Buy Wedding a Palermo, i dolci di Altofonte conquistano l’India

Buy Wedding a Palermo, i dolci di Altofonte conquistano l’India
Le eccellenze siciliane incantano i buyers stranieri: in primo piano accoglienza e turismo
“Matrimonio sicilian stile”, si è concluso l’evento organizzato da Palermo Is

Le dolci creazioni di Michele Baviera, pasticcere di Altofonte, conquistano l’India. Mentre il Marina Holiday di Balestrate lega con un’agenzia di eventi americana, la Culture Discovery, per festeggiare le nozze nella loro struttura. E ancora l’agenzia Soleventi e tour si raccorderà con tour operator russi per far celebrare i matrimoni delle coppie straniere in Sicilia.

È questo un primo bilancio del Buy Wedding International, l’evento organizzato da Palermo Is in collaborazione con Events&Charme e patrocinato da Confartigianato Turismo e Spettacolo Palermo, dal Comune di Palermo e dall’assessorato regionale al Turismo, che si è svolto questo fine settimana al Grand Hotel et Des Palmes.

Ieri la giornata conclusiva, con un laboratorio dedicato agli sposi. Le coppie presenti hanno avuto la possibilità di partecipare a un Wedding Lab, contest lanciato su Facebook. Una fotografia davanti all’allestimento del Buy Wedding, ora postate sulla pagina Palermo Is. Chi otterrà più like, si aggiudicherà un week-end benessere per due persone.

Sabato 24, invece, è stato il giorno dedicato ai B2B. Il giorno più impegnativo per le aziende locali che hanno presentato le loro eccellenze ai 25 buyers esteri, provenienti da Russia, Usa, India, Danimarca, Austria e Inghilterra. Ed è stato proprio nel corso del workshop che Ambrish Ullal, buyers indiano, ha stretto contatti con la pasticceria Baviera.
Palermo Is, in questo fine settimana, ha accompagnato i buyers esteri alla riscoperta delle eccellenze siciliane e in particolar modo palermitane. Venerdì, dopo la presentazione dell’evento a Villa Niscemi, i buyers sono stati accolti al mercato Excelsior, nelle terrazze dell’ex cinema, per un aperitivo dai sapori tutti siciliani. Poi tappa alla Kalsa, al teatro Ditirammu, per conoscere e apprezzare il canto e la tradizione popolare: con Elisa Parrinello e i ragazzi della Lapa sul palco, ed Enzo Mancuso, con i suoi pupi siciliani.
E ancora ieri mattina un tuffo nel passato, nel ‘700, tra conti e principi Palazzo Mirto, con in scena attori e figuranti.

“Da tempo – spiega Laura Arcilesi, presidente di Palermo Is – le aziende locali aspettavano un confronto per presentare le loro eccellenze all’estero, con attori internazionali ospiti nella loro terra. Gli artigiani hanno toccato con mano l’importanza di questi B2B, ed hanno avuto un ottimo riscontro. Le nostre aziende ci chiedono di essere conosciute negli altri Paesi”.

“Confartigianato – dice Davide Morici, presidente provinciale di Confartigianato Turismo e Spettacolo, che ha patrocinato l’evento – deve essere sempre più un riferimento per le tante aziende locali che, unendosi in sinergia, promuovono turismo, eventi, cultura, spettacoli e servizi. La nostra categoria punta sempre più a diventare un riferimento per la promozione turistica delle eccellenze degli artigiani della cultura”.

Visite: 216

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI