Calcio a 5 Uisp, domani al palazzetto dello sport di Enna bassa le finali del torneo dei Centri di Accoglienza

Si terranno domani sabato 24 febbraio al palazzetto dello sport di Enna bassa le finali del torneo di calcio a 5 che vede la partecipazione di 4 formazioni composte da atleti di 4 centri di accoglienza minori di Enna Piazza Armerina e Villarosa. A promuovere il torneo è stato il Comitato territoriale Uisp di Enna presieduto da Giovanni Casano.

Sabato 24 febbraio si giocheranno le finali del torneo che ha coinvolto i giovani ospiti di quattro centri di accoglienza dle territorio

Dalla più piccola delle province siciliane, al centro della Sicilia, arriva un messaggio di integrazione e inclusione, attraverso il calcio a 5. Il comitato Uisp di Enna, insieme alla società Lagoreal affiliata Uisp, ha organizzato un quadrangolare che ha coinvolto circa cinquanta migranti minori ospiti in quattro diversi centri di accoglienza, Ippocrate e Farsi Prossimo di Enna, Infomedia di Piazza Armerina e Comunità Sorriso di Villarosa. Mercoledì 21 febbraio si sono disputate le semifinali sul campo del centro sportivo Uisp di via Toscana a Enna e nella mattina di sabato 24 si giocheranno le finali all’interno del palazzetto dello sport di Enna. Questa iniziativa è riuscita, non solo ad aprire la città ad un evento di grande impatto sociale in un momento in cui le tensioni sono sempre più forti, ma anche a far incontrare giovani dai 15 ai 18 anni di diverse nazionalità africane in particolare sub sahariane come Mali, Benin, Gambia, Nigeria, Senegal, Ghana, Costa d’Avorio, e asiatici come Bangladesh per condividere le loro esperienze.
Alle gare di mercoledì è stato presente anche il presidente dell’Uisp Sicilia Enzo Bonasera: in un freddo ma soleggiato pomeriggio i ragazzi si sono dati battaglia sul campo, all’insegna di tanto agonismo ma altrettanta allegria e correttezza e tra la curiosità degli stessi residenti del quartiere che dalle proprie terrazze di casa hanno assistito agli incontri. “Non è stato facile organizzare questo torneo – commenta lo psicologo Christian Tinebra del Centro di accoglienza Ippocrate, tra i promotori dell’evento – ma ci siamo riusciti. E il risultato che ci gratifica di più è vedere tutti questi ragazzi felici di trascorrere un pomeriggio all’insegna dello sport e della spensieratezza”.
Ma l’Uisp Enna guarda oltre, come spiega lo stesso Tinebra: “Insieme all’Uisp abbiamo intenzione di organizzare un vero campionato di calcio a 5 che coinvolga il maggiore numero possibile di squadre di centri di accoglienza presenti sul territorio provinciale – dice – non è assolutamente una impresa facile. Ma siamo ottimisti e ci riusciremo”. “Il nostro Comitato è stato e continua ad essere sempre disponibile a manifestazioni ed eventi che vanno verso l’inclusione, l’uguaglianza, i diritti e le pari opportunità – conclude Giovanni Casano, presidente Uisp Enna – e lo saremo anche nel fornire tutto il supporto necessario per organizzare questo campionato riservato ai centri di accoglienza”. (di Riccardo Caccamo, redazione Uisp Sicilia)

Visite: 397

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI