Calcio la promozione del Ravenna Calcio ha anche un protagonista ennese: il Direttore Tecnico Giorgio Screpis

C’è anche un pezzo di provincia di Enna nella promozione del Ravenna FC 1913 calcio in Lega Pro. Infatti uno dei principali artefici della promozione, ovvero il Direttore Tecnico Giorgio Screpis è originario di San Giorgio di Assoro. E malgrado sia andato via dalla Sicilia a soli 6 anni il suo legame con la terra natia lo sente ancora molto forte come lo stesso ci conferma rintracciato al telefono. “Le mie radici sono siciliane e della provincia di Enna e non lo dimentico assolutamente – ci dice – tra l’altro non solo vengo spesso nella mia terra ma anche con l’attività principale che faccio (insieme al fratello è proprietario di un colorificio a Cesenatico) ho anche clienti a Enna e provincia”. Ma con Giorgio sessant’anni con un passato di calciatore però parliamo prima di tutto di calcio. “Dopo aver smesso di giocare abbastanza presto da 33 anni faccio il dirigente sportivo vincendo tra Eccellenza e Serie D numerosi campionati – racconta – quest’anno sono stato chiamato a Ravenna per cercare di dare un contributo al rilancio di una piazza molto importante ma che lo scorso anno in Serie D si salvata miracolosamente. Ho portato con me lo staff tecnico che da sempre è di mia fiducia e malgrado un budget limitato rispetto ad altre società che puntavano alla vittoria siamo riusciti a centrare questa promozione che ha quasi dell’incredibile”. Domenica prossima allo stadio Benelli si terrà la festa della promozione. Ci sarà una intera città in festa. “Si – continua tra l’altro in questa cavalcata trionfale siamo riusciti a creare nuovamente entusiasmo in città riuscendo a portare allo stadio sino a 3000 spettatori a partita. Per la festa stiamo organizzando una serie di iniziative in modo che la nostra sia prima di tutto la festa dello sport ravennate”. Il prossimo anno la Lega Pro. Ravenna è una piazza con un importante passato calcistico. Quali saranno i vostri programmi. “Intanto di fare una squadra che sia degna del blasone Ravenna che quindi punti ad un campionato per tenere tranquillamente la categoria ma sempre con un occhio molto attento al bilancio – dice – sicuramente andremo alla ricerca di giovani di belle speranze che magari provengano dai vivai di società di categoria superiore”. Tantissime promozioni nella sua carriera. Quale il segreto di questo successo. “Ho sempre preteso l’organizzazione in particolare tecnica e per questo punto sempre ad un mio staff tecnico di fiducia. Poi se la società è bene organizzata anche da un punto di vista societario meglio”. Ravenna è lontana dalla provincia di Enna dove il calcio oggi rivive un momento di dignità grazie al Troina neo promosso in serie D. “Seguo tutto lo sport anche quello della mia terra – conclude – e so che ci sono società che stanno cercando di fare bene. Mi dicono anche dell’Enna che sta portando avanti un interessante progetto malgrado si trovi in Prima Categoria”. Potrebbero nascere rapporti di collaborazione tra il Ravenna e società della sua terra d’origine? “E perché no – conclude Giorgio Screpis – mai dire mai”.

Visite: 679

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI