificate, segnalate dalle rispettive Delegazioni Provinciali, reclutate attraverso una Graduatoria di Merito, che terrà conto sia delle capacità ed abilità tecniche sia anche delle particolari connotazioni organizzative e didattiche, considerando:
Rapporto tra tecnici qualificati e numero di bambini/e;
Rapporto tra numero di squadre pulcini ed esordienti iscritte e numero di tesserati;
Numero di bambine partecipanti;
Partecipazione alle riunioni organizzate dal S.G.S.

SQUADRE
Ogni squadra dovrà essere composta da 15 calciatori, solo in casi particolari è possibile accettare un numero inferiore di calciatori (comunque minimo 13).

LIMITI DI ETA’ PER LA PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI
Possono partecipare i calciatori nati nel 2005, con possibilità di inserire 3 giovani nati nel 2006, regolarmente tesserati FIGC con la propria Società per la stagione in corso.

MODALITA’ DI SVOLGIMENTO DELLE GARE
L’attività prevede l’organizzazione di incontri a concentramenti (3 o 4 squadre).
Ad ogni concentramento le Società si confronteranno fra di loro con gare 9 vs 9 e prove di abilità tecnica (Shootout) a confronto, con il Regolamento della relativa categoria e su campi disposti trasversalmente nello stadio comunale di Favara, in modo da consentire la possibilità di giocare due gare contemporaneamente.
Al termine degli incontrI e con il solo scopo di rimodulare i nuovi concentramenti per il giorno successivo, si procederà alla formulazione delle “Graduatoria di Merito/Classifica” finale, dove verranno considerati i seguenti criteri in ordine elencati:
1. Esito degli incontri diretti (risultato dei 3 tempi di gioco)
2. Esito delle sfide agli “Shootout”
3. Miglior punteggio ottenuto nella graduatoria “Fair Play”
4. Miglior punteggio ottenuto nella graduatoria “Bonus”
5. Sorteggio

SALUTI
I dirigenti ed i tecnici delle Società interessate dovranno sollecitare, sia all’inizio che alla fine di ogni confronto, i partecipanti alla gara a salutarsi fra di loro, stringendosi la mano.

RISULTATI DELLE GARE
Visto che le società partecipanti non saranno coinvolte in successive fasi (interregionale o nazionale) e stante il carattere ludico-promozionale dell’Attività di Base, non si svolgeranno fasi finali (semifinali e finali con due squadre) per l’aggiudicazione di eventuali titoli, né saranno pubblicati risultati e classifiche finali.
A fine manifestazione tutti i partecipanti verranno premiati con gadget e targhe uguali; verrà assegnato il Premio Fair Play “FIGC-Agrigento” alla società meritevole, attraverso una Graduatoria di Merito redatta da una Specifica Commissione, che terrà conto sia dei risultati tecnici della squadra, ma soprattutto del comportamento, dentro e fuori dal campo di tutti i componenti della Società (giocatori, tecnici, dirigenti ed eventuali familiari al seguito), durante tutta la manifestazione.

ARBITRAGGIO DELLE GARE
Pur essendo prevista nella categoria Esordienti varie formule per l’arbitraggio delle gare, nella Festa Regionale i confronti saranno diretti da Arbitri designati dalla Sezione AIA di Agrigento e messi a disposizione gratuitamente dal C.R. LND Sicilia.

TERZO TEMPO
A fine manifestazione è previsto l’organizzazione del “Terzo Tempo”, in cui tutte le Società partecipanti potranno mettere a disposizione dei piccoli calciatori, dei dirigenti e accompagnatori delle merendine, dolci locali o gadget da condividere tra loro, coinvolgendo
tutti i protagonisti dell’evento.
Il CALENDARIO DELLE GARE verrà consegnato ai dirigenti delle Società partecipanti all’arrivo presso lo Stadio Comunale “G. Bruccoleri” di Favara

PROGRAMMA della Festa Regionale:
Sabato 16/06/2018 ore 10:00 presentazione delle società e gare;
Sabato 16/06/2018 pomeriggio libero (per eventuali escursioni).
Domenica 17/06/2018 ore 09:30 gare;
Domenica 17/06/2018 ore 12:00 Terzo Tempo e premiazione

1.3. COMUNICAZIONI DEL SETTORE TECNICO

Comunicazioni Del Settore Tecnico
Indirizzo mail: sicilia.settoretecnico@lnd.it
Fax: 0916808498

CORSO PER L’ABILITAZIONE A COLLABORATORE DELLA GESTIONE SPORTIVA ORGANIZZATO DA L.N.D COMITATO REGIONE SICILIA ART. 47 BIS REGOLAMENTO L.N.D.
CON IL SUPPORTO DEL SETTORE TECNICO E LA COLLABORAZIONE DELL’ A.DI.SE.

COMUNICATO UFFICIALE N°296 – 2017/2018

Bando di ammissione al Corsi per l’abilitazione a Collaboratore della Gestione Sportiva che avranno luogo presso il Comitato Regionale PALERMO e CATANIA con inizio previsto per Febbrazio/Marzo 2019 (Catania) e Novembre/Dicembre 2018 (Palermo)
1. La Lega Nazionale Dilettanti, con il supporto del Settore Tecnico e la collaborazione dell’A.DI.SE. indice ed organizza il Corso per l’abilitazione a Collaboratore della Gestione Sportiva.

1. Il Corso si propone di fornire i necessari supporti formativi e culturali a soggetti che potranno essere chiamati a svolgere, per conto di Società e Associazioni Sportive della Lega Nazionale Dilettanti, attività concernenti l’assetto organizzativo e/o amministrativo della Società o Associazione, ivi compresa la gestione dei rapporti aventi ad oggetto il tesseramento ed il trasferimento dei calciatori, nonché il tesseramento dei tecnici, nel rispetto delle norme dettate dall’ordinamento della F.I.G.C..

2. Al termine del Corso, a quanti avranno superato l’esame finale sarà rilasciato il Diploma, che costituirà il presupposto necessario per l’iscrizione nell’apposita Sezione dell’Elenco Speciale per Direttori Sportivi. La formalizzazione dell’inserimento in tale sezione sarà comunque subordinata all’ulteriore produzione dei documenti previsti dal Regolamento per l’Elenco Speciale in vigore.

3. Il programma didattico si articolerà in 48 ore complessive di lezioni e un esame la cui data verrà comunicata durante il Corso. Tutte le materie e gli argomenti oggetto di lezione dovranno essere, per contenuti e metodologie d’insegnamento, mirati all’applicazione pratica di quanto previsto al punto 2.

4. I Corsi avranno svolgimento presso le strutture messe a disposizione dal COMITATO REGIONALE (sede di PALERMO e delegazione di CATANIA). La scelta della sede sarà definita dopo valutazione della residenza di coloro che presenteranno domande di ammissione. E’ previsto l’obbligo di frequenza per gli ammessi. La data di inizio ed il programma delle lezioni saranno comunicati tempestivamente non appena raggiunto il numero minimo di 25 iscritti.

5. Hanno diritto a segnalare n° 2 nominativi (uno per l’indirizzo tecnico e uno per l’indirizzo amministrativo) le Società appartenenti al Comitato Regionale partecipanti ai seguenti campionati: Serie D, Eccellenza, Promozione, Prima Categoria oltre ai campionati di A, A2 e Regionali della 2^ e 3^ Divisione del Calcio Femminile e del Calcio a 5. Ad eventuale integrazione del numero massimo dei partecipanti previsto in 40, il Comitato di Direzione del Corso potrà prendere in considerazione eventualmente altre domande presentate da società appartenenti ad altri Comitati Regionali. In caso di disponibilità di ulteriori posti, ferma restando la priorità riservata a soggetti tesserati per società affiliate FIGC, l’organico potrà essere completato con l’ammissione di soggetti non tesserati, purché in possesso dei requisiti di cui ai punti 9 e 10 del presente Comunicato nonché:
in caso di partecipanti al corso ad indirizzo amministrativo, del diploma di scuola media superiore;
in caso di partecipanti al corso ad indirizzo tecnico, occorrerà esser stati tesserati come calciatori, allenatori o dirigenti per società affiliate alla Figc.
Nel caso in cui vi sia un numero di domande superiori ai posti disponibili, saranno ammessi:
i/il soggetto/i con il titolo di studio più elevato, per il corso ad indirizzo amministrativo, e, in caso di parità di titolo di studio, quello con maggior numero di stagioni sportive di tesseramento come calciatore, allenatore o dirigente in società affiliate FIGC;
i/il soggetto/i con maggior numero di stagioni sportive di tesseramento come calciatore, allenatore o dirigente in società affiliate FIGC, per il corso ad indirizzo tecnico, rilevando, in caso di parità, il numero di stagioni sportive di militanza nel settore professionistico e, in caso di ulteriore parità, alla categoria maggiore raggiunta nel corso dell’attività.

6. In aggiunta ai candidati segnalati dalle Società aventi diritto, la Lega Nazionale Dilettanti può indicare 5 candidati in possesso dei requisiti di cui ai successivi punti 9 e 10 del presente bando.
7. Sarà compito della singola Società, per il tramite del proprio Presidente (Allegato A), presentare alla Segreteria del Corso la domanda di ammissione con i nominativi designati. Le persone indicate devono avere un rapporto di collaborazione con la Società proponente da dimostrare con la presentazione del Foglio di Censimento depositato presso la Lega Nazionale Dilettanti – Dipartimento Interregionale – e/o presso il Comitato Regionale di competenza in data antecedente alla pubblicazione del Bando, ovvero, in mancanza di quest’ultimo, del tesseramento annuale federale conseguito entro la medesima data.

8. Per poter partecipare ai Corsi, gli allievi segnalati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
a) cittadinanza italiana o residenza in Italia;
b) godimento dei diritti civili;
c) età minima di 23 anni (compiuti alla data di pubblicazione del presente bando);
d) licenza di Scuola Media Secondaria Superiore (per l’indirizzo amministrativo)
Inoltre, nel caso il candidato sia stato iscritto all’Albo degli Agenti di Calciatori può iscriversi al Corso soltanto se risulta cancellato da almeno due anni (a far data dalla pubblicazione del presente Bando) da tale Albo. In proposito alla domanda di ammissione va allegato documento comprovante tale cancellazione.

9. Non potranno essere ammessi ai Corsi:
a) i candidati che, nella stagione sportiva 2016/2017 ed in quella in corso, siano stati squalificati per più di 90 giorni;
b) i candidati che, nelle tre precedenti stagioni sportive, siano stati squalificati, anche in via non continuativa, per un periodo superiore a 12 mesi a seguito di provvedimento di un Organo della FIGC divenuto definitivo.
I candidati che, durante la frequenza del Corso, incorreranno in una squalifica superiore ai 90 giorni verranno esclusi dal Corso stesso. I termini della sanzione decorrono dalla data della delibera definitiva.

10. La domanda di partecipazione ai Corsi, con la specifica dell’indirizzo tecnico o amministrativo (allegato A) e completa anche del Modulo di autocertificazione (allegato B) riservato al candidato compilato in ogni sua parte e sottoscritto, dovrà essere firmata dal Presidente della Società segnalante.
I soggetti non tesserati di cui al precedente art. 6 dovranno presentare il Modulo di autocertificazione (allegato C).
La documentazione in originale dovrà essere depositata direttamente o fatta pervenire tramite corriere o posta a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno, a cura degli interessati al seguente indirizzo:

F.I.G.C. – LEGA NAZIONALE DILETTANTI COMITATO REGIONALE SICILIA
CORSO COLLABORATORE DELLA GESTIONE SPORTIVA
Via Orazio Siino s.n.c. – 90010 Ficarazzi (PA)

Per l’invio a mezzo corriere o raccomandata vale la data di arrivo al Comitato Regionale certificata dal protocollo. Saranno prese in considerazione solo le domande pervenute o depositate data da destinarsi.

11. L’accertata non veridicità delle dichiarazioni rese dai candidati e dalle Società, costituisce violazione delle norme di legge e di comportamento con conseguente esclusione dal Corso. Inoltre, determina l’adozione dei provvedimenti disciplinari previsti dal Codice di Giustizia Sportiva e la revoca dell’eventuale abilitazione conseguita.

12. La graduatoria completa dei candidati ammessi ai Corsi dovrà essere esposta all’ Albo presso la sede del Comitato Organizzatore oltre che essere pubblicata sul sito internet www.settoretecnico.figc.it e su apposito Comunicato Ufficiale del Settore Tecnico.
13. La quota di partecipazione al Corso è di complessivi 1500€. Alla domanda di ammissione il candidato dovrà allegare copia del CRO attestante l’avvenuto bonifico bancario di 300€ in favore della Lega Nazionale Dilettanti, indicando come casuale “Anticipo sulla quota di partecipazione al corso CGS – COMITATO REGIONALE SICILIA” sul seguente IBAN:

F.I.G.C. L.N.D. COMITATO REGIONALE SICILIA CORSO COLLABORATORE DELLA GESTIONE SPORTIVA Presso Banca UniCredit Agenzia di VILLABATE (22165)
IT26S0200843730000300644037
La restante somma di 1200€ potrà essere pagata in un’unica soluzione all’inizio del Corso o essere rateizzata in due quote da 600€ ciascuna: la prima da versare entro la data antecedente l’inizio del Corso, la seconda entro il giorno antecedente la data prevista per gli esami finali (con presentazione del CRO).
Gli ammessi al Corso dovranno esibire alla Segreteria del Comitato Regionale di competenza, entro le scadenze previste, la copia dei bonifici e il codice CRO. Il mancato pagamento dei termini di cui sopra, così come la mancata presentazione della documentazione che ne comprovi l’avvenuta effettuazione, comporta l’esclusione del candidato dal Corso.
Se il Corso non dovesse raggiungere il numero minimo di partecipanti l’anticipo versato verrà restituito.

14. Gli ammessi si impegnano ad accettare il Regolamento del Settore Tecnico della F.I.G.C. e quello del Comitato di Direzione del Corso presso il Comitato Regionale inerenti lo svolgimento del Corso.

15. Tutti gli interessati potranno prendere visione e ritirare copia del presente bando presso il Settore Tecnico della F.I.G.C. o presso la sede del Comitato organizzatore della Lega Nazionale Dilettanti o scaricarlo dal sito internet www.settoretecnico.figc.it.

16. Per cause di forza maggiore il periodo di svolgimento del Corso potrà subire variazioni.

17. Fanno parte integrante del presente Bando l’allegato A (domanda di ammissione al Corso), l’allegato B (autocertificazione), l’allegato C (autocertificazione per soggetti non tesserati di cui al precedente art. 6) e informativa ai sensi dell’art. 13 del D.LGS. 196/2003.

Pubblicato in Firenze il 25.05.2018

Il Segretario Il Presidente
Paolo Piani Gianni Rivera

COMUNICATO CONGIUNTO
Per quanto previsto dal punto 5 del C.U. N°296 del 25/05/18 settore tecnico non avendo ricevuto 25 richieste d’iscrizione il corso non si svolgerà nel mese giugno 2018.
Il comitato regionale Sicilia e l’ A.DI.SE. viste le difficoltà logistiche degli eventuali partecipanti richiederà al settore tecnico nella stagione 2018/2019 l’effettuazione di due corsi da svolgersi a Catania e a Palermo.
CORSO DI CATANIA (inizio previsto per FEBBRAIO/MARZO 2019)
Il seguente corso sarà riservato ai candidati delle provincie di Messina Ionica, Catania, Siracusa, Ragusa ed Enna da svolgersi presso la delegazione F.I.G.C. di Catania. Organizzazione affidata al delegato Maria Teresa Chiara

CORSO DI PALERMO (inizio previsto per NOVEMBRE/DICEMBRE 2018)
Il seguente corso sarà riservato ai canditati delle provincie di Trapani, Palermo, Agrigento, Caltanissetta e Messina Tirrenica (fino a Barcellona) da svolgersi presso la sede L.N.D. di Palermo (Ficarazzi)

I candidati possono spedire le domande d’iscrizione con gli allegati A – B – C unitamente alla copia del bonifico euro 300.
Il comitato regionale provvederà a rubricare le domande secondo le località di residenza dei canditati.
Le domande possono essere spedite anche al seguente indirizzo email: sicilia.settoretecnico@lnd.it che provvederà a protocollarle.

LA DATA DI SCADENZA DELLA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE SARA’ FISSATA DOPO 7 GIORNI DAL RAGGIUNGIMENTO DI NUMERO 25 ISCRITTI PER CIASCUN CORSO
ALLEGATO A
(su carta intestata della Società)

Spett.le
COMITATO REGIONALE SICILIA
Collaboratore Gestione Sportiva
Via Orazio Siino s.n.c. – 90010 Ficarazzi (PA)

Oggetto: Domanda di ammissione al Corso per l’abilitazione a “Collaboratore della Gestione Sportiva” indetto con Comunicato Ufficiale del Settore Tecnico n° 296 del 25/05/2018.

Il sottoscritto nato il a Prov. in qualità di PRESIDENTE della Società segnala il nominativo del Sig.
da ammettere a partecipare al Corso Speciale per l’abilitazione a “Collaboratore della Gestione Sportiva”, (barrare l’indirizzo prescelto)
l) Indirizzo tecnico

2) Indirizzo amministrativo

bandito con C.U. n° 296 del 25/05/2018 dal Settore Tecnico.

Dichiara che il Sig. svolge attività con la Società presieduta dal sottoscritto ed è censito, come da documento depositato presso il Comitato/ Divisione di appartenenza, in qualità di dal ovvero è tesserato in qualità di dal

IL PRESIDENTE

(Firma e timbro della Società)

ALLEGATI
Foglio di censimento e/o tesseramento
Scheda informativa sottoscritta dal soggetto proposto
ALLEGATO B
RISERVATO AL CANDIDATO

Il sottoscritto
nato il a Prov.

residente in Prov. CAP
Via / Piazza N°

Nell’esprimere la propria accettazione alla designazione da parte della Società

DICHIARA
1. di essere in regola con le disposizioni di cui ai Punti 8, 9, 10 del bando relativ o al CORSO PER L’ABILITAZIONE A “COLLABORATORE DELLA GESTIONE SPORTIVA” indetto con Comunicato Ufficiale del Settore Tecnico n° 296 del 25/05/2018.
2. di essere in possesso del seguente titolo di studio:
Diploma di Scuola Media Inferiore
Diploma Scuola Media Superiore
Diploma Isef
Laurea
conseguito presso

3. di conoscere gli adempimenti ed i requisiti per conseguire l’iscrizione dei Collaboratori della Gestione Sportiva nell’apposita Sezione dell’Elenco Speciale dei Direttori Sportivi.

Il sottoscritto chiede che ogni comunicazione relativa al Corso venga inviata al seguente indirizzo:

Via / Piazza N°

CAP Località Prov.

telefono / cell. Codice Fiscale

indirizzo posta elettronica
Il sottoscritto inoltre dichiara di essere:
consapevole delle responsabilità penali previste dalla legge in caso di false dichiarazioni;
consapevole che “l’accertata non veridicità delle dichiarazioni rese dai candidati nell’autocertificazione costituisce violazione delle norme di legge e di comportamento con conseguente esclusione dal Corso. Inoltre, determina l’adozione dei provvedimenti disciplinari previsti dal Codice di Giustizia Sportiva e la revoca dell’eventuale abilitazione conseguita” (art. 12 del presente bando).

(luogo e data) (firma per esteso)
ALLEGATO C
RISERVATO AL CANDIDATO (art. 6 del bando)

Il sottoscritto
nato il a Prov.

residente in Prov. CAP
Via / Piazza N°
Nell’esprimere la propria accettazione alla designazione da parte della Società

DICHIARA
1. di essere in regola con le disposizioni di cui ai Punti 8, 9, 10 del bando relativo al CORSO PER L’ABILITAZIONE A “COLLABORATORE DELLA GESTIONE SPORTIVA” indetto con Comunicato Ufficiale del Settore Tecnico n° 296 del 25/05/2018.
Barrare l’indirizzo prescelto:
Indirizzo tecnico Indirizzo amministrativo

2. di essere in possesso del seguente titolo di studio:
Diploma di Scuola Media Inferiore
Diploma Scuola Media Superiore
Diploma Isef
Laurea
conseguito presso

2. di conoscere gli adempimenti ed i requisiti per conseguire l’iscrizione dei Collaboratori della Gestione Sportiva nell’apposita Sezione dell’Elenco Speciale dei Direttori Sportivi.
Il sottoscritto chiede che ogni comunicazione relativa al Corso venga inviata al seguente indirizzo:
Via / Piazza N°

CAP Località Prov.

telefono / cell. Codice Fiscale

indirizzo posta elettronica
Il sottoscritto inoltre dichiara di essere:
consapevole delle responsabilità penali previste dalla legge in caso di false dichiarazioni;
consapevole che “l’accertata non veridicità delle dichiarazioni rese dai candidati nell’autocertificazione costituisce violazione delle norme di legge e di comportamento con conseguente esclusione dal Corso. Inoltre, determina l’adozione dei provvedimenti disciplinari previsti dal Codice di Giustizia Sportiva e la revoca dell’eventuale abilitazione conseguita” (art. 12 del presente bando).

(luogo e data) (firma per esteso)
INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART. 13 DEL D. LGS. 196/2003

Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 (nel prosieguo “Codice Privacy”), ed in relazione ne ai dati personali forniti alla Federazione Italiana Giuoco Calcio (nel prosieguo “FIGC”), sue componenti, settori e organi, sia centrali che periferici, mediante la compilazione della relativa modulistica federale e la produzione di documenti in occasione, in ragione o nel corso dell’attività svolta nell’ambito della FIGC (nel prosieguo collettivamente “i Dati”), la informiamo di quanto segue.
1. Finalità del trattamento – Il trattamento dei Dati – e nella specie la loro raccolta, registrazione, conservazione, consultazione, comunicazione, trasferimento e/o diffusione – è diretto ed è limitato all’espletamento da parte della FIGC – e, per quanto di competenza, nella veste di autonomi titolari, della Lega Nazionale Professionisti, della Lega Professionisti Serie C, della Lega Nazionale Dilettanti, ivi inclusi i relativi organi, articolazioni periferiche e settori, nonché del CONI, delle organizzazioni internazionali cui la FIGC aderisca – dei compiti istituzionali ad essi demandati dalla legge statale nonché dalle norme e dai regolamenti sportivi inerenti l’organizzazione e la gestione dell’attività calcistica in Italia (cc. dd. “Carte Federali”), norme che l’interessato dichiara di conoscere, tra i quali, a titolo meramente esemplificativo le norme relative a:
a. il tesseramento e l’affiliazione di atleti, tecnici e società, i relativi contratti ed il controllo sulle società calcistiche;
b. l’organizzazione di attività finalizzate alla promozione, alla diffusione ed al miglioramento della tecnica, della tattica e dei valori dello sport tra i tesserati del settore professionistico, dilettantistico e giovanile;
c. l’organizzazione dei campionati, delle rappresentative nazionali, del settore tecnico, del settore arbitrale;
d. ogni altra attribuzione demandata agli enti sopra menzionati dalle Carte Federali e da ogni legge o regolamento inerente il settore sportivo- calcistico.
2. Modalità del trattamento – Il trattamento dei Dati è:
a. realizzato per mezzo delle operazioni o complessi di operazioni indicate all’art. 4 del Codice Privacy;
b. posto in essere sia con mezzi manuali che con l’ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati;
c. svolto direttamente dall’organizzazione del titolare, o dai soggetti di cui al punto 1. che precede nella qualità di autonomi titolari, anche per mezzo dei propri dipendenti e/o collaboratori all’uopo preposti nella qualità di incaricati del trattamento.
3. Natura del conferimento dei Dati – Il conferimento dei Dati ed il relativo consenso al loro trattamento è strettamente necessario per l’espletamento dei compiti di cui al punto 1. che recede da parte dei soggetti ivi indicati, ed è pertanto obbligatorio.
4. Conseguenze di un eventuale rifiuto di rispondere – Il mancato conferimento dei Dati e/o del consenso renderà impossibile per l’interessato svolgere la propria attività in seno alla FIGC.
5. Comunicazione dei Dati – I Dati potranno essere comunicati ai soggetti indicati al punto 1) che precede perché gli stessi, nella qualità di autonomi titolari, diano corso al trattamento dei Dati per le finalità indicate al medesimo punto 1. I Dati potranno altresì essere comunicati agli organi di informazione ai fini di e nei limiti strettamente necessari per l’esercizio del diritto di cronaca.
6. Diffusione dei Dati – I Dati potranno essere soggetti a diffusione esclusivamente per il perseguimento delle finalità di cui al punto 1. a mezzo di Comunicati Ufficiali – come prescritto dall’art. 13 delle Norme Organizzative Interne della FIGC – che potranno essere diffusi anche per mezzo di reti informatiche e/o telematiche attraverso il sito Internet della FIGC o degli altri soggetti di cui al punto 1., e/o per l’adempimento di ulteriori obblighi di pubblicità prescritti dalle norme sportive. Ulteriore diffusione dei Dati potrà avvenire a mezzo di comunicato stampa da parte del medesimo titolare del trattamento ai soli fini e nei limiti dell’esercizio del diritto di cronaca.
7. Trasferimento dei Dati all’estero – I Dati potranno essere trasferiti verso paesi dell’Unione Europea o verso paesi terzi rispetto all’Unione Europea per i fini di cui al punto 1. e nei limiti e nel rispetto di quanto previsto dagli articoli da 42 a 45 del Codice Privacy.
8. Diritti dell’interessato – La informiamo dei diritti che potrà esercitare con riferimento al trattamento dei Dati ai sensi dell’art. 7 del Codice Privacy:
1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.
1. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:
a) dell’origine dei dati personali;
a) delle finalità e modalità del trattamento;
b) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
b) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2;
c) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.
2. L’interessato ha diritto di ottenere:
a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
a) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione ne agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
b) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.
3. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
a) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale
9. Titolare del trattamento e soggetti responsabili – Titolare del trattamento è la Federazione Italiana Giuoco Calcio, associazione riconosciuta di diritto privato con sede in Roma, Via Gregorio Allegri n. 14, tel. 06 84911. Per esercitare i diritti di cui al precedente punto 8. l’interessato potrà rivolgersi al titolare ovvero, in caso esso sia stato designato in relazione ne alla specifica operazione di trattamento di interesse, al responsabile del trattamento, i cui nominativi sono indicati nella sezione “privacy” del sito Internet della FIGC, all’indirizzo www.figc.it.

Logo e data

firma per esteso
AI SEGUENTI CANDIDATI CHE HANNO INVIATO RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE E’ STATO INVIATO IL COMUNICATO N°296 GLI ALLEGATI A B C (DOMANDE D’ISCRIZIONE)
1- CIARAMITARO MAURIZIO TERRASINI (PA)
2- ATTARDI MARCO LAMPEDUSA (AG)
3- SCIALABBA MIMMO CAMPOFELICE DI ROCCELLA (PA)
4- IAZZETTI GAETANO PEDARA (CT)
5- LO CASTRO MIRIANA GRAVINA DI CATANIA (CT)
6- LA VERSA GAETANO VILLAFRANCA TIRRENA (ME)
7- ANTHONY PUCCIO RAGUSA (RA)
8- GAGLIANO GABRIELE SAN GIOVANNI LA PUNTA (CT)
9- DI DONFRANCESCO MASSIMO ACI CATENA (CT)
10- CALABRESE LUIGI SIRACUSA (SR)
11- ROMANO GIANLUCA CALTANISSETTA (CL)

CORSO DI CATANIA
DOMANDE PERVENUTE ALLEGATO A – B. PRESENTATE SOCIETA’
NOMINATIVO
DATA DI NASCITA
INDIRIZZO
BONIFICO
PROTOCOLLO
SOCIETA’
D’AUGUSTA GAETANO
16-11-1981
TECNICO
OK
1582
MEGARA CLUB AUGUSTA 2008
FILIPPONE DANILO
23-05-1987
TECNICO
OK
1586
A.S.D. GAME SPORT RAGUSA
BUFALINO GESUALDO
14-11-1969
TECNICO
OK
1590
A.S.D. PATERNO’ CALCIO

DOMANDE PERVENUTE ALLEGATO C.
NOMINATIVO
DATA DI NASCITA
INDIRIZZO
BONIFICO
PROTOCOLLO
PAGANO VINCENZO
21-03-1982
AMMINISTRATIVO
OK
1592/1670

CORSO DI PALERMO
DOMANDE PERVENUTE ALLEGATO A – B. PRESENTATE SOCIETA’
NOMINATIVO
DATA DI NASCITA
INDIRIZZO
BONIFICO
PROTOCOLLO
SOCIETA’

DOMANDE PERVENUTE ALLEGATO C.

NOMINATIVO
DATA DI NASCITA
INDIRIZZO
BONIFICO
PROTOCOLLO
D’AGOSTINO LETTERIO
29-05-1960
AMMINISTRATIVO
OK
1568
LO FRIA FRANCESCO
29-01-1990
AMMINISTRATIVO
OK
1581
TALLUTO GIUSEPPE
03-10-1971
TECNICO
OK
1589
MAGRI’ FRANCESCO
19-09-1970
TECNICO
NO
1614

MATERIE CORSO 48 ORE

DATA E ORARIO LEZIONE

DOCENTE DI NOMINA A.DI.SE.

INCARICO F.I.G.C., LEGA A, B, C, L.N.D.

Il ruolo del Direttore Sportivo

Il ruolo dell’A.DI.SE.

Normative fiscali e di bilancio

Rimborsi spese dei tesserati dilettanti

Aspetti previdenziali e disciplina del lavoro sportivo

Principi di marketing applicati al calcio

Scouting

Organizzazione del Settore Giovanile

N.O.I.F. e il ruolo del Segretario

Il Codice di Giustizia Sportiva

La Procura Federale e la Procura generale dello sport

Analisi della partita di calcio

Il regolamento del gioco del calcio

L’assicurazione degli sportivi dilettanti

Metodologia dell’allenamento

Organizzazione e prevenzione sanitaria

La sicurezza degli impianti sportivi

Doping e antidoping

Accordo economico per i calciatori dilettanti

Principi di organizzazione sportiva

Principi di comunicazione interpersonale

Tecnica della comunicazione: rapporti con media e gestione ufficio stampa

Organizzazione ufficio stampa, il sito internet e i nuovi media

La psicologia al servizio del calcio

Tesseramento della L.N.D.

Statuo e norme FIGC

Il ruolo del mental coach nelle società di calcio

1.4. COMUNICAZIONI DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE

1.4.1. ORARI DI RICEVIMENTO UFFICI DELEGAZIONE

Si ricorda a tutte le Società che gli uffici della Delegazione di Enna ricevono esclusivamente nei seguenti orari:

Lunedì 10:30-12:30 15:30-18:00
Martedì 09:30-12:30 15.30-17.00
Mercoledì 10:30-12:30 Chiusura
Giovedì 09:30-12:30 15.00-16.30
Venerdì 09:30-12:30 15.00-16.30
Sabato Chiusura

Fermo restando che, per il disbrigo di attività agonistica, gli uffici rimangono aperti dalle ore 17:00 alle ore 18:30 il lunedì e il venerdì
• Si avvisano le gentili società che nella giornata del 20.06.18 gli uffici della Delegazione saranno aperti esclusivamente dalle ore 16:30 alle ore 18:00.

1.4.2. TESSERE DIRIGENTI E/O CALCIATORI

Di seguito si elencano le società che hanno in giacenza, presso i locali della Delegazione di Enna, tessere dirigenti e/o calciatori.

SOCIETA’
DIRIGENTE
CALCIATORE DL
CALCIATORE SGS
CITTA’ DI NICOSIA

N. 1
AGIRA

N. 5
TROINA SPORTING CLUB
N. 1

VALGUARNERA 2010
N. 5

N. 14
ARGYRIUM

N. 1
GAGLIANO

N. 2
FUTSAL REGALBUTO

N. 1
CITTA’ DI LEONFORTE

N. 1
TROINA

N. 1
VALGUARNERESE

N. 1
ARMERINA

N. 2
CITTA’ DI BARRAFRANCA

N. 1
EUREKA PIETRINA

N. 13
PROGETTO ENNA SPORT 04

N. 1
LEONFORTESE

N. 1

N.B. Si prega di provvedere al ritiro delle tessere nel minor tempo possibile

Visite: 171

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI