Basket Serie D e Prima Divisione; vincono Grottacalda Piazza Armerina e Consolini Enna

Vittoria importante quella ottenuta in trasferta dalla Grottacalda Piazza Armerina sul parquet dell’Acireale per 81-84. Con questa il quintetto allenato Da Maurizio Barravecchia continua la sua scalata verso le zone di vertice della classifica. In Prima Divisione va alla Libertas Consolini il derby contro il Città di Nicosia. La formazione ennese del tecnico Francesco Milano, al palazzetto dello sport di Enna bassa davanti ad un numeroso pubblico ha vinto per 58-43. Ma il match è stato per buona parte molto equilibrato e giocato punto su punto. Addirittura nella prima parte a condurre erano stati proprio i madoniti.

Nella seconda giornata del Campionato Maschile di Prima Divisione, la
Consolini conquista il primo derby contro la Stock Family Nicosia, con un
risultato di 58 a 43. A vincere il derby anche le tantissime persone
presenti al Palazzetto dello Sport di Enna Bassa, ennesi e nicosiani, in una
bolgia di adulti e bambini che hanno alzato i decibel nel quartiere di
Sant’Anna. “Devo essere sincero”- dice Francesco Milano- “nella mia carriera
non avevo mai visto qualcosa di simile. I ragazzi erano emozionati, anche
chi ha partecipato a campionati di alto spessore, non aveva mai visto e
sentito tutto questo tifo”.
Il match inizia con i padroni di casa schiacciati dai nicosiani che si
portano subito in vantaggio di sette dopo pochi minuti. I neroarancio,
nonostante tutto ed un po’ in malo modo, riescono a tenere il passo in un
primo parziale che si conclude con il punteggio di 11-12. Nel secondo
quarto, ancora manovre lente e confuse da parte dei ragazzi ennesi, puniti
da un Roberto Lipari molto decisivo con i tiri piazzati. Molti palloni
intercettati dai nicosiani che, in fase offensiva, sono stati più precisi
degli ennesi. Nella pausa però la Consolini, cambia assetto ma soprattutto
mentalità; sostenuti da un grande pubblico, entrano con grinta cercando di
recuperare immediatamente lo svantaggio. Calano un po’ i ritmi dei
nicosiani, stanchi dopo i primi due quarti in cui giravano a mille. Grande
rimonta e parziale del terzo quarto 15 a 9 per i ragazzi di Francesco
Milano. Ottimo l’impatto di Diego Tumino alla sua prima in campionato,
nonostante la forma fisica non ancora al cento per cento. Il quarto periodo
di gioco inizia dal 37 pari. Ma la prova di Esele in difesa, super nei
rimbalzi, e i ritmi veloci incalzanti dei giovani Perricone, Puglisi e
Sciabbarasi ha la meglio in campo. Senza nulla togliere ai punti pesanti
messi dal lungo, Matteo Di Stefano, decisivo in fase offensiva nel caricare
di falli gli avversari che lo portavano in lunetta. Parziale alla fine del
quarto periodo di 21 a 6 e risultato di 58 a 43. “Per un attimo ho rivisto
lo spettro dei ragazzi, visto a Caltanissetta” – dice Milano – “Si conoscono
da poco meno di due mesi ed hanno bisogno di giocare tanto per creare tra di
loro una forte armonia. Hanno grandi potenzialità e fisicamente sono
imbattibili ma in campo vanno loro e devono imporre il loro gioco, non
giocare a ritmo avversario così come visto a Caltanissetta. Fortunatamente
nel terzo e quarto quarto di gara, hanno deciso di mettere su cuore e grinta
e di questo sono davvero soddisfatto. Spero che con questa si sono
sbloccati.
Sulle persone presenti in tribuna Milano conclude: “ringrazio tutti i
presenti, ennesi ed amici nicosiani, bambini e adulti, il derby l’hanno
vinto loro. A testimonianza del fatto che lo Sport ad Enna può esistere.
Voglio che questa partita venga ricordata perché la prima di una lunga serie
ma perché dietro questi ragazzi, oltre la tanta voglia, c’è anche il
sacrificio economico. Per chi non lo sapesse siamo in autogestione e persino
i completino e le tute, sono frutto di sacrifici, perché nessuno ha
contribuito a tutto questo. Speriamo che in futuro, qualcuno possa credere
in noi; noi andiamo avanti e non ci fermeremo”.
Adesso la Consolini preparerà la sfida contro la Fides, che si giocherà a
Catania, domenica mattina. Squadra che potrà dare qualche piccolo pensiero
ai ragazzi ennesi. Ma dopo ieri, se si pensa agli ultimi due periodi, la
grinta c’è, il cuore pure, non ci resta che continuare a credere in loro.=

 

Visite: 413

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI