Beato Girolamo De Angelis, da oggi Enna festeggia il suo compatrono

La sua festa liturgica ricorre il 5 dicembre, ma già da oggi la parrocchia di San Bartolomeo di Enna dà il via alle tante attività liturgiche, culturali e caritatevoli che coinvolgeranno l’intera città in onore del martire gesuita Girolamo De Angelis.
Compatrono del popolo ennese, Girolamo fu condannato a morire bruciato a fuoco lento in Giappone nel 1623 a causa della sua opera di evangelizzazione. “Quest’anno i festeggiamenti assumono un tono più solenne perché ricorrono i 450 anni dalla nascita del beato – spiega don Sebastiano Rossignolo, parroco di San Bartolomeo – Girolamo è un nostro concittadino, un martire da venerare al quale manca davvero poco per essere proclamato santo: la nostra devozione”.

A dare il via al corposo programma, è stata la messa di questa mattina alla cappella dell’ospedale Umberto I con la reliquia del beato. Si continua alle 18.30 nella chiesa di San Marco con la traslazione della reliquia del beato (il teschio rimasto intatto dopo il rogo) da parte dei vigili del fuoco di Enna: toccherà a loro condurla nella chiesa di San Bartolomeo dove alle 19 verrà celebrata una messa presieduta dal vicario foraneo della città monsignor Francesco Petralia, e all’interno della quale i vigili del fuoco emetteranno il loro atto di affidamento al De Angelis.
Domani, lunedì 27, a San Bartolomeo alle 17 verranno recitati il rosario e la coroncina del beato, seguiti da una messa presieduta da don Giacomo Zangara e animata dal Rinnovamento nello Spirito di Enna. A seguire, adorazione eucaristica.
Martedì 28 alle 18.30 recita di rosario e coroncina e dopo messa celebrata da fra’ Massimiliano Di Pasquale, dei frati minoro conventuali, con la presenza dei religiosi della città.
Mercoledì 29 alle 15.30 la reliquia di Girolamo verrà portata in visita alla casa circondariale di Enna dove verrà celebrata una messa dal cappellano don Rossignolo. Alle 19 in parrocchia messa presieduta da don Giuseppe Fausciana, accompagnato dalla comunità parrocchiale di Sant’Anna e dalla Pia Unione di Santa Rita in Enna.
Giovedì 30 dopo rosario e coroncina, messa celebrata da don Giuseppe Buccellato, della comunità salesiana di San Giovanni Bosco, animata dalle suore e dagli amici della sapienza. A seguire, conferenza sulla vita del beato a cura di Pippo Restifo.
Venerdì 1 dicembre alle 17 la reliquia del beato sarà condotta alla Casa d’accoglienza per anziani “Santa Lucia” di Enna bassa, dove verrà celebrata una messa da don Rossignolo. Alle 19 messa in parrocchia messa presieduta da don Giuseppe Rugolo e animata dai giovani del Progetto 360 che cureranno anche un’adorazione eucaristica.
Sabato 2 alle 10 la reliquia sarà condotta in visita per i reparti dell’ospedale di Enna bassa. Alle 19 in parrocchia messa animata dalle comunità neocatecumenali.
Domenica 3 alle 11.30 in parrocchia messa presieduta da don Giacomo Zangara con la partecipazione degli Ordini dinastici della Real casa Savoia di Sicilia e Guardie d’onore alle reali tombe del Panteon. Alla 19 celebrazione di don Angelo Passero e atto di affidamento della corale parrocchiale al beato. Alle 20 in chiesa recital “Il viaggio di Girolamo”, della compagnia Amici del teatro di Enna, con la drammaturgia di Mariangela Vacanti (basata sulle ricostruzioni storiche di Venera Petralia), video di Luca Fauzia e in scena Carlo Greca, Lely Mazzone ed Elia Nicosia, direzione di scena di Pietro Valenti.

Lunedì 4, giorno del martirio del beato,  alle 19 a San Bartolomeo celebrazione solenne presieduta dall’arcivescovo di Monreale Michele Pennisi e la partecipazione della confraternita dello Spirito Santo che farà il suo atto di affidamento al De Angelis. Alle 20, memoria del martirio curata dal predicatore don Angelo Passero.
Martedì 5, festa del beato, la città verrà svegliata alle 8 con colpi a cannone e con le sonate della banda Città di Enna per le vie della città. Alle 11 in parrocchia messa solenne presieduta da don Passero. Alle 17.30 partirà da San Bartolomeo la processione solenne della statua del beato e la sua reliquia portate a spalla dai confrati dello Spirito Santo. Il corteo sacro, accompagnato dalla banda, farà tappa al Duomo. Qui alle 18.30 il vescovo Rosario Gisana presiederà una liturgia solenne assieme al clero cittadino. Il sindaco della città sarà chiamato a rinnovare l’atto di affidamento al compatrono del popolo ennese. Alle 20, processione di rientro. Il corteo farà sosta davanti alla chiesa di San Marco dove la reliquia del beato verrà riposta nella sua cappella votiva e dove il vescovo Gisana pronuncerà una solenne preghiera di canonizzazione. Seguirà un momento di preghiera animato dalle corali della città.

Visite: 486

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI