Automobilismo, alla Cefalù – Gibilmanna giornata No per la Island Motorsport

Cefalù (Pa), 19 ottobre 2014 – Domenica da archiviare per Antonio Stagno, reduce da un ritiro alla 1° Cronoscalata del Santuario, andata in scena in provincia di Palermo e valida quale ultimo appuntamento stagionale del Campionato regionale Autostoriche.

 

Il portacolori della scuderia siciliana Island Motorsport, infatti, è stato costretto a “posteggiare” la Porsche 911/Sc di 3° Raggruppamento (vetture fabbricate dal 1976 al 1982), preparata dal team Balletti, dopo aver “pizzicato” un muretto. Una toccata tanto lieve quanto sufficiente a danneggiare il cerchione posteriore destro e a far afflosciare la gomma, all’ottavo degli 11,8 chilometri del tracciato di gara.

 

«Purtroppo la giornata non era iniziata nel migliore dei modi – ha raccontato un rammaricato Stagno – Ho accusato problemi seri di stabilità della vettura sin dalla prova cronometrata (conclusa, comunque, con il terzo miglior riscontro cronometrico assoluto ndr), dovuti alla mescola troppo morbida degli pneumatici. Ho tentato di sopperire apportando modifiche e regolazioni varie sia all’assetto, sia alla pressione delle gomme. Nel corso della manche ufficiale, l’auto è andata un po’ in crisi già a metà salita quando, all’uscita di un tornante, ha scodato leggermente. Parliamo di pochi centimetri ma che sono stati decisivi per impattare sul muro e chiudere i giochi anzitempo. Dispiace perché, nonostante tutti gli inconvenienti,  la Porsche era molto performante».

 

Assente, invece, l’altro alfiere Raffaele Picciurro che non è riuscito ad allestire in tempo utile la sua Porsche 911 di 2° Raggruppamento (auto omologate dal 1970 al 1976).

Visite: 519

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI