Basket e Solidarietà; a Milano una partita che ha annullato ogni differenza

 
Milano 25 novembre 2015 – Si è tenuta oggiAggiungi un appuntamento per oggi, mercoledì 25 novembre, alle ore 14.30 presso il Mediolanum Forum di Assago, una partita di Basket Unificato che ha visto scendere in campo, a formazioni miste, i giocatori della EA7 Olimpia Milano ed oltre 40 Atleti Special Olympics Italia provenienti da diverse regioni italiane. Ha vinto lo sport che unisce e regala emozioni, annullando ogni genere di differenza. Era presente all’evento il Presidente di Special Olympics Italia, Maurizio Romiti:“La partita di oggiAggiungi un appuntamento per oggi rappresenta, per i nostri Atleti, un’altra grande occasione di sport unificato in uno storico palazzetto insieme ad una squadra di grande tradizione”.

Sul parquet del Mediolanum, in qualità di coach, l’ex pallavolista italiana Maurizia Cacciatori: “Iniziative di questo genere fanno bene allo sport. Lo Sport Unificato arricchisce tutti, indistintamente. Sull’altra panchina il giornalista Guido Bagatta: “Siamo tutti uguali e lo sport, in occasioni come queste, lo dimostra ampiamente”. Meraviglioso il coinvolgimento di tutti i giocatori dell’EA7 presenti, tra i quali Bruno Cerella: “Una partita che rappresenta un momento di condivisione ed amore per lo sport, a prescindere dalle diversità”.
Prima della palla a due, una breve dichiarazione, a nome di tutti gli Atleti Special Olympics presenti, di Roberta Battista, Atleta Special Olympics di Basket che, nel luglio scorso, ha partecipato ai Giochi Mondiali di Los Angeles: “E’ per me una grande emozione essere qui oggiAggiungi un appuntamento per oggi per fare una delle cose che più amo, giocare a pallacanestro. Lo sport unificato mi ha dato la possibilità di crescere e migliorare, come Atleta e come persona”.
La Campagna di Comunicazione #PlayUnified, lanciata a livello mondiale da Special Olympics, mira, attraverso il coinvolgimento collettivo e la condivisione di un linguaggio comune, alla costruzione di una generazione unita. Stereotipi e pregiudizi nei confronti delle persone con disabilità intellettiva sono estremamente diffusi, in alcuni contesti più di altri. In tutti i casi, sono il prodotto di una propria incapacità a relazionarsi a queste stesse persone. Il giocare uniti rappresenta, in senso più ampio, un’opportunità per comprendere e sentire quanto la diversità sia fonte di arricchimento interiore per ognuno di noi. Scendere in campo significa offrire il proprio impegno e sostegno, contribuendo ad operare un cambiamento culturale che abbatta stereotipi e pregiudizi nei confronti delle persone con disabilità intellettiva. L’evento andato di scena al Forum di Assago è frutto di una partnership ormai consolidata tra Olimpia Milano e Special Olympics Italia ed ha preceduto, di due giorni, l’inizio ufficiale della European Basketball Week 2015. Evento internazionale che, giunto alla sua XII edizione, impegnerà, dal 27 novembre al 6 dicembre, 18.500 giocatori provenienti da 35 Nazioni d’Europa. In Italia, in tutte le regioni, gli Atleti con e senza disabilità intellettiva coinvolti saranno oltre 4.000. La manifestazione sportiva dedicata alla pallacanestro è patrocinata dalla Federazione Italiana Pallacanestro, dalla Lega Basket, dalla LNP, dalla LegA Basket Femminile, dalla GIBA e dal Comitato Italiano Arbitri.
Visite: 322

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI