Calcio a 5: l’Asc Ennese come l’Araba Fenice

L’Ennese come l’Araba fenice, risorta dalle ceneri? Pare di si visto che la società ennese è passata dalla quasi scomparsa ai vertici del torneo di C-2. Infatti nello scorso agosto il presidente del club Liborio La Paglia, dopo 12 anni di attività federale dalla serie D alla C-1, aveva deciso di gettare la spugna. “Da solo non ce la faccio più portare avanti una società – aveva dichiarato. Ma la Paglia è stato “messo all’angolo” dal gruppo di suoi atleti più “anziani” che lo hanno convinto a iscrivere la squadra. “Dopo questa dimostrazione di affetto dei ragazzi non me la sono sentita di abbandonarli – continua – anche se i problemi finanziari rimangono”. Affidata la prima squadra al tecnico delle giovanili Dario Giaimo, questi partendo dal gruppo storico di atleti Flavio e Valerio Giaimo, Salvatore Bertuccio, Stefano Longi, ha operato un radicale ricambio generazionale inserendo i giovani Angelo Lianzi, Giuseppe Orlando, Simon Catalano, Andrea Milioto e Domenico Arezzo, di Canicattì e Ragusa universitari alla Kore di Enna, Toni Scandaliato, Filippo Oliveri, Enrico Barbusca. Oltre questi anche gli “anziani” attualmente indisponibili Giuseppe Lattuca, Anel Omerovic, Bruno Cassarà, Simone Nicosia, Simon Di Vinti, e Gaetano Moceri. Ed i risultati gli stanno dando ragione. Dopo le prime due battute a vuoto, i gialloverdi hanno infilato un filotto di sette vittorie consecutive e secondo posto in classifica. Ed dalla scorsa settimana l’Ennese ha sulle maglie un particolare “sponsor” come l’Ong Emergency di Gino Strada. “Noi vogliamo rilanciare il calcio a 5 in città – commenta Dario Giaimo – e ci fa più piacere che le persone che vengono a seguire le nostre gare interne aumentano sempre più. Mi auguro che qualcuno supporti il nostro presidente nelle spese”. Giaimo il rammarico che se il movimento del calcio a 5 del capoluogo fosse stato maggiormente supportato a quest’ora sarebbe in categorie superiori. “Numerosi giocatori cresciuti nella nostra società militano in squadre di categoria superiore – continua Giaimo – Ivan Castrogiovanni prima ad Augusta ed adesso ad Acireale in A-2 e convocato nella azionale under 21, Luigi Riccobene ad Augusta in A-2, e poi il gruppo composto dal tecnico Fabio Valera e dai giocatori Moreno La Delia, Giovanni Adamo, Giovanni Marino, Calogero Avanzato, Flavio La Malfa, e Stefano Lo Pinzino nella Nissa Futsal in B. Siamo orgogliosi che questi atleti partiti oggi giochino in categorie superiori ma saremmo stati più contenti se fossero rimasti a Enna. Ma nella nostra città non ci sono le condizioni per fare calcio a 5 ad alto livello”.

Visite: 1093

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI