Bocce, a Milano la finale di coppa Italia Juniores

Inizierà sabato 11 ottobre la fase finale della Coppa Italia juniores della raffa che si giocherà a Milano per concludersi domenica. La manifestazione, promossa dal Comitato Federbocce del capoluogo lombardo guidato dal presidente Moreno Volpi, è giunta alla 27esima edizione. Sono 16 le rappresentative provinciali che scenderanno in campo: Brescia Franciacorta, Cagliari, Caserta, Como, Cosenza, Crotone, Firenze, Frosinone, Milano, Napoli, Pesaro Urbino, Reggio Emilia, Teramo, Treviso, Verbania e Verona.
Sulle corsie del CENTRO TECNICO REGIONALE, nel bocciodromo comunale di San Donato Milanese, domenica alle 9,00 si disputeranno le semifinali mentre la finale inizierà alle 14,30. Dirigerà Morani di Legnano.

 

Mondiale Cina – Rizzoli: scriveremo una pagina d’oro del nostro sport
Ultimi chiodi ed ultimi colpi di pennello nel palasport Zhejiang Kaia di Kaihua, nella provincia cinese dello Zhejiang. E’ tutto a puntino, qui, dove dal 18 a 26 ottobre, per la prima volta in questo grande paese asiatico, farà tappa la sfida per assegnare il titolo iridato della specialità raffa. Sono infatti praticamente ultimati i lavori di completamento dell’impianto e delle strutture di gioco, lavori seguiti con la massima attenzione e partecipazione dalla Confederazione Boccistica Internazionale (Cbi), che ha promosso l’evento sportivo, e dalla Federbocce italiana. L’evento è già stato presentato alla stampa con l’intervento del ministro dello sport della provincia dello Zhejiang, Zheng Yijun, in un affollato incontro con i media in cui è stato illustrato il programma della manifestazione ed è stata annunciata l’importante sponsorizzazione dell’industria Kai Top The.
Nel palabocce di Kaihua si è anche svolto recentemente uno stage di propaganda sul gioco delle bocce, promosso dal County Sports Bureau, al quale sono state invitate ad assistere numerose personalità politiche, amministrative e del mondo dello sport. A lezione gruppi di impiegati ed operai delle fabbriche di Kaihua e dell’hinterland ai quali l’istruttore della federbocce cinese,nonché coach delle nazionali, Liu Guoqiang, ha illustrato e spiegato il gioco con lezioni teoriche ed esibizioni pratiche sulle corsie.
Il palazzetto che ospiterà il 4° mondiale femminile della raffa ha ricevuto anche la visita del segretario del partito della provincia dello Zhejiang, Bao Xiuying, assieme al viceXu Dengfu, che erano accompagnati dal responsabile del dipartimento Sport Bao Shuji. I tre personaggi sono stati ricevuti dal coach Liu che ha riferito loro in dettaglio il programma del mondiale ed elencato le nazioni che hanno aderito al campionato.
Bao Xiuying nel suo congratularsi con i dirigenti e gli operatori del comitato organizzatore del mondiale ha avuto anche parole di ringraziamento per il presidente della Confederazione internazionale, Rizzoli, per aver affidato alla Cina la responsabilità di promuovere un così importante evento sportivo e per la grande collaborazione ed assistenza tecnica  offerte dalla Cbi e dalla Federbocce italiana affinché la manifestazione rappresenti uno dei punti più alti dello sport delle bocce di alto livello anche in considerazione delle tante nazioni che hanno voluto essere presenti sulle corsie di Cina 2014.
Sono infatti 20 i paesi che saranno presenti a Kaihua: Algeria, Argentina, Austria, Australia, Brasile, Cina Uno e Cina Due, Hong Kong, Taipei, Cile, Francia, Germania, Italia, Giappone, Mongolia, Russia, Slovacchia, Svizzera, Turchia, Stati Uniti ed Ungheria.
Domenica 19 ottobre ci sarà la cerimonia di apertura mentre lunedì inizieranno le qualificazioni. Italia, Argentina, Cina e Brasile saranno le teste di serie. La finale è in programma sabato 25 ottobre.
Il team azzurro è composto da Germana Cantarini, Elisa Luccarini, Maria Losorbo e Marina Braconi e sarà guidato dal general manager Dante D’Alessandro che avrà al suo fianco il tecnico della raffa Rodolfo Rosi. Fino ad oggi le azzurre non hanno mai sbagliato una mossa e sono le regine incontrastate del mondiale. Tre edizioni, tre medaglie d’oro. Ma stavolta sarà più dura perché le fortissime cinesi saranno agevolate dai campi amici e dal tifo di casa.
Il presidente della Federbocce italiana Rizzoli, che presiede la Cbi ed è anche al vertice della Federbocce italiana, si è impegnato in prima persona perché questa prestigiosa competizione potesse svolgersi in Cina, paese che negli ultimi anni ha compiuto giganteschi passi di qualificazione nello sport delle bocce, soprattutto a livello femminile, dove più volte ha vinto la medaglia d’oro. Rizzoli, molto orgoglioso di questo evento, nel presentare alla stampa nazionale il mondiale ha sottolineato che esso “rappresenta la manifestazione top della stagione agonistica internazionale delle bocce ed è organizzato in un paese come la Cina che cura con entusiasmo e destina grandi risorse allo sport. Conoscendo di persona i dirigenti ed i tecnici ai quali è affidata la regia di questa manifestazione, ed avendo già avuto modo di apprezzare in passato l’impegno e la capacità dello staff organizzatore, sono sicuro che sarà un traguardo agonistico che scriverà una pagina straordinaria nel percorso internazionale del nostro sport”

Visite: 602

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI