Automobilismo: Cubeda svetta alla svolte di Popoli

Cubeda svetta alla 55^ Svolte di Popoli su Osella
Il pilota catanese vince per la terza volta la gara abruzzese prova di TIVM Nord e Sud. Tenta la zampata il trevigiano Zardo, secondo su Lola. Terzo ancora un siciliano, il giovane Conticelli jr., in evidenza sulla PA2000.

Popoli 6 agosto 2017 – E’ il catanese Domenico Cubeda su Osella FA30 di Gruppo E2SS a vincere la 55^ Svolte di Popoli, prestigioso appuntamento del TIVM Nord e Sud corsosi questo fine settimana in Abruzzo. L’alfiere della Cubeda Corse al volante della suo nuovo prototipo monoposto motorizzato Zytek e preparato da Paco74 e Armaroli ha conquistato l’alloro dopo due salite di gara in costante vantaggio sul diretto avversario Denny Zardo, secondo al traguardo su Lola B99/50 Zytek con un distacco complessivo di 2″3. Sebbene in gara-1, Zardo avesse recuperato il gap della vigilia fino a insidiare il vincitore, nella seconda salita il pilota catanese ha mostrato i muscoli, abbassando il suo crono dopo le proficue variazioni ai rapporti per adattare la nuova vettura al percorso abruzzese. “Vincere a Popoli per me ha un valore doppio – ha dichiarato Cubeda – sia perché il percorso è davvero molto bello e tecnico, sia perché sono al mio terzo successo qui, il primo e all’esordio con questa nuova sportscar. Siamo felici del risultato e della macchina che sta rispondendo bene allo sviluppo che serve per il prosieguo della stagione”. Secondo assoluto è il trevigiano Zardo, dunque, che si è esaltato alla guida della sua “rivoluzionata” Lola soprattutto in gara-1 lamentando però un certo nervosismo di reazione della sua F.3000 sui tratti sconnessi. In gara-2 però non hanno pagato le regolazioni aerodinamiche chieste al suo team per dare maggiore carico all’ala posteriore. Terzo assoluto e primo di gruppo E2SC ancora un siciliano, il trapanese Francesco Conticelli su Osella PA2000 Honda, che ha preceduto il padre Vincenzo, quarto sulla performante Osella PA30 Zytek di classe 3000. Il giovane figlio d’arte ha risolto in gara le noie al cambio della vigilia e trovato il giusto feeling sull’agile prototipo di casa Osella, sebbene con pochi riferimenti, avendo corso per l’ultima volta a Popoli insieme al padre nel “lontano” 2011. Quinto assoluto e primo di classe E2SS-2000 è il trentino Giancarlo Graziosi sull’ammirata monoposto Tatuus di Formula Master della scuderia MPM Asd.

Ancora una formula nelle parti alte della classifica l’ha condotta l’ascolano Adriano Vellei, capace di imporre il suo ritmo sulla Formula Gloria di classe 1600 con la quale ha conquistato anche il primato della sua categoria. Settimo assoluto ha concluso il trentino della Speed Motor Adolfo Bottura che, aspettando la completa realizzazione della nuova Osella Pa2000 Turbo, ha guidato l’Osella PA21 Jrb, la piccola ma energica biposto con motore Bmw da 1000 cc di derivazione motociclistica, messa a disposizione dalla Squadra Corse Ufficiale e vettura rivelazione per le sue prestazioni. A completare la top-10 ci sono il ravennate Franco Manzoni, ottavo assoluto e primo nel gruppo dei prototipi CN sulla rodata Osella PA21 Honda sulla quale qualche incertezza nella scelta delle marce non gli ha consentito di considerare efficace la sua prestazione in gara-1, il laziale Graziano Buttoletti, nono con la Dallara F310, e il giovanissimo Filippo Ferretti, decimo e autore di tempi interessanti sulla Radical SR4 con la quale ha conquistato anche la testa della classe E2SC-1400.

In gruppo E1 Italia, bellissima la sfida tra i due piloti locali Giordano Di Stilio su Peugeot 106 di classe 1600 e Silvano Stipani su vettura gemella. Risolte le noie all’alimentazione della “piccola” ma agile auto francese, Di Stilio ha infiammato il pubblico di casa staccando (seppur d’un soffio) il suo avversario, che si è accontentato del secondo di classe. Purtroppo è uscito di scena a poche curve dalla fine di gara 1 il pesarese Marco Sbrollini, autore del miglior riscontro cronometrico di gruppo nelle prove del sabato sulla Lancia Delta Evo. La sfida tra le ammirate Gran Turismo l’ha portata a termine nella maniera più proficua l’acquilano Tommaso Colella sulla bianca Ferrari F430 che con una guida molto redditizia e senza sbavature ha avuto la meglio sul veterano Roberto Tarquini sulla Porsche 996 GT3 Cup e sul campano Gabriele Mauro, ancora alle prese con qualche noia all’alimentazione della vettura bavarese.

Come da pronostico della vigilia, a esaltarsi sulle strade di casa è stato il locale Antonino Di Giambattista, capace di imporsi in gruppo A sulla Citroen Saxo. Il gruppo N ha visto la vittoria di un altro driver locale, ovvero Vincenzo Ottaviani, portacolori della Pavè Motorsport che ha spiccato anche lui sulla Citroen Saxo di classe 1600.

Tra le Racing Start Plus trionfa Vito Tagliente con la Mini Cooper su Paolo Cicalese (Honda Civic), il portacolori della Autosport Abruzzo Pierluigi Troisi (Polo GTI) e la lady milanese Rachele Somaschini, che su Mini è la testimonial della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica. In Racing Start il successo è invece andato all’esperto bergamasco Mario Tacchini, anche con la Mini Cooper. In Produzione E non ha avuto rivali l’ascolano Gianlindo Filiaggi sulla bella Opel Calibra, mentre in Produzione S ha trionfato Leo Rizio con la Peugeot 205. Tra le vetture storiche, si è confermato il buono stato di forma dell’eclettico pilota campano Gennario Ventriglia che ha portato la sua Fiat X1/9 al comando del 3° Raggruppamento, sebbene abbia preferito non prendere rischi esagerati per via di un fondo stradale reso più insidioso dalle alte temperature. Tra le Bicilindriche, l’alloro è andato al calabrese Mirko Paletta su Fiat 500. A proposito di temperature, è stato il gran caldo del weekend abruzzese l’avversario da battere, per una 55^ Svolte di Popoli disputatasi sotto una calura tipicamente estiva. La gara, organizzata dalla Asd Svolte di Popoli, retta da Carlo Trafficante si è svolta senza sbavature e con una cornice di pubblico massiccia ed è stata diretta dal direttore di gara Fabrizio Fondacci.

Classifica Top Ten. 1 Domenico Cubeda Osella FA30 3’06.52; 2 Denny Zardo Lola B99/50 a 2.30; 3 Francesco Conticelli Osella PA2000 a 25.71 ; 4 Vincenzo Conticelli Osella PA 30 Zytec a 28.60; 5 Giancarlo Graziosi TATUUS F. MASTER a 45.96; 6 Adriano Vellei Formula Gloria a 56.78; 7 Adolfo Bottura Osella PA21 JRB a 56.86; 8 Franco Manzoni Osella PA21 a 1’01.67; 9 Graziano Burtoletti su Dallara F310 a 1’05.25; 10 Filippo Ferretti Radical SR4 a 1’14.83.

Visite: 114

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI