Beach Volley, la Confraternita dell’Addolorata si aggiudica il torneo della Legalità

La formazione della Confraternita dell’Addolorata si aggiudica la quinta edizione del torneo di Beach Volley della Legalità svoltosi mercoledì 19 luglio al campo della Protezione Civile di Enna bassa. Il team dell’Addolorata ha battuto in finale per 21 – 15 la formazione 360. L’evento è stato organizzato come sempre dall’Avis con la collaborazione di Anpas Sicilia ed il patrocinio del Comune ed ha visto la partecipazione di 21 squadre.

Classifica ‘La legalità che unisce’ 2017:
1. Confraternita Addolorata
2. 360
3. Avis Agira
4. Uisp Enna
5. Avis Enna
6. Atlantis
7. Consulta giovani Avis Enna
8. Enna Calcio
9. Anpas Enna
10. Speranza
11. Avis Barrafranca
12. Open Line
13. Luciano Lama Legalnoi
14. Polizia di Stato
15. Confraternita Valverde
16. Mamme Enna Calcio
17. Vigili Urbani
18. Carabinieri
19. Unione Ciechi Aquilotti
20. Unione Ciechi Angeli
21. Luciano Lama Spojeni

La confraternita dell’Addolorata vince il V torneo della legalità organizzato da Avis Enna

Enna – Il quinto torneo di beach volley “La legalità che unisce”, organizzato da AVIS Enna con il patrocinio del Comune di Enna, svoltosi mercoledì 19 luglio, presso il campetto dell’ANPAS, ha visto in campo ben ventuno squadre a rappresentare forze di polizia, associazioni di volontariato, associazioni sportive e confraternite del territorio ennese unite dallo stesso obiettivo: ricordare, attraverso lo sport, l’impegno e la dedizione di coloro che hanno lottato per difendere la nostra terra dalla mafia anche a costo della vita. L’evento, presentato dal giornalista Riccardo Caccamo, ha avuto inizio alle ore 15:00 ed è stato sospeso alle ore 16:58 (ora della strage di via D’Amelio) per dare spazio al minuto di silenzio eseguito dal giovane trombonista Roberto Ragusa. Dopo l’inno d’Italia tutti i giocatori sono tornati in campo fino alle 21:00. Ad aggiudicarsi il torneo è stata la squadra della confraternita dell’Addolorata, guidata da Giacomo Vigneri e composta da Alessandro Riccobene, Andrea Branciforte, Lorenzo e Tommaso Bruno. Al secondo posto i ragazzi del 360, al terzo AVIS Agira seguiti da UISP Enna, AVIS Enna, Atlantis, Consulta giovani AVIS Enna, Enna Calcio, ANPAS Enna, Speranza, AVIS Barrafranca, Open Line, Luciano Lama Legalnoi, Polizia di Stato, Confraternita Valverde, Mamme Enna calcio, Vigili urbani, Carabinieri, Unione ciechi aquilotti, Unione ciechi angeli ed infine la Luciano Lama spojeni.
Durante l’intero pomeriggio si sono susseguiti gli interventi e le testimonianze del Capo Gabinetto della Questura di Enna, Dott. Giuseppe Sofia, del Sostituto procuratore Dott. Francesco Lo Gerfo, del Sindaco di Enna, Avv. Maurizio Di Pietro, e del Presidente AVIS Enna, Giulia Buono.
Grande soddisfazione giunge dagli organizzatori, soprattutto per la numerosa presenza di giovani che, sebbene non ancora nati o troppo piccoli per ricordare quelle stragi, hanno voluto dare il loro personale contributo sostenendo il valore della legalità.

Autorità rappresentanti della Vª edizione:

– Lorenzo Colaleo, presidente ANPAS
– Dott. Giuseppe Sofia, capo di Gabinetto della questura di enna
– Vincenzo La Porta, ispettore della guardia di finanza
– Stefano Blasco, comandante della Polizia Municipale
– Dott. Matteo Spatola, reggente dell’anticrimine della questura di enna
– Dott. Francesco Lo Gerfo, sostituto procuratore
– luogotenente Rosolino D’Amico, comandante della stazione dell’arma dei carabinieri di enna
– Enzo Bonasera, presidente UISP Sicilia
– Dott. Fabio Montesano, presidente ordine commercialisti
– Maurizio Di Pietro, sindaco di enna
– Paolo Russo, delegato provinciale FIGC
– Mario Cascio, rettore confraternita Valverde
– Giuseppe Castellano, presidente associazione Luciano Lama
– Giulia Buono, presidente AVIS Enna

Visite: 420

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI