Automobilismo, al via la Cesana – Sestriere

La 36^ Cesana – Sestriere ottavo atto del CIVSA
Il Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche si sposta in Piemonte dal 7 al 9 luglio all’appuntamento organizzato dall’Automobile Club Torino, 6° round del Campionato Europeo. Bonucci, De Angelis, Di Fulvio, Lottini, Motti, Palmieri, Vivalda e Gina Colotto tra i nomi di spicco

Sestriere (TO), 5 luglio 2017. La 36^ Cesana – Sestriere, dal 7 al 9 luglio sarà l’ottavo round di Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche e sesto appuntamento del FIA Historic Hill Climb Championship. La gara è organizzata dall’Autmobile Club Torino e si svolgerà sui 10,4 Km che uniscono le due note località alpine, coprendo un dislivello di 680 metri tra start e traguardo. Le verifiche inizieranno venerdì 7 luglio dalle 14.30 alle 19.30 con una seconda sessione sabato 8 luglio dalle 8.30 alle 10.00. Sempre sabato alle 13 scatterà la prima delle due manche di prove ufficiali. Domenica 9 luglio alle 11 il Direttore di Gara Alessandro Battaglia e l’aggiunto Fabrizio Bernetti daranno il via alla gara in salita unica.
Molti i nomi di spicco che figurano nell’elenco iscritti e che sono in corsa per i punti tricolori e quelli della serie europea. Piero Lottini con l’Osella PA 9/90 BMW comanda il 4° Raggruppamento in Campionato Italiano, il pisano della Bologna Squadra Corse è stato finora autore di una stagione costante e redditizia. Il senese del Team Italia Uberto Bonucci sulla Osella PA 9/90 BMW, coll’Europeo nel mirino, punta a recuperare nel tricolore forte di un alto potenziale della vettura e del suo feeling col tracciato. Ma a capitalizzare punti di classe Sport Nazionale nella stessa categoria sarà anche Walter Marelli con la Lucchini spinta da motore Alfa Romeo da 3000 cc.. I riflettori saranno puntati anche sul giovane abruzzese Simone Di Fulvio e sul milanese Roberto Turriziani, entrambi sulle Osella PA 9/90 BMW da 2000 cc.. Sulle barchette anche il milanese Alessandro Trentini che sarà al via su una GI BI SPRT ed il rientrante Andrea Fiume su Osella PA 8/9. Altre sportscar di particolare importanza agonistica e storica sono certamente la Chevron B19 Cosworth del toscano Tiberio Nocentini tornato al successo e ad un punto dalla leadership di 1° Raggruppamento alla Coppa della Consuma, la bella Fiat 1100 Ala D’Oro del laziale Tonino Camilli,ma anche la Lancia F&M Barchetta di Giorgio Taglietti o la Nerus Silhouette di un altro laziale ma portacolori Valdelsa Classic come Angelo De Angelis al comando di 1° Raggruppamento. Tra le ammirate auto protagoniste della vigilia anche la Porsche 906 del piemontese Mario Sala. Tra le monoposto del 5° Raggruppamento attenzione al duello tra la leader ligure Gina Colotto che dovrà difendersi al volante della Fiat Abarth SE033 dal certo attacco del fiorentino Giuiano Peroni che si è portato ad una sola lunghezza dopo due vittorie di fila, ma a puntare alla vetta saranno in diversi come Roberto Buratti sulla Van Diemen, Matteo Aralla su F. Renault Europe o Emanuele Aralla su Dallara F390. In 3° Raggruppamento tra le auto turismo sarà occasione preziosa per il siciliano di Bologna Salvatore Asta recuperare terreno con la BMW 2002 ora in versione silhouette con cui è arrivato a campionato iniziato. Mario Massaglia si schiera con la Porsche 935 Turbo e Dario Vinai con la Fiat X1/9 spinta da motore Dallara. In classe 700 delle silhouette l’italo svizzero Dino Carusone è pronto a guadagnare nuovi punti sulla Giannini 650 NP, con cui ambisce la podio di categoria, anche se il portacolori della Clemente Biondetti ha il diretto rivale Davide Gelsomini su auto gemella a sole tre lunghezze. Tutti presenti principali protagonisti dell’entusiasmante 2° raggruppamento dove Giuliano Palmieri è in testa con la potente ed ammirata De Tomaso Pantera, ma a soli 4 punti è in agguato l’altro forte emiliano Idelbrando Motti sulla Porsche Carrera, mentre 3° è il siciliano della Scuderia Etna Matteo Adragna, poi a caccia delle posizioni da podio c’è Ruggero Riva con l’Alfa GTV di classe T2000. Ma presenza ostica per tutti sarà certamente il pilota di casa Guido Vivalda sempre incisivo sulla sua Porsche Carrera RS. In Turismo Competizione il bolognese Fosco Zambelli sa cosa chiedere alla sua Alfa GTA 2000 sulla strada del noto colle piemontese, come Erico Zucchetti alla sua NSU di classe 1300. Anche tra le turismo di 1° Raggruppamento tutti presenti i maggiori contendenti di tutte le classi. Per la GTP 1000 Matteo Lupi Grassi su Austin Healey Sprite Lenham, come il leader Eros Anselmo. Vittorio Mandelli a caccia di rimonta in GT oltre 2000 con la bella Lancia Aurelia contro il sempre concreto Francesco Amante, patron della Bologna Squadra Corse su un’altrettanto prestigiosa Jaguar E Type. In cerca dell’allungo in classe T1300 sarà Alessandro Rinolfi sulla Morris Mini Cooper S, o in classe GT 1000 il siciliano Giovanni Pagliarello con l’esclusiva Fait Abarth 1000 Bialbero.

Classifica Raggruppamenti CIVSA dopo 7 gare: 1° Raggr.: 1 De Angelis 38 punti; 2 Nocentini 35; 3 Di Fazio 22. 2° Raggr.: 1 Palmieri 38; 2 Motti 34; Adragna 28,5; 3° Raggr.: 1 Peroni F. 52; 2 Vezzosi 33; 3 Caruspone 20. 4° Raggr.: 1 Lottini 44,5; 2 Bonucci, 26; Marelli 25. 5° Raggr.: 1 Colotto 33; 2 Peroni G. 32; 3 Rossi 19.

Calendario del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche: 7-9 aprile Lago Montefiascone (VT); 22–23 aprile Camucia – Cortona (AR); 6-7 maggio Scarperia – Giogo (FI); 20/21 maggio Trofeo Scarfiotti (MC); 3-4 giugno Cronoscalata del Santuario (PA); 17-18 giugno Cronoscalata Storica dello Spino (AR); 23–25 giugno Coppa della Consuma (FI); 7-9 luglio Cesana – Sestriere (TO); 1-3 settembre Limabetone Storica (PT); 22-24 settembre Chianti Classico (SI).

Visite: 129

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI