Avis Enna, conclusa settimana di formazione per 50 operatori di Servizio Civile

Venerdi 18 settembre si sono concluse le cinque giornate di formazione generale organizzate dall’Avis Regione Sicilia presieduta da Salvatore Mandarà e coadiuvato nell’organizzazione dal coordinatore Salvatore Calafiore e dal referente, Consigliere Regionale, Fabio Fazzi, che hanno visto coinvolti i 50 giovani volontari selezionati per il Servizio Civile Nazionale. 

Molti gli intervenuti a portare i saluti ai 50 giovani giunti ad Enna da tutta la Sicilia: il Prefetto di Enna Fernando Guida, il Segretario Nazionale dell’Avis Domenico Alfonso, il Sindaco di Enna Maurizio Dipietro, il presidente dell’Avis di Enna Giulia Buono, il presidente dell’Avis di Barrafranca Giuseppe La Rosa, il Presidente dell’Avis di Piazza Armerina Salvatore Cancarè, il Presidente dell’Avis di Calascibetta Laura Marsala, il presidente dell’Avis di Leonforte Salvatore Sauro, i presidenti provinciali Avis di Palermo, Catania e Siracusa e altri dirigenti Avis provenienti da tutta la Sicilia.

E’ stato un momento di importante formazione, che ha visto il susseguirsi di diversi esperti conoscitori in materia di Servizio Civile e Protezione Civile, le psicologhe dott.ssa Paola Silvano e dott.ssa Rita Vasta, l’esperta in progettazione dott.ssa Giada Sarda, la dott.ssa Veronica Arena Segretaria Avis Provinciale Enna, il Dottor Domenico Ponte, l’Ingegnere Tiziana Arena che hanno coinvolto i ragazzi in tematiche inerenti l’associazione Avis, la normativa vigente e la Carta di impegno etico, la disciplina dei rapporti tra enti e volontari del servizio civile nazionale, l’organizzazione del servizio civile e le sue figure.

I volontari hanno fatto visita all’Università Kore di Enna, partner del progetto di Servizio Civile Avis, ed hanno avuto modo anche di visitare il copoluogo più alto d’Italia. E’ stata anche l’occasione per ufficializzare la riconferma di partner importanti dell’Avis Sicilia con la firma della convenzione per il Servizio Civile con l’Azienda Pubblicitaria ennese Rapidagraph, rappresentata da Giuseppe Parisi, con l’Asp, rappresentata dal suo direttore generale Giovanna Fidelio, il CSVE, rappresentato dal suo presidente Salvo Raffa.

La formazione generale si è confermata quindi come elemento strategico del sistema affinché il servizio civile nazionale consolidi la propria identità di “istituzione deputata alla difesa della Patria”, strumento necessario per fornire ai giovani volontari coinvolti gli strumenti per vivere correttamente l’esperienza del servizio civile, sviluppare all’interno degli Enti la cultura del servizio civile e promuovere i valori ed i diritti universali dell’uomo. Con la fine di questo primo momento formativo inizia per loro l’opportunità di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore di coesione sociale. Il servizio civile volontario garantirà infatti ai giovani una forte valenza educativa e formativa, una importante e spesso unica occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.

Visite: 460

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI