Automobilismo, l’Autosport Sorrento alla Coppa Teodori

Civm: la Coppa “Teodori” stimola Roberto Malvasio
Fonte: ilTornante.it

Secondo impegno stagionale in seno al Civm (Campionato Italiano Velocità Montagna) 2017 per Roberto Malvasio che, da domani a domenica, sarà tra i partecipanti alla 56^ Coppa “Paolino Teodori”, quinto round della serie “tricolore” in programma in provincia di Ascoli.
Il pilota di Ronco Scrivia porterà in gara la Radical SR4 di gruppo E2 che gli sarà messa a disposizione dall’Autosport Sorrento, la stessa vettura con cui, di recente, ha conquistato il successo in classe E2SC 1600 al trofeo Ludovico Scarfiotti.
“Nella gara marchigiana – rileva il portacolori della Winners Rally Team – non sono riuscito ad esprimermi al meglio per via della pioggia. Sul pianoro di Colle San Marco, però, le condizioni meteo dovrebbero essere ottimali e quindi avrò modo di sfruttare in pieno tutto il potenziale della Radical. L’obbiettivo, ovviamente, resta quello di continuare a fare esperienza nell’ambito del Civm e di cercare di mettere a segno una prestazione soddisfacente e di livello. L’impegno, però, per qualità e per quantità dei concorrenti (219 iscritti, ndr) non sarà affatto facile, ma conosco la gara, il percorso è di mio gradimento e, quindi, farò il massimo per tornare da Ascoli con un buon risultato in tasca”.
La 56^ edizione della Coppa Paolino Teodori, organizzata dal Gruppo Sportivo AC Ascoli in collaborazione con l’Automobile Club Ascoli Piceno – Fermo, sarà valida anche per la Coppa continentale International Hill Climb Cup e la serie tricolore cadetta Trofeo Italiano Velocità Montagna nord e sud. E’ prevista sui famosi 5.031 metri che uniscono Colle San Marco a San Giacomo: domani operazioni di verifica, sabato alle 9.30 il via alle due salite di ricognizione e domenica, alla stessa ora, lo start alla prima delle due manche di gara.
Facebook

AUTOSPORT & LUCA CARUSO: MATRIMONIO ALL’ITALIANA
fonte ilTornante.it

Un super motore 1600 nell’immediato ed a breve termine lo sviluppo di un più potente 1400: la factory campana affida l’evoluzione delle Radical SR4 di casa al velocissimo pilota siciliano, campione in carica della E2SC da litro e sei.
Di necessità, virtù. Il fermo macchina della sua Radical ProSport, dovuto ai tanti impegni per il fresco matrimonio di Luca Caruso, protagonista nella scorsa stagione con eccezionali acuti nel Civm che gli hanno fruttato il titolo di classe, ha innescato la volontà dell’ AutoSport Sorrento di affidare lo sviluppo di alcune parti speciali per la propria Sport compatta, a questo talentone siculo. Una stima reciproca è la pietra di fondazione di qualunque matrimonio e da ambo le parti questa componente non latita affatto. Il Luca Caruso del 2016, al top del suo stato di forma, incarna a dovere l’identikit del pilota veloce e tecnicamente sensibile, capace di andare forte in ogni frangente: a gomme nuove come a gomme usate o sul bagnato, piuttosto che sul suolo secco. Ed implacabile anche nell’abbassare timing che Christian Merli aveva segnato nel 2012, con una Radical PS anch’essa dell’AutoSport Sorrento. Proprio la figura che occorre insomma, quando si vuole alzare la soglia prestazioni di una vettura già oggi, performante e collaudata: la SR4 Evo-SL di casa. A ciò si aggiunge l’attuale politica intrapresa dal nuovo corso Radical inglese, che non ha palesato interesse verso un ulteriore evoluzione del 1585 cc Suzuki. L’indirizzo british è piuttosto mantenere un’equivalenza di motori per i propri monomarca, considerati redditizi e baricentrici nell’offerta aziendale, in antitesi quindi con il mercato tricolore che si basa invece maggiormente sulle gare in pendenza.

Da questi elementi nasce la partnership fra il team diretto da Tonino Esposito ed il Campione Italiano in carica delle sport da litro e sei. La scuderia sorrentina ha nelle corse su strada una sua specialità della casa e l’escalation velocistica mostrata dalle vetture del circus montàno nelle ultime stagioni, impone un ulteriore step prestazionale. Il rinnovato cuore da 1,6 litri vitaminizzato, è opera del motorista di fiducia Emilio Fucile (foto). L’abile artigiano campano, vanta una consolidata esperienza sui 4 in linea motociclistici. Attraverso l’impiego di componenti speciali provenienti dagli States, ne è scaturito un propulsore più potente e reattivo ad ogni rotazione. Superiore schiena ai bassi e medi regimi e maggiore estensione verso più alte rotazioni. Se l’unità da 1585 cc ha già conosciuto quindi una sua definizione, nei programmi a brevemedio termine c’è soprattutto un inedito propulsore da 1400 cc pieni , che unito al peso di fiche inferiore di 30 kg rispetto alle SR4 da litro e sei, risulterebbe un quid davvero molto interessante dal punto di vista dinamico. Anche in questo caso l’ambizione è quella di ottenere un significativo salto prestazionale rispetto agli attuali 1340 cc. Entrambi i propulsori saranno messi a punto come software e hardware da Giuseppe Mauriello, storico partner di squadra per l’elettronica dei veicoli. Messo in preventivo anche il possibile affinamento di qualche componente dell’autotelaio, interventi solitamente a traino di un propulsore più prestante. Spazio quindi ai prossimi appuntamenti del Civm per iniziare il lavoro di sinergia fra la squadra ed il pilota, apparso subito in sintonia con lo staff in biancorosso. Coordinatore generale del programma è Alessio Canonico, da tempo uomo chiave delle officine di Sarno.
Francesco Romeo
As AutoSport Sorrento

Visite: 175

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI