Automobilismo l tricolore salita autostoriche torna in Toscana

l tricolore salita autostoriche torna in Toscana
Da venerdì 11 a domenica 13 maggio la Scarperia – Giogo 2018 sarà 3° round di Campionato italiano Velocità Salita Autostoriche. Ricognizioni sabato pomeriggio e domenica la gara in manche unica. Oltre 120 gli iscritti alla gara fiorentina della serie ACI Sport

Scarperia (FI), 10 maggio 2018. La Scarperia – Giogo 2018 è terzo round del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, la serie tricolore che torna in Toscana al Mugello. La gara organizzata dalla Scuderia Clemente Biondetti di Firenze si svolge da venerdì 11 a domenica 13 maggio al Mugello, infatti i paddock sono allocati proprio all’interno del prestigioso Autodromo Internazionale.
Il programma entrerà nella fase culminante già da venerdì 11 maggio quando dalle 14.30 alle 19.30 si svolgeranno le verifiche tecniche e sportive, che proseguiranno dalle 8.30 alle 11 di sabato mattina. Alle 13 di sabato, scatterà la prima delle due manche di ricognizione, durante le quali i concorrenti che saranno ammessi al via, al volante delle auto da gara, potranno prendere familiarità con il 7.650 metri di tracciato, che unisce Scarperia al Passo del Giogo 570 metri più in alto lungo la statale 503. Domenica 13 maggio alle 10 partirà la gara in salita unica, la Cerimonia di Premiazione in Piazza dei Vicari a Scarperia chiuderà la tre giorni mugellana.
Presenti tra gli iscritti i maggiori protagonisti delle prime due gare, il senese del Team Italia Uberto Bonucci che con l’Osella PA 9/90 BMW si è imposto con il miglior tempo assoluto e di 4° raggruppamento a Camucia e il fiorentino Giuliano Preoni che sulla Martini MK32 BMW ha vinto il 5° Raggruppamento a Camucia, ma ha siglato il miglior tempo in generale a Montefiascone ed ora rilancia la sfida certamente nella gara di casa. Tra i due sempre più in vista il milanese Walter Marelli, immediatamente in sintonia con l’Osella PA 9/90 BMW da 2000 cc, con cui si è addirittura imposto su tutti nella gara 1 di Montefiascone, dove ha vinto il 4° raggruppamento. In testa alle sport Nazionali con due ottime prestazioni si è portato il piemontese della Bologna Squadra Corse Guido Vivalda, anche lui con un immediato feeling con la Lucchini Alfa Romeo, biposto nuova per lui. Raniero Fumi, Angelo Bologna, Andrea Balducci, sulle Lucchini, ma anche Gianluca Cecchini sulla Symbol, sono i diretti avversari in SN. Tra le monoposto a cercare di impensierire Peroni potrebbe provarci il milanese Alessandro trentini, finora perseguitato da varie noie sulla Dallara F3, anche se sulla Chevron arriva in casa Renzo Marinai, mentre l’altra toscana della Valdelsa Classic Chiara Polledro sulla Formula Abarth ha guadagnato finora punti preziosi non solo nella classifica in rosa. Tra le auto turismo del 4° raggruppamento torna della partita Marco Micangeli con la BMW M3, ma anche Massimo Perotto, mentre tra le sovralimentate Giovanni Grasso della 5Speed riprova a guadagnare punti con la Renault 5 GT come accaduto a Montefiascone. Per il 3° raggruppamento tra le biposto ci sono Antonio Viel con l’Osella PA 9/90, Gianluca De Camillis con la Lola Ford e Enrico Ghini su AMS 176, ma le insidie ai vertici della classifica continueranno ad arrivare dalle GT e dalle silhouette. Infatti sotto i riflettori sarà l’emiliano Giuseppe Gallusi con la Porsche 911, con cui ha anche assaltato la vetta nel Lazio, stessa vettura per Giorgio Tessore, mentre Franco Sivori sulla bella Renault 5 Turbo si riporterà in evidenza dopo le noie laziali. Il siciliano di Bologna Salvatore Asta con la sempre più a punto BMW 2002 TI è l’avversario di riferimento per le SH, ma occhio a Giancarlo Biachetti su vettura gemella o Marco Danese e Giampaolo Bianucci sulle Fiat X1/9. Stefano Peroni arriva da leader di 2° raggruppamento con l’agile e scattante Osella 3 BMW con cui ha centrato due successi in due gare. Sarà occasione per rivedere la bella Porsche 914 di Alessandro Maraldi, portacolori Scuderia Etruria. Giuliano Palmieri si ripresenta con l’imponente De Tomaso Pantera a scalare il Giogo, ma Idelbrando Motti come sempre sarà pronto all’attacco con la muscolosa Porsche Carrera RS, i due amici e rivali emiliani anche al Mugello sapranno infiammare appassionanti sfide, mentre il siciliano della Scuderia Etna Matteo Adragna con ala sua Porsche diventa sempre più convincente e concreto. Tra le Gt la Lancia Fulvia Coupè di Francesco Branciforti mirerà al pieno di piunti in classe GT1300. In classe turismo a nuovi punti mirerà Ruggero Riva con l’Alfa Romeo GTAM, con cui è adesso in ottima sintonia, ma la concorrenza sarà agguerrita e numerosa. In 1° Raggruppamento il Campione in Carica Tiberio Nocentini su Chevron B19 dovrà recuperare in casa i punti mancati con lo stop in gara 2 a Montefiascone per un guasto, ma Angelo De Angelis con la Nerus Silhouette, dopo la vittoria laziale arriva con un buon bottino di punti. Claudio Conti in casa mira a nuovi e preziosi punti con l’ammirata TVR Griffith, anche se in gruppo GT prototipi c’è anche Eros Anselmo con la A.H. Sprite da 100 cc. Tra le sportscar sempre sotto i riflettori la bella Alta Sport dell’appassionato ed immancabile altoatesino Georg Prugger, ma anche Giorgio Taglietti con la rara Lancia Fulvia Barchetta, Tonino Camilli con l’elegante Fiat 1100 Ala D’Oro e Anna Brenciaglia su BMC Sprite Mk1. Ai punti di GT Competizione mirano tra gli altri Francesco Amante, patron della Bologna Squadra Corse sempre efficace sulla appariscente Jaguar E Type, come il compagno di squadra Vittorio Mandelli, ma anche il milanese Sergio Davoli con la Porsche 911, Vincenzo Rossi con la versione 356 della GT di Stoccarda, in classe 1300 Franco Grillo su Lancia Fulvia Sport ed il siciliano Giovanni Pagliarello con la Lancia Appia Zagato di classe 1150 con cui partecipa al tricolore. Tra le vetture turismo Alessandro Rinolfi continua il suo allungo sulla Morris Mini Cooper con cui ha fatto il pieno di punti nelle due precedenti gare, vincendo gruppo e classe, ma Enrico Zucchetti su NSU, Vittorio Novo su BMW 2002 o Claudio Bambi su Alfa Romeo Giulietta, potrebbero essere tra gli avversari più ostici.

Calendario del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche: 6–8 aprile Camucia – Cortona (AR); 20-22 aprile Lago Montefiascone (VT); 11-13 maggio Scarperia – Giogo (FI); 1-3 giugno Limabetone Storica (PT); 15-17 giugno Cronoscalata Storica dello Spino (AR); 6-8 luglio Cesana – Sestriere (TO); 3-5 agosto Trofeo Storico L. Scarfiotti (MC); 7-9 settembre Coppa della Consuma (FI); 28-30 settembre Chianti Classico (SI); 12-14 ottobre Cronoscalata del Santuario (PA).

Visite: 248

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI