Automobilismo, Salita Monti Iblei Domenico Cubeda svetta nelle prove

 26 settembre – La 58a Salita dei Monti Iblei conferma in pieno le aspettative della vigilia e si prepara ad una sfida sportiva, domani, decisamente tutta cuore e spettacolo, da non perdere. Le prove ufficiali, disputate al cospetto di tanto pubblico assiepato lungo i 5,500 km del tracciato di gara (nonostante la giornata feriale), in uno scenario caratterizzato da una splendida giornata di sole, hanno visto svettare, probabilmente come da pronostico della vigilia, il veloce catanese Domenico Cubeda, su Osella PA2000 Evo Honda by “Paco74 Corse” e motore by Lrm , schierata dalla scuderia di casa, la Cubeda Corse. Alle sue spalle, anche in questo caso come anticipato alla vigilia, il duo marsalese composto da Vincenzo e Francesco Conticelli, padre e figlio, al volante della potente Osella PA 30 Zytek il primo, nell’abitacolo dell’altrettanto prestante Osella PA2000 Evo Honda il più giovane dei Conticelli.

Come dire tre tipi “tosti”, a disputarsi la vittoria nella cinquantottesima edizione di una tra le cronoscalate più antiche d’Italia. Domenico Cubeda (campione siciliano in carica), il quale ha chiuso le due salite con il parziale di riferimento di 2’32”96, ha badato più che altro a trovare i giusti parametri per quanto riguarda la gestione dell’assetto e delle gomme sulla bella e potente biposto di casa Osella, staccando di 3”30 Vincenzo Conticelli, anche lui attento a trovare le regolazioni giuste sulla sua vettura e di 4”19 Francesco Conticelli (anche lui, come il padre e come Cubeda tra i protagonisti indiscussi del Tricolore della Montagna e del Tivm 2015), il quale non è riuscito però a completare la seconda salita a causa di un piccolo inconveniente al cambio della sua Osella, più tardi risolto nella officina mobile dai suoi meccanici.

Ma tra i tre litiganti potrebbe inserirsi il quarto incomodo, che oltretutto porta un cognome “pesante” per gli sportivi locali. Quarto assoluto, al culmine delle prove ufficiali, è infatti il gran talento comisano

Team Palikè p.za Generale Cascino, 155/156 – 90142 PALERMO

per info e iscrizioni: www.palike.it – tel./fax 091 546261 – cell. 337 866777 o 380 3620100 # LIC. ORG. 31886

Samuele Cassibba, veloce quanto basta, alla guida della sua Tatuus F. Master Honda iscritta dalla Catania Corse, ma non abbastanza, almeno in prova, per contrastare lo strapotere di Cubeda e dei due Conticelli. Tornato con una certa regolarità alle competizioni quest’anno, Cassibba jr. ha concluso la sua prestazione con un distacco di 7”41 dalla vetta (primo tra i piloti ragusani), precedendo nell’elenco dei migliori tempi il sorprendente giovane messinese (originario di Brolo) Francesco Lombardo, al debutto con la monoposto Speads RM 06 Suzuki messa a punto nella “factory” del catanese Giuseppe “Jo” Spoto, per i colori della Jonia Corse Giarre. Sesta piazza per l’altro comisano, idolo di casa, Gianni Cassibba, il quale parso più a suo agio nell’abitacolo della sua Clw Wolf GB08 Mugen recentemente rivista e corretta, per la Catania Corse, pur ad 11”48 da Cubeda. In grossa evidenza, ma non si tratta di una novità, è anche il catanese Giuseppe Corona, provvisoriamente al settimo posto con la sua Osella PA 21S Honda della Cubeda Corse (però in testa al gruppo CN) e già pressoché certo del successo nel citato gruppo CN nel Trofeo italiano velocità montagna 2015.

In gruppo A, leadership provvisoria per il catanese Salvo D’Amico (neo campione italiano nella sua categoria per il Civm), su Renault Clio Rs della scuderia Etna, mentre il ragusano Francesco D’Izzia comanda per il momento il gruppo N, su Renault Clio Rs Light. Challenge Minicar e Bicilindriche con un unico padrone assoluto, almeno per il momento. Si tratta del poliedrico catanese (di Bronte) Andrea Currenti, il quale, sulla sua Fiat 500 “griffata” Cst Sport Gioiosa Marea, ha inflitto un distacco di oltre 9” all’autore del secondo miglior crono, l’altro catanese Giuseppe Marino, anche lui su Fiat 500, Catania Corse. Un altro bravo pilota etneo, Angelo Roberto Faro, su Fiat Uno Turbo i.e., è stato invece autore della miglior prestazione provvisoria nel gruppo E1 Italia, sempre per la Catania Corse.

Grandissima simpatia e notevole curiosità stanno suscitando i nove piloti provenienti dalla vicina Repubblica di Malta, i quali sono stati praticamente “adottati”, sportivamente parlando, dagli spettatori presenti sul percorso chiaramontano. Definire in qualche caso gli alfieri dell’isola dei Cavalieri come “funamboli” sarebbe riduttivo, in virtù delle loro esibizioni spettacolari, spesso di “traverso”, come nei rally. Il miglior crono per i maltesi, almeno in prova, lo ha fatto registrare Mark Micallef, già a suo agio con la potente ed impegnativa Osella PA 21S Evo a motore Honda della One Racing Ltd Malta.

Una gara nella gara è quella riservata alla Coppa Monti Iblei Autostoriche, anch’essa fregiata della 58a edizione. La leadership provvisoria in questa speciale ed ammirata categoria è stato abile a conquistarla il messinese, ma palermitano d’adozione, Manlio Munafò, il quale non ha avuto problemi di sorta a concludere con il parziale di 3’09”95, con la sua gialla Lucchini SN89 della scuderia Aspas, precedendo di 7”59 la splendida Alfa Romeo Giulia GTA del comisano Franco Corallo e di 8”06 l’altrettanto affascinante Renault 5 Gt Turbo del siracusano (nativo di Sortino) Giuseppe Barbagallo, secondo classificato lo scorso anno. Fuori causa già nella prima salita di prova a causa di un’uscita di strada il favorito della vigilia tra le “ancienne”, il palermitano (di Marineo) Ciro Barbaccia, su Paganucci Bmw, ammesso comunque al via della competizione.

La 58a Salita dei Monti Iblei scatterà appunto domattina, con inizio anticipato alle 9, per la prima tra le due gare in programma. Il percorso, della lunghezza di 5,500 km, presenta un dislivello tra partenza ed arrivo pari a 410 metri, con pendenza media calcolata al 6,68%. La direzione di gara, per quanto riguarda il Tivm, sarà affidata pure quest’anno all’esperto ennese Lucio Bonasera, mentre il catanese Graziano Basile si occuperà invece della direzione di gara della Coppa Monti Iblei Autostoriche.

La 58a Salita dei Monti Iblei sarà trasmessa in diretta radiofonica nell’intera giornata di domenica 27 settembre, sulle frequenze di Radio Sole Vittoria. Interviste ai protagonisti prima e dopo lo svolgimento della corsa ed altre curiosità e retroscena si potranno ascoltare dunque sui 95.300 e sui 104.500 Mhz. Ulteriori informazioni sulla 58a Salita dei Monti Iblei potranno essere reperite dagli addetti ai lavori e dagli appassionati sul sito internet ufficiale: www.palike.it , su Facebook, all’indirizzo: www.facebook.com/salitadeimontiblei , su Twitter e su Linkedin.

Visite: 383

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI