Cala il sipario sulla X edizione del Concorso Nazionale “Angelo Signorelli…la magia delle favole” con una manifestazione conclusiva di grande risonanza per la città di Enna

Cala il sipario sulla X edizione del Concorso Nazionale “Angelo Signorelli…la magia delle favole” con una manifestazione conclusiva di grande risonanza per la città di Enna

Grande successo di pubblico per la manifestazione conclusiva del Concorso Nazionale Letterario “Angelo Signorelli…la magia delle favole” ieri pomeriggio al Teatro Garibaldi di Enna, davanti alle maggiori autorità cittadine civili e militari, sua eccellenza il Prefetto Dott.ssa Giusy Scaduto, una delegazione dell’Associazione Nazionale Carabinieri, l’assessore alla cultura e al turismo Dott. Francesco Colianni, alla giuria di qualità, e al Dirigente Scolastico dell’I.C. De Amicis di Enna Prof. Filippo Gervasi, alle vicarie insegnante Filippa Di Dio e Professoressa Stefania Mancuso, al Direttore dei Servizi Generali Amministrativi Giuseppe Tomasello, a molti docenti, al personale ATA, a genitori, a bambini e ragazzi della scuola che ne è l’organizzatrice per il decimo anno consecutivo.
È stata un’edizione sorprendente questa del decennale del Concorso Signorelli, che ha visto la narrazione delle fiabe in una location d’eccezione, la torre di Federico II a Enna, fatta ai bambini di scuola primaria dal “re delle fiabe” Matteo Abbate, l’inaugurazione della mostra dei “dieci anni in fiaba” curata dalla Prof.ssa Pina Accardi e della biblioteca scolastica nel plesso centrale del De Amicis con la madrina d’onore Sabrina Petyx. E ancora le narrazioni animate di Alice Albanese, Floriana Sabato e della compagnia dell’Arpa con la Professoressa Filippa Ilardo e Noa Di Venti, i molti laboratori didattici, l’esibizione di Sand Art di Stefania Bruno e anche la presentazione del volume “Giovanni Verga. Cinque novelle a fumetti” di Fabia Mustica ad apertura di calendario.
Durante l’evento a teatro, presentato in modo fluente e a ritmo serrato dalla Professoressa Filippa Ilardo, si è potuta apprezzare l’esibizione dei bambini della scuola primaria che ci hanno ricordato come sia “Vietato calpestare i nostri diritti” e l’eccellente performance dei 74 coristi degli alunni della scuola secondaria di primo grado del De Amicis, plesso Garibaldi, che si sono esibiti in due complessi canti in francese, a tre linee di voci e una solista, “Vois sur ton chemin” e “Cerf-volant” tratti dal film “Les Choristes” di Christophe Barratier del 2004, sotto l’attenta direzione d’orchestra del Professore di Musica Giuseppe Colajanni.
Ma la serata era dedicata soprattutto alla premiazione conclusiva delle scuole vincitrici a livello nazionale, che sono risultate quelle qui di seguito elencate.
Per la Sezione A – Favole Illustrate, destinato alla scuola Primaria, il primo posto se l’è aggiudicato la classe 4C dell’IC 15 Casaralta di Bologna con “Le avventure di Felix”, presenti con una delegazione di insegnanti a ritirare il premio, e con i loro bambini festanti per aver ricevuto il riconoscimento in vari video messaggi di ringraziamento, il secondo posto “Un giorno da re” della classe 3D del Circolo Didattico Giacomo Albo di Modica e il terzo la classe 3B dello stesso istituto, con “Il circo degli animali”. Il Premio speciale “La magia delle favole” è andato nuovamente all’I.C. 15 di Casaralta (BO), con l’elaborato della classe 4D dal titolo “Le pantofole magiche e l’elefante Dante”, scuola che si aggiudica anche la Menzione speciale con “Il pinguino dei due regni” della classe 3C.
Nella Sezione B – Racconti Brevi, per la scuola secondaria di primo grado, i migliori tre piazzamenti sono stati rispettivamente “Il cancro della terra”, elaborato di Sofia Colina della classe 3A dell’I.C. Santa Chiara di Enna, plesso Verga, Calascibetta (EN), “Un viaggio verso la felicità” della classe 2A dell’I.C. Don Bosco-Melloni di Portici (NA) e “Quello stupido pacchetto” della classe 2C sempre della stessa scuola. Inoltre, la Menzione speciale se l’aggiudica “La lista infinita” di Giuseppe Naselli, classe 3C dell’I.C. Sinopoli di Agira (EN) e il Premio speciale “Scrittori in erba” l’elaborato di Letizia Lombardo, della classe 3C dello stesso istituto, dal titolo “La scelta”.
Quanto alla Sezione C – Illustrazione a Tema “Tutti Diritti” questa ha visto trionfare con il primo premio “Il diritto di essere me stesso” della classe 1C, scuola primaria, dell’I.C. 15, Casaralta (Bo), seguito da “Affrettati lentamente…è un tuo diritto” di Andrea Karola Folisi della classe 2B scuola secondaria di primo grado dell’I.C. Santa Chiara di Enna, Plesso Verga di Calascibetta, a cui è andata anche la Menzione speciale “Diritto a crescere” con l’elaborato di Dafne Di Venti della Classe 2B. Infine il Premio Speciale “Cittadinanza Attiva” (A.N.C.) se lo sono aggiudicati ex aequo l’opera “Un bambino che non gioca sarà un bambino privo di sogni” delle Classi 1B – 1C – 4D  del Circolo Didattico Vaccalluzzo di Leonforte e il “Diritto alla libertà” di Melissa Gallina della classe I S, della scuola secondaria di primo grado dell’I.C. De Simone di Villarosa, sezione distaccata di Villapriolo.
Un significativo momento della serata è stato inoltre il sentito omaggio tributato a Rocco Lombardo, scomparso recentemente, presidente onorario della giuria di qualità del Concorso Signorelli, che si è distinto sempre per il suo prezioso contributo al Premio, sin dalla sua prima edizione, e che ha dedicato alla nostra città una lunga attività di ricerca storico-culturale.
In conclusione della manifestazione l’esibizione canora dell’alunno Giulio Assennato della scuola primaria e la presentazione del progetto di adozione a distanza di una classe della scuola di Rochain Mende, in Sierra Leone, dopo la visione lo scorso anno del film “Balon” di Pasquale Scimeca, che ha creato negli alunni della scuola De Amicis la necessità di mettere in atto una maratona solidale. È questa dunque che viene presentata sul palco dall’insegnante Linda Di Dio, la quale spiega come si sia giunti adesso, sotto la spinta propulsiva del DS Prof. Filippo Gervasi, alla creazione di una vera e propria rete di scuole etiche e solidali, che partendo dal nostro istituto si sta allargando pian piano anche a livello nazionale. Linda Di Dio, che ha visitato il villaggio di persona, porta un video messaggio girato per noi dai bambini africani in una scuola improvvisata – con tanto di panche e palchetto – nella foresta, luogo magico per eccellenza nella loro tribù, che ci fa vivere per un momento la loro realtà e sentire questi bambini più vicini anche ai nostri piccoli.
Anche i bambini africani, del resto, hanno il diritto di sognare. Chissà che l’anno prossimo anche gli alunni della scuola di Rochain Mende non possano partecipare al Concorso Signorelli…
 

Giuliana Maria Amata

Visite: 623

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI