Calcio e Solidarietà: i tesserati dell’Enna calcio donatori ufficiali Avis

Detto, sottoscritto e fatto. Non è il titolo di una trasmissione televisiva ma quanto hanno fatto l’Enna calcio, l’Avis e l’Associazione Giovanile 360 che hanno siglato nelle scorse settimane un protocollo d’intesa per un collaborazione a 360 gradi. Ed il primo vero passo di questa sinergia stamattina lunedì 23 gennaio con i giocatori, tecnici e dirigenti dell’Enna calcio che si sono recati al Centro trasfusionale dell’Ospedale Umberto Primo per effettuare le predonazioni di sangue. Un grande gesto di civiltà quello compiuto dalla società gialloverde dei presidenti Enzo Grippaudo e Luigi Stompo che porta cosi avanti il suo progetto di volere andare oltre al calcio e voler dare un contributo forte nel tessuto sociale cittadino. Promotori di questa sinergia una particolare “triade” l’Amministratore Delegato dell’Enna Fabio Montesano, Don Giuseppe Rugolo e soprattutto il presidente della sezione di Enna dell’Avis Giulia Buono che mette sempre a disposizione la propria struttura di volontariato per qualsiasi iniziativa di carattere sociale e non solo che si svolge nella nostra città. “Con l’Avis in estate abbiamo iniziato quasi per caso un percorso che ci sta portando oggi a sentirci quasi un tutt’uno – commenta l’AD gialloverde Fabio Montesano – è quasi naturale che quando decidiamo di organizzare qualche iniziativa ritroviamo la stessa unità di intenti. E quindi mi sembrava naturale aderire alla campagna di sensibilizzazione e donazione del sangue. Vigliamo intraprendere un cammino in sinergia anche per il futuro consapevoli che ci porti ad importanti risultati sportivi e sociali. Un grazie particolare va alla Presidente Giulia Buono che ormai si è affermata come una grande risorsa umana per la nostra città”. “L’Enna calcio vuole essere una entità viva e sempre presente nella vita quotidiana della nostra città – continua il Direttore Generale dell’Enna Calcio Riccardo Caccamo – e quello del volontariato è un modo in cui noi vogliamo conviverci stabilmente. Quindi invito tutte le associazioni che operano nel sociale a considerarci parte di loro. Il nostro progetto è ad ampio respiro e guarda anche ad altri settori. Lo sport ed in questo caso particolare il calcio se saputo utilizzare in chiave positiva è un grande fenomeno sociale con una grande capacità di penetrazione mediatica da cui ne può trarre benefici la città di Enna intera”.

Visite: 581

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI