Automobilismo CRONOSCALATA DEL SANTUARIO, EXPLOIT PROJECT TEAM

CRONOSCALATA DEL SANTUARIO, EXPLOIT PROJECT TEAM

TRA LE VETTURE MODERNE, COPPA SCUDERIE E VITTORIA A SORPRESA PER IL LOCALE ANTONIO PIZZO (RENAULT CLIO RS)

SUL PODIO ANCHE IL DEBUTTANTE GABRIELE GIAIMO (FIAT CINQUECENTO SPORTING)

Cefalù (Pa), 14 ottobre 2018 – Pur valida quale appuntamento conclusivo del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche (CIVSA), la Cronoscalata del Santuario, andata in scena nel Palermitano, ha regalato inattesi risultati di prestigio alla Project Team, ma nella gara riservata alle vetture moderne; tra i vari riconoscimenti, da annoverare anche la Coppa Scuderie.

Sulle strade di casa, infatti, e decisamente a sorpresa, il cefaludese Antonio Pizzo ha centrato il successo una volta completate le due manche ufficiali sul classico tracciato (quest’anno ridotto a un totale di 7950 metri) ricavato sulla SP 54/bis che da Cefalù ha condotto i partecipanti al Santuario di Gibilmanna, già teatro in passato di avvincenti sfide valevoli per l’allora Campionato Europeo della Montagna. Tra i primi a partire, il driver locale, tornato al volante della sua Renault Clio Rs nuova fiammate (dopo lo sfortunato esordio all’Himera Rally), è riuscito a sfruttare l’asfalto ancora asciutto poco prima che sul percorso di gara si scatenasse un vero e proprio acquazzone. Con Giove Pluvio a sparigliare le carte, sul terzo gradino del podio è salito il compagno di squadra Gabriele Giaimo (Fiat Cinquecento Sporting), al debutto nella specialità, dopo un’esperienza maturata negli slalom. Scorrendo la top ten, da registrare l’eccellente quinta posizione assoluta conseguita da Salvatore Baratta (Renault Clio Williams curata dalla Ferrara Motors). Per chiudere con Saro Ciolino che, alla prima uscita stagionale con la Fiat Punto Jtd, ha fatto sua la classe RSD/2.0.

Andando, invece, all’evento sportivo aperto esclusivamente ai modelli d’antan, non è stato altrettanto “fortunato” il gentleman driver Quintino Gianfilippo (Alfa Romeo Alfetta Gtv) che, dopo un ottimo avvio nella salita d’apertura, nel corso della seconda frazione cronometrata ha pagato pegno sull’asfalto bagnato concludendo, comunque, quarto nel 2° Raggruppamento.

Classifica finale assoluta Cronoscalata del Santuario (Moderne)

1. Antonio Pizzo (Renault Clio Rs) in 11’18”91; 2. Picciurro (Peugeot 208 T16) a 3”75; 3. Giaimo (Fiat Cinquecento Sporting) a 31”95; 4. Sottile (Peugeot 306) a 40”57; 5. Baratta (Renault Clio Williams) a 51”67; 6. Esposito (Renault Clio Rs) a 53”37; 7. Macrì (Alfa Romeo 147) a 55”01; 8. Pirajno (Peugeot 106 Rally) a 59”77; 9. Miccichè (Formula Gloria B5) a 59”84; 10. Serio (Peugeot 106 Rally) a 1’02”24.

Visite: 206

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI