Calascibetta, inaugurato impianto sportivo tensostatico

Un impianto sportivo, quale esso sia è sempre un presidio di legalità. E’ stato questo il senso che ha portato il ministero degli Interni ad investire nella realizzazione di impianti sportivi da utilizzare per combattere fenomeni di devianza in particolare giovanile. E sei degli oltre 100 previsti nel meridione d’Italia sono stati previsti in provincia di Enna. Venerdì scorso l’inaugurazione di quello realizzato a Calascibetta in contrada Piano Longuillo. Alla cerimonia del taglio del nastro, il Prefetto Fernando Guida, i rappresentanti di tutte le forze dell’ordine, il commissario straordinario e il presidente del Consiglio Comunale Calascibetta Mario Candore e Maria Rita Speciale, i delegati provinciali del Coni e della Figc Roberto Pregadio e Paolo Rosso e tantissima gente. L’impianto intitolato a Paolo Vigneri è costato circa 350 mila euro a costo zerto per l’amministrazione comunale perchè donati dal ministero degli Interni nell’ambito di un Pon sicurezza “Io gioco legale”. La sua principale finalità dovrebbe essere quella del calcio a 5. Ma vista la sua polivalenza (circa 45 metri per 30), potrà essere utilizzato per tante altre discipline come il tennis, pallavolo, basket, pallamano, ginnastica e quant’altro contribuendo allo sviluppo dell’attività sportiva a 360 gradi nel piccolo centro dell’ennese. Ma anche per attività ricreative culturali. Così dopo quello già attivo di Aidone (l’unico però ad essere stato realizzato senza copertura), prossimamente inizieranno i lavori anche per quelli di Nissoria, Troina, Agira mentre invece non si sa assolutamente nulla di quello di Villarosa.

Alla presenza del Prefetto, Fernando Guida, del Commissario Straordinario del Comune di Calascibetta Dr. Mario Candore, dei vertici delle Forze dell’Ordine, di tanti Amministratori Comunali e di Autorità del mondo dello Sport, è stato inaugurato nella mattinata di oggi presso il Comune di Calascibetta, l’Impianto Sportivo Coperto Polivalente finanziato con i fondi del PON Sicurezza, nell’ambito del Piano Azione Giovani “Sicurezza e Legalità” – Linea di Intervento 1 “Sport e Legalità” – Iniziativa Quadro “Io Gioco Legale”. Il Prefetto nel rivolgere un saluto e un ringraziamento a tutti i presenti per la grande e sentita partecipazione, ha evidenziando il ruolo svolto dal Ministero dell’Interno per la realizzazione dell’importante struttura sportiva frutto, fra l’altro, di una intesa – realizzata nell’ambito dell’attività della Conferenza Provinciale – finalizzata ad implementare strategicamente gli strumenti di prevenzione e di contrasto al fenomeno del disagio giovanile – prioritariamente per quei territori di questa provincia dove si registra una carenza di tali fondamentali strutture. Nella condivisa convinzione che lo sport rappresenta un formidabile volano di aggregazione e di conseguente crescita civile, in particolare per i giovani, in grado di riaffermare e trasmettere i valori di lealtà, giustizia, solidarietà e rispetto delle regole.

Momento di grande commozione l’intonazione dell’Inno di Mameli da parte della banda comunale e la scopertura della Targa del PON che riporta peraltro l’intitolazione del predetto impianto a “Paolo Vigneri” illustre concittadino di quella comunità.

Enna, 25 settembre 2015

Visite: 891

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI