Calascibetta, Comune a rischio dissesto finanziario

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

PREMESSO che i trasferimenti dello stato e della regione al Comune di Calascibetta sono diminuiti di circa TRECENTOCINQUANTAMILA EURO;
che a tali minori entrate si aggiungono quelle conseguenti alla diminuzione delle aliquote IMU sulla seconda casa (quella che si affitta per ricavare reddito o si utilizza per la villeggiatura) dal 9 all’8 per mille e della TASI (tassa sui servizi indivisibili: illuminazione pubblica, manutenzione delle strade, etc.) sulla prima casa dall’1 allo 0,5 per mille deliberate dalla maggioranza consiliare composta dai gruppi di “Calascibettaattiva” e gruppo misto;

CONSIDERATO che tale situazione mette a forte rischio l’equilibrio di bilancio, che, ove non possibile, determinerebbe l’incremento delle imposte esistenti (IMU sulla seconda casa dall’8 al 10,6 per mille, la TASI sulla prima e sulla seconda casa al 2,50 per mille) l’istituzione di nuove imposte (addizionale Irpef), l’impossibilità della stabilizzazione dei lavoratori precari, ecc.;

INFORMA I CITTADINI

Che sono allo studio iniziative per eliminare e/o ridurre le spese relative a:

contributi alle associazioni e alle società ricreative, sportive, culturali;
servizi per i soggetti disabili;
contributi a soggetti e famiglie in difficoltà economica e/o in disagio sociale;
ore d’illuminazione pubblica (serale e notturna) e lo spegnimento delle luci artistiche;
riscaldamento degli edifici pubblici (uffici comunali, scuole, centro anziani …);
utilizzazione degli edifici pubblici, in modo particolare le scuole;
spese per attività ricreative (feste religiose, manifestazioni, ecc.);
manutenzione strade e verde pubblico;
tutte le altre voci di bilancio sulle quali è possibile ridurre comunque i costi.
Il Sindaco
Carmelo Cucci

Visite: 520

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI