Calascibetta: continua la “Grande Festa” per l’olimpionica cittadina onoraria Diana Bacosi

E’ una grande festa “senza soluzione di continuità” quella che la comunità di Calascibetta ha organizzato per la sua Diana Bacosi medaglia d’oro alle Olimpiadi di Rio nel tiro a volo specialità Skeet cui giovedì scorso gli è stata conferita la cittadinanza onoraria. La trentatreenne umbra di Città della Pieve nel Gruppo Sportivo dell’esercito è infatti da otto anni sposata con lo xibetano Vincenzo Carroccio. E così dopo la cerimonia di conferimento della cittadinanza nell’aula consiliare ricevuta dalle mani del sindaco Pietro Capizzi, per domani sera è prevista la consegna di una targa ricordo da parte dell’amministrazione comunale sul palco nella piazza del santuario della Madonna di Buonriposo dove tra l’altro sino a lunedì prossimo sono in svolgimento i festeggiamenti. “Mi avevano avvertito che da voi i festeggiamenti si sanno quando iniziano ma non si sa quando finiscono – ci dice scherzando intervistata telefonicamente – ma non mi potevo mai immaginare di queste proporzioni. Ma a parte gli scherzi questa accoglienza da parte della comunità di Calascibetta mi ha fatto molto piacere. Un affetto dimostrato nei miei confronti che mi ha lasciato senza parole. E ad essere sinceri di tutto ciò ero stata “avvertita” dalla mia compagna di squadra e medaglia d’argento Chiara Caniero”. Infatti tra le due atlete c’è una strana coincidenza, oltre ad essere compagne di squadra in nazionale ed esserci classificate rispettivamente al primo ed al secondo posto anche la Cainero ha un legame con il territorio ennese. E’ sposata infatti con l’ennese Filippo La Martina e dopo aver vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Pechino nel 2008 l’anno successivo le venne conferita la cittadinanza onoraria del capoluogo. “Vuol dire che allora questa coincidenza non è causale – ci scherza sopra commentando Diana. Ma quale è la sensazione che si prova a vincere un oro olimpico. “Per un atleta penso sia il massimo cui si possa aspirare – dice – è come una sorta di sogno che si avvera. Io ancora ad essere sincera non mi sono resa conto di aver raggiuto questo traguardo”. Dopo le meritate ferie per lei inizierà la preparazione ai prossimi impegni sportivi. “Si inizierò subito la preparazione per la finale della coppa del Mondo che si terrà ad ottobre a Roma – conclude – e quindi il fatto partecipare in casa c’è una responsabilità in più. E poi quello della coppa del mondo insieme al mondiale individuale sono i titoli che mi mancano e saranno i miei prossimi obbiettivi”.

Visite: 605

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI