Calcio Eccellenza, per il Troina contro il Rocca di Caprileone una occasione persa

Il Troina pareggia due a due con il Rocca di Caprileone in un partita che strameritava di vincere per il gioco espresso e le tante occasioni sprecate. Ma nel calcio se non la butti dentro, tutto diventa inutile: una decina le occasione di rete, il pallino del gioco sempre in mano, a sprazzi uno gioco spettacolare, gli ospiti tenuti quasi sempre nella loro metà campo. Poi incappi in quelle giornate dove lasci due sole occasioni agli ospiti che sono bravi a non sprecarle e ti mangi le mani, specialmente se una di esse succede all’ultimo minuto dell’incontro. Il Troina ritorna tra le mura amiche del “Silvio Proto” e affronta la capolista con cui ha un conto in sospeso dopo la sconfitta dell’andata arrivata all’ultimo secondo dell’incontro. Spalti stracolmi con circa seicento spettatori. Campo in ottime condizioni quando ancora venerdì era ricoperto da circa trenta centimetri di neve. Un giusto riconoscimento al personale del Troina calcio. I locali partono forte e senza timori reverenziali e al 6° segnano con Adejemo, ma l’arbitro annulla per un presunto fuorigioco suscitando vibranti proteste in campo e fuori. Al 16° Souare crossa dalla linea di fondo e Adejemo tira a colpo sicuro, ma i tiro è ribattuto dalla schiena di un difensore. I rossoblù sembrano in grande giornata e attaccano con forza e determinazione mentre gli ospiti si difendono e sperano di ripartire in contropiede. Al 21° arriva la rete degli ospiti con Biondo che riprende la palla rimbalzata dalla traversa su tiro di punizione di Lucarelli. Il Troina reagisce immediatamente e sfiora il pari con Piyuka al 23° e Adejemo al 25° e al 27°. Al 30° è ancora Piyuka a sfiorare la rete, ma vuoi per errore, vuoi per sfortuna la palla non entra. La prima frazione di gioco finisce con il Rocca in vantaggio bravo a sfruttare l’unica occasione avuta, mentre il Troina deve rammaricarsi per le tante occasioni sprecate. Ma signori questo è il bello del calcio. Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo: locali in avanti e ospiti a difendersi in maniera egregia e a volte fortunosa. La rete del pari arriva al 55° con una perla di Diop. Il pari dà nuova linfa ai rossoblù che spingono ancora con più determinazione. Al 60° ci prova ancora Piyuka, ma l’estremo ospite gli nega la rete. All’87° arriva la strameritata rete del raddoppio con Marullo che inzucca su un corner. Sugli spalti e in campo la festa è grande, ma a un minuto dal termine al 93° il Rocca pareggia con Venum il cui tiro è leggermente deviato da un difensore locale a suggello della giornata non molto fortunata dei rossoblù. Insufficiente l’arbitraggio. Comprendiamo lo scambio di fischietti tra le varie leghe regionali, ma crediamo di aver visto fischietti siciliani molto, ma molto più bravi.

MARCELLO SCORCIAPINO

Visite: 384

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI