Automobilismo Atmosfera calda alla Coppa Selva di Fasano

Atmosfera calda alla Coppa Selva di Fasano

Scatta alle 9 di domani, domenica 10 giugno, il 3° Round di Campionato Italiano Velocità Montagna alla 61^ edizione della gara organizzata dalla Egnathia Corse. Cubeda su Osella e Magliona su Norma in prima fila, ma Conticelli jr, Zardo e Fattorini pronti all’assalto come l’idolo di casa Leogrande.

Fasano (BR), 9 giugno 2018 – Pronta a scattare alle 9 di domani, domenica 10 giugno, la 61^ Coppa Selva di Fasano, la gara pugliese organizzata dalla Egnathia Corse, terzo appuntamento del Campionato Italiano Velocità Montagna. Si sono concluse le ricognizioni durante le quali i 234 concorrenti ammessi al via hanno testato le regolazioni da adottare in vista delle due salite di gara sui 5,6 Km di impegnativo d insidioso tracciato, tanto affascinante, quanto difficile da interpretare.

Si sono messi in evidenza con i migliori riscontri in prova i maggiori pretendenti al tricolore, ovvero il sardo Omar Magliona sulla Norma M20FC Zytek ed il catanese Domenico Cubeda sulla Osella FA 30 Zytek. Il siciliano della Cubeda Corse ha trovato in fretta delle regolazioni efficaci ed un assetto che ben favorisce il lavoro della gomme Avon della monoposto di gruppo E2SC sul tracciato, anche se ancora insieme al team Paco 74 è al lavoro su particolari del set up. Il sassarese campione in carica di gruppo E2SC di CST Sport ha provato con il successo del miglior riscontro in prova di 2’09”03 nella seconda salita, delle soluzioni diverse per raccogliere dati che si traducano in soluzioni proficue per la gara e favoriscano al meglio il lavoro della gomme Pirelli sulla biposto. Incisivo anche l’altro siciliano, il trapanese Francesco Conticeli jr che sulla Osella PA 2000 con cui ha una intesa perfetta, si è candidato ad essere un concorrente in cerca di podio assoluto, ma dovrà vedersela con l’idolo di casa vincitore della gara nel 2013 Francesco Leogrande che ha raccolto dati per “settare” la sua Osella PA 2000 in vista della gara, anche se ancora l’esperto driver della Fasano Corse è un pò in affanno sulla biposto. Ha chiarito le intenzioni di assalto alla vetta il pluricampione veneto Denny Zardo, l’alfiere Speed Motor ha cercato in fretta l’intesa ideale con la Lola di F3000 sull’insidioso percorso, mentre è alle prese con gli ultimi problemi di gioventù della nuova Osella FA30 il giovane orvietano Michele Fattorini, che in prova ha potuto testare molti nuovi particolari della monoposto. Per il gruppo CN si è candidato ai vertici il salernitano Cosimo Rea, molto gratificato dalle risposte della Ligier JS51 Honda, mentre si è trovato a suo agio con un percorso ancora completamente da conoscere a fondo il noto e bravo attore Ettore Bassi, pilota sempre attento e capace, che ha usato attentamente le ricognizioni per testare innanzi tutto il feeling con l’Osella PA 21 EVO. Sarà un duello ravvicinato per la classe 1000 delle biposto E2SC tra le due Osella con motore 1000, la PA 21 del padron di casa Ivan Pezzolla che provato con profitto i recenti sviluppi sul propulsore, contro la versione Jrb del lucano Achille Lombardi, molto a suo agio sul percorso pugliese. Le prove sono state anche un preludio del duello ravvicinato per il gruppo GT che sembra ristretto tra la Ferrari 458 GT3 del Campione in carica Lucio Peruggini, il driver AB Racing che ha lavorato con il team su alcuni particolari d’assetto in prova, contro il romano della Vimotorsport Marco Iacoangeli che ha variato molto il set up della BMW Z4 tra prima e seconda salita, tanto da ottenere il miglior riscontro delle prove. Tra le silhouette del gruppo E2SH il lucano Carmine Tancredi ha immediatamente prenotato un ruolo da protagonista sulla BMW Cosworth che ha subito dato ottime risposte in prova. Non vicinissime ma sempre con maggiore incisività si sono portate in evidenza le due Alfa 4C, quella curata da Picchio dell’ascolano Alessandro Gabrielli ancora non a posto con la trasmissione e quella motorizzata Zytek del teramano Marco Gramenzi che continua il concreto sviluppo. Come di consueto tanto agonismo si respira in gruppo E1, dove nulla è prevedibile, dopo una prima manche di studio, nella seconda salita il campione in carica Marco Sbrollini ha concretizzato un ottimo riscontro al volante della Lancia Delta EVO, il pilota pesarese manca da Fasano dal 2010, pertanto il maggior gap lo trova nella conoscenza approfondita del percorso. Ma pronti all’assalto alla vetta sono apparsi il napoletano della Campobasso Corse Luigi Sambuco sulla rivisitata Alfa 155, ma anche il padron di casa Angelo Cardone che ha rilanciato la sfida sulla bella Audi RSR4. Il calabrese Giuseppe Aragona già in prova è apparso in piena sintonia con la perfetta Peugeot 106 di classe 1600 e con il tracciato, tanto da poter attaccare il vertice. Tra le motorizzazioni turbo sfida casalinga dove il giovane Andrea Palazzo sulla Peugeot 308 Racing Cup è stato il più concreto in prova, ma l’esperto Vito Micoli su Renault 5GT Turbo e Vito Tagliente, esordiente in categoria, anche lui con la 308 del Leone sono pronti al confronto in gara. In gruppo A sarà un altro duello ravvicinato tra il tenace catanese detentore della coppa di classe 1.6 Angelo Guzzetta su Peugeot 106 e la gemella del padrone di casa Rino Tinella. Gabriella Pedroni è apparsa molto a suo agio sul percorso al volante della Mitsubishi Lancer di gruppo N con cui la lady trentina della Pavè Motorsport è a caccia di pesanti punti tricolori, però i protagonisti della classe 1600 Rocco Errichetti e Vincenzo Ottaviani, il lucano e l’abruzzese sulle Citroen Saxo, punteranno anche al gruppo, come farà in casa l’appassionato Angelo Loconte, protagonista della classe 2000 sulla Honda Civic Type-R. Giacomo Liuzzi in casa punta al successo in gruppoRS+ e lo ha chiarito in prova al volante della MINI AC Racing, con cui ha instaurato una buona intesa, ma sempre più incalzante si fa il poliziotto salernitano Gianni Loffredo anche lui sulla MINI. Tra le auto aspirate in evidenza Michele Calabretto sulla Honda Civic Type-R. Sarà faticoso in gruppo RS per il driver di casa Oronzo Montanaro sulla MINI poter insidiare il campione reatino Antonio Scappa su auto gemella, ma sarà un duello appassionante. Il calabrese Claudio Gullo ha trovato un immediato feeling con il tracciato al volante della Honda Civic Type-R, ma anche Giuseppe De Fuoco sulla Citroen Saxo di classe 1.6 è stato tra i migliori interpreti di RS con i motori aspirati. Tra le energiche Bicilindriche il pistard napoletano Pasquale Coppola ha ottenuto il miglior riscontro, ma in gara saranno pronti a portare il proprio affondo tanto il calabrese campione in carica Angelo Mercuri, quanto il siciliano già campione della categoria in pista Andrea Currenti, tutti su Fiat 500.

Classifica di Gruppo dopo 2 gare: Assoluta: 1 Merli 30; 2 Magliona 28; 3 Cubeda 22. 3. Gr. Bicilindriche: 1 Mercuri 25; 2 Morabito 20; 3 Zupo 15. Gr. RS: 1 Gullo 37,50; 2 Bet 29; 3 Bicciato L 18. Gr. RSTB: 1 Scappa 40; 2 Zanin 27,50; 3 Giovannoni 13,50. Gr. RS+: 1 Liuzzi, Loffredo e Cenedese 20; 4 Ghizzoni 18. Gr. N: 1 Mercati 40; 2 Pedroni 30; 3 Ferè 20. Gr. A: 1 Bicciato 40; 2 Zarpellon 18; 3 Tinella G 17,50. Gr. E1: 1 Soretti 35; 2 Sbrollini 32,50; 3 Pelorosso 17. Gr. GT 1 Iacoangeli 33,50; 2 Gaetani 26; 3 Peruggini 20. Gr. E2SH: 1 Dondi 40; 2 Tancredi 30; 3 Ghirardo 22. Gr. CN: 1 Turatello 37,50; 2 Ligato 17,50; 3 Bottura 13.50. Gr. E2SC: 1 Magliona 40; 2 Conticelli F 19; 3 Lombardi 17,50. Gr. E2SS: 1 Merli 30; 2 Liber 27; 3 Cubeda 22,50.

Calendario CIVM 2018: 4-6 maggio 44^ Alpe del Nevegal (BL); 25-27 maggio 48^ Verzegnis-Sella Chianzutan (UD); 8-10 giugno 61^ Coppa Selva di Fasano (BR); 22-24 giugno 57^ Coppa Paolino Teodori (AP); 29 giu -1 lug 68^ Trento-Bondone (TN); 20-22 luglio 8^ Salita Morano-Campotenese (CS); 3-5 agosto 28° Trofeo Lodovico Scarfiotti (MC); 17-19 agosto 53° Trofeo Luigi Fagioli (PG); 31 ago – 2 set 36^ Pedavena-Croce D’Aune (BL); 14-16 settembre 60^ Monte Erice (TP); 21-23 settembre 64^ Coppa Nissena (CL); 5-7 ottobre 24^ Luzzi – Sambucina (CS).

Visite: 122

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI