Calcio Estero, la scalata nella Bundesliga del RB Lipsia

 

La scalata della RB Lipsia

Tra le squadre più odiate d’Europa, sicuramente la squadra più odiata in Germana, la RB Lipsia è stata senza ombra di dubbio la più grande sorpresa sportiva della Bundesliga 2016-2017.

La società nasce nel 2009 costituita dalla multinazionale austriaca Red Bull gmbH, che al momento ne possiede il 49%, mediante l’acquisizione della licenza sportiva del SSV Maarkranstadt, piccola squadra locale all’epoca militante nel girone della quinta divisione. Cambiato il nome e i colori della bandiera, in sette anni di vita la squadra è passata dall’Oberliga (quinta divisione) alla Regionalliga, alla Liga, alla seconda Bundesliga e quest’anno alla Bundesliga, il tutto senza alcuna esagerazione finanziaria ma puntando sui giovani. Con la stessa energia della famosa bevanda da cui prende i colori, la squadra si è imposta nella massima serie tedesca con una forza e una determinazione che le hanno fatto guadagnare al momento un secondo posto in classifica a tredici punti dal Bayern Monaco di Ancellotti, che non starà sicuramente dormendo sonni tranquilli in questo periodo, secondo posto che profuma di Champions League.

L’odio dei tifosi avversari verso la squadra nascente non va addebitato a questioni d’invidia ma a motivazioni prettamente storico culturali. Nel calcio tedesco, come d’altronde anche in quello italiano, la tradizione e la storia dei club rivestono un ruolo primario per i tifosi, per questa ragione vige un forte rispetto delle tifoserie verso le squadre avversarie. Una società nata a tavolino come la RB Lipsia, che addirittura in così poco tempo raggiunge la Bundesliga e lotta per il primo posto, non può che suscitare sospetto e soprattutto, secondo il punto di vista dei tifosi tedeschi, ricevere lo stesso rispetto che meritano squadre come il Bayern Monaco, l’Amburgo, il Borussia Dortmund, lo Schalke, il Werder Brema e il Borussia Mönchengladbach. In Germania esistono altre squadre possedute da gruppi industriali multinazionali, ma a differenza di Red Bull hanno un diretto legame con la città, Volkswagen a Wolfsburg, Audi a Ingolstadt.

Ma tornando a parlare di calcio giocato i fatti ed i migliori bookmaker, tra cui 888sport, ci dicono che la RB Lipsia è la squadra del momento, che potrebbe far tornare alla memorie le gesta non molto lontane del Leicester in Premier League. Che dir si voglia la forza di una società è fatta principalmente dai giocatori che scendono in campo, e i risultati della RB Lipsia non lasciano spazio ad alcun dubbio, in squadra ci sono ottimi giocatori. Primo fra tutti non possiamo non citare Timo Werner, classe 96, bomber della squadra. L’attaccante cresciuto nello Stoccarda ha addirittura ricevuto la medaglia Fritz Walter, il più alto riconoscimento per un giovane tedesco. Il giovane talento, che si caratterizza per la sua velocità, sta portando la squadra dove nessuno avrebbe mai immaginato a suon di gol, 14 al momento. Altro gioiello della Lipsia è il centrocampista Naby Keïta 21enne della Guinea, anche lui col il vizio del gol, 4 reti al momento. Altro campione da tenere sott’occhio è il numero 10 Emil Forsberg, classe 1991, a cui va il merito di aver segnato il super gol del pareggio contro il Leverkusen. Ma come sta dimostrando in questa stagione Conte con il Chelsea, non bastano grandi nomi nella rosa per raggiungere buoni risultati se non c’è un grande allenatore a dirigerli, per questo gran parte del merito va dato al C.T. Ingolstadt che portando la sua idea di calcio ad un gruppo di giovanissimi sta facendo miracoli.

Visite: 283

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI