Calcio Eccellenza, l’Enna “stecca” all’esordio in campionato

L’Enna in nove perde 0-1 con il Ragusa nel debutto di campionato

Ricomincia da Enna – Ragusa la nuova avventura dell’Enna Calcio in Eccellenza. Si riprende da dove l’avevamo lasciata lo scorso aprile al Gaeta, vittoriosa 5-1 contro il Licodia Eubea, ma che non era stato sufficiente a una qualificazione diretta nella serie superiore.
Partenza a diesel per l’Enna con il Ragusa che fa sentire invece la sua superiorità fisico-atletica nei primi minuti di gioco.
Al ‘5 minuto del primo tempo ammonizione del numero 2 del Ragusa, Milizia, per un brutto fallo da dietro su Torcivia.
L’Enna prende coraggio e prova il tiro su azione all’8 del primo tempo sempre con Torcivia, tiro che si approssima al palo esterno ma non entra.
Il ritmo si fa sostenuto. Il 4-3-3 dell’Enna contro il 4-4-2 del Ragusa si equilibra tutto sommato.
Bella azione dell’Enna al ’16mo, ma senza esito. Inizia la sfida corpo a corpo tra i numeri 8 delle due squadre, Touré vs Kouame, che tra i due ha certamente la meglio, uomo partita senza dubbio, potremmo dire.
Molte le ammonizioni per l’Enna e qualcuna anche per la squadra ospite.
Bella parata al ’34 di Patrinicola su colpo di testa del numero 11 del Ragusa, Savasta.
Alla ripresa il Ragusa mette in campo Palermo al posto di Rosalia.
La partita si fa dura. Viene espulso Touré al ’10 del secondo tempo per somma di ammonizioni, a causa di un brutto fallo. Subito dopo viene ammonito Khalfouni, appena entrato al posto di Lentini. L’Enna in dieci soffre, ma prova comunque l’azione in un paio d’occasioni.
Ma è il Ragusa al ’77 a portarsi in vantaggio con rete di Savasta.
Gli animi dei giocatori dell’Enna si inaspriscono e all’80esimo viene espulso anche Caputa per fallo. Le due squadre si equilibrano nel gioco ma l’Enna soffre nel secondo tempo l’inferiorità numerica. Prova due azioni e un tiro su punizione, ma è deviato. Qualche azione sporadica anche del Ragusa che nonostante la netta superiorità numerica non fa sentire il grande divario con la squadra di casa.
Ultima occasione infine per l’Enna con il tiro di Francesco Russo al ’93esimo, che tenta il tutto per tutto. Ma la sorte non è dalla sua parte.
Si chiude dunque con una sconfitta sullo 0-1 che lascia spazio però a buoni propositi. Il campionato è appena iniziato.
Si segnala anche una grande partecipazione della città, tante le famiglie con i bambini al seguito. Molto attiva con cori, tamburi e bandiere anche la tifoseria ospite. Novità assoluta l’apertura della gradinata ai tifosi dell’Enna Calcio, chiusa ormai da tempi immemorabili.
E accogliamo il suggerimento degli ultras dell’Enna in gradinata che con lo striscione che svetta ammoniscono la cittadinanza intera “Custodiamo questi gradoni, simbolo di storia e vecchie emozioni”.
Cresceremo insieme, ne siamo certi.

Giuliana Maria Amata

Visite: 740

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI