Automobilismo, Island Motorsport sul podio dell’Italian Baja

Pordenone, 28 giugno 2015 – I portacolori della scuderia siciliana Island Motorsport, Andrea Luchini e Piero Bosco hanno concluso sul secondo gradino del podio al termine della 22ª Italian Baja, appuntamento d’apertura del Campionato italiano Cross Country Rally e del Challenge Suzuki valida altresì per la Coppa del Mondo, andata in scena sugli ostici sterrati del Pordenonese.

 

L’esperto equipaggio tosco-piemontese, a bordo della Suzuki Grand Vitara DDiS preparata dal team Poillucci, anche quest’oggiAggiungi un appuntamento per oggi ha proseguito a ritmi serrati nell’affrontare le due ultime prove speciali odierne delle cinque in programma, tanto da appropriarsi della seconda piazza (tra gli iscritti alla serie tricolore di specialità) sin dall’avvio, conservandola sino alla bandiera a scacchi e incamerando, in tal modo, i primi punti “pesanti” in ottica campionato .

 

A Luchini-Bosco, il merito di aver guadagnato una posizione rispetto alla tappa del sabato (archiviata col terzo posto provvisorio) e di aver centrato il primato, altresì, nel combattuto Challenge Suzuki.

 

Performance da incorniciare anche per Aronne Travaglia che, affiancato da Gianmarco Caldini, su Daihatsu Rocky, quest’oggiAggiungi un appuntamento per oggi è riuscito a rientrare in gara, nonostante le mille peripezie (di natura meccanica) patite il sabato, alla luce dell’ottimo lavoro sulla vettura, svolto in notturna dai meccanici dell’officina Stop&Go. Il giovane driver trentino, infatti, pagando un’ora di penalità e rimessosi al volante di un mezzo non al 100%, pur non forzando ha recuperato buona parte del terreno perduto, tanto da chiudere terzo nel Gruppo TH e primo in classe TH/4.

 

«OggiAggiungi un appuntamento per oggi, visto quel che abbiam passato, contava solo arrivare al traguardo anche se abbiamo perso 8 minuti nel primo passaggio della ‘Casa’, fermandoci tre volte per continue noie al radiatore – ha sottolineato Travaglia – Alla fine, il problema principale emerso ieri notte, invece, riguardava il differenziale posteriore che abbiamo dovuto sostituire».

 

 

 

Classifica finale 22ª Italian Baja (Campionato Italiano)

  1. Codecà-Fedullo (Suzuki Grand Vitara 6V) in 4h32’52”; 2. Luchini-Bosco (Suzuki New Grand Vitara DDiS) a 16’19”; 3. Amos-Polato (Polaris Rzr) a 17’01”; 4. Borsoi-Rossi (Ford Raptor) a 19’01”; 5. Cantarello-Darchi (Suzuki New Grand Vitara DDiS) a 21’52”; 6. Lolli-Facile (Suzuki Vitara) a 25’38”; 7. Ricciardi-Catarsi (Ford Raptor) a 36’52”; 8. Vagaggini-Perissinotti (Nissan Patrol) a 45’02”; 9. Paviotti-Tratter (Mitsubishi Pajero) a 57’06”; 10. Tomasini-Mirolo (Nissan Patrol) a 1h34’06”.

 

Visite: 508

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI