Automobilismo, al via il trofeo Lodovico Scarfiotti

Il 27° Trofeo Lodovico Scarfiotti tocca quota 240 iscritti

Inizia con grandi numeri la Sarnano – Sassotetto, che dal 19 al 21 maggio sarà 2° round del Campionato Italiano Velocità Montagna e 4° del Campionato italiano Velocità Salita Autostoriche. Cubeda, Faggioli, Fattorini, Ligato, Leogrande, Lombardi, Magliona, Merli, Scola tra i nomi di spicco. Esordio stagionale per l’Alfa 4C di Gramenzi.

Sarnano (MC), 17 maggio 2017. Il 27° Trofeo Lodovico Scarfiotti, Sarnano – Sassotetto inizia con grandi numeri, sfiorata quota 240 adesioni al secondo round di Campionato Italiano Velocità Montagna, prova di Trofeo Italiano Velocità Montagna Nord e Sud, quarto appuntamento del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche.
Sono 169 gli iscritti alla gara di CIVM ed una settantina in corsa per quella di CIVSA, all’appuntamento con doppia validità organizzato e fortemente voluto dall’Automobile Club Macerata e l’Associazione Sportiva AC Macerata, per un’edizione di pieno rilancio di un territorio provato dagli eventi sismici e meteorologici dello scorso inverno. Spiccano le 37 auto biposto e monoposto delle classi regine del CIVM, ma anche le 30 di gruppo E1 e soprattutto le 40 presenze in RS, la categoria lanciata dalla Federazione e riservata alle auto completamente di serie.
Nuova sede per le verifiche sportive che si svolgeranno presso la Sala Congressi della cittadina in Via Benedetto Costa, mentre presso il Parcheggio “Bozzoni” saranno le tecniche. Tutte le operazioni preliminari si svolgeranno dalle 15 alle 20 di venerdì 19 maggio, quando Sarnano sarà completamente animata dai protagonisti della gara. Sabato 20 maggio due salite di ricognizione a partire dalle 9.00 sui 8.877 metri che dalle porte di Sarnano nella Frazione S. Eusebio, si arrampicano fino in prossimità della vetta del Sassotetto, attraverso una pendenza media del 7,65% che copre un dislivello di 691 metri. Alle 12.30 di domenica 21 maggio, dopo la gara della Autostoriche che partirà alle 9.30, il Direttore di Gara Fabrizio Bernetti e l’aggiunto Alessandro Battaglia daranno il via alla gara in salita unica. A fine competizione la Cerimonia di Premiazione presso la Sala Congressi, concluderà la tre giorni maceratese.

Massicce le presenze tra le monoposto e le biposto. In testa al tricolore dopo il successo nella sua Calabria, si presenta nelle Marche Domenico Scola, il giovane cosentino della Jonia Corse sulla Osella FA 30 Zytek, prototipo monoposto di gruppo E2SS con cui al Reventino ha vinto la gara per somma di tempi. A sole due lunghezze sono appaiati il trentino di Vimotorsport Christian Merli sulla sempre più aggressiva Osella FA 30 EVO Fortech ufficiale ed il giovane calabrese Luca Ligato, il portacolori CST Sport sulla Osella PA 21 EVO Honda di gruppo CN. Merli, terzo assoluto al Reventino dove ha vinto gara 2, è in duello per il Campionato Europeo con il fiorentino della Best Lap Simone Faggioli, l’undici volte tricolore e nove volte europeo, che fa il suo esordio stagionale in CIVM per testare nuove soluzioni sulla Norma M20 FC Zytek, biposto di gruppo E2SC, che proprio a Sarnano portò alla prima vittoria nel 2015 e con cui vinse nel 2016. Ligato è già in piena sfida tricolore con Achille Lombardi, il lucano della AB Motorsport che con la sua Osella PA 21 EVO ha vinto gara 1 al Reventino prima dello sfortunato stop in gara 2. Sempre tra le biposto di classe 3000 svetta l’altra Norma, quella del sardo Omar Magliona che ha il terzo punteggio tricolore dopo l’ottimo secondo posto in Calabria. Tra le biposto al catanese Domenico Cubeda sulla Osella PA 2000 servono punti tricolori, dopo il forfait calabrese. Sarà una seconda gara di verifica delle nuove regolazioni per la Wolf GB 08 con motore da 1.6 turbo, affidata al pugliese Francesco Leogrande. Si tratterà di un atteso esordio quello del giovane umbro Michele Fattorini portacolori Speed Motor, ora sulla Osella FA 30 Zytek. Per la classe 2000 delle monoposto Diego Degasperi su Lola Honda vorrà allungare ma dovrà fronteggiare diversi avversari come Giancarlo Graziosi e Gino Pedrotti sulle Tatuus F. Master, il reatino Graziano Buttoletti sulla Dallara F310, l’aggressivo siciliano Orazio Maccarrone sulla Formula Gloria, poi gli ascolani Andrea e Daniele Vellei sulle Gloria, rispettivamente con motore Suzuki e Kawasaki. Novità dalla classe 1000 del gruppo E2SC con l’arrivo del giovane Ivan Pezzolla al volante della Osella PA 21 Jrb spinta da motore BMW di derivazione motociclistica. Anche in gruppo CN conferme ed attese new entry, dopo la buona prova del pilota di casa Francesco Michea Carini, che con l’Osella PA 21 EVO è salito sul podio del Reventino ed il cosentino Rosario Iaquinta che andrà decisamente a caccia di un riscatto dopo i problemi avuti in casa, il giovane salernitano Cosimo Rea cercherà le attese conferme dalla sua Ligier JS49, mentre arrivano tra le biposto con motore derivato dalla serie Antonino Migliuolo al volante della CS 03, il campano di Trento portacolori Scuderia Mendola campione gruppo N 2015, oltre al giovanissimo figlio d’arte umbro Giovanni Rampini di nuovo al volante della Osella PA 21 EVO, dopo l’esordio del 2016 in casa a Gubbio.
Sarà la seconda apparizione per la bella BMW Z4 GT che il romano Marco Iacoangeli sta adattando completamente alle salite ed il driver e preparatore ha ben iniziato con il successo di gruppo E2SH ottenuto al Reventino. Ma a Sarnano due importanti novità: il ritorno in CIVM del bolognese di CST Sport e campione in carica Manuel Dondi, che rilancia la sfida con la rinnovata Fiat X1/9; grande attesa per l’esordio della Alfa Romeo 4C, ribattezzata AR MG Furore che il teramano e pluricampione Marco Gramenzi ha completamente rivisitato nella meccanica, nel telaio e nell’aerodinamica e che è impaziente di testare in gara con i cavalli del propulsore Zytek. Il lucano Carmine Tancredi ha dato prova di competitiva costanza con la sua BMW Cosworth, mentre farà il suo esordio stagionale in casa anche Abramo Antonicelli sulla BMW M3.
Si rinforza il gruppo GT con il foggiano Lucio Peruggini che ha fatto il pieno di punti alla prima di CIVM con la Ferrari 458 in configurazione GT3, ma ora arriva il vicentino Bruno Jarach sulla Lamborghini Huracan della nuova classe Super GT, il padovano detentore della GT Cup Luca Gaetani sulla Ferrari 458, come l’altro padovano di Superchallenge tre volte Campione Italiano Roberto Ragazzi e sulla ruggente F40 del Cavallino Tommaso Colella. Sul fronte Porsche pronto alla sfida il toscano Guido Sgheri con la 911.
In gruppo E1 il pesarese Marco Sbrollini arriva col pieno di punti a Sarnano con piena volontà di allungare al volante della potente Lancia Delta EVO curata da Fluido Corse, ma anche qui in classe regina da oltre 3000 cc, arrivano avversari come l’ascolano Amedeo pancotti che ben conosce la sua BMW M5 ed il reatino Giuliano Tavani che esordisce invece sulla BMW 550I proveniente dalla pista. In classe 1600 turbo il fasanese della Apulia Corse Vitantonio Micoli si è portato al comando con la scattante e sempre energica Renault 5 GT Turbo, ma il corregionale Angelo Cardone ed il locale Alberto Scagnetti su auto gemelle potrebbero essere degli ostacoli concreti. Se in classe 2000 torna l’esperto pesarese del Team Racing Gubbio Ferdinando Cimarelli con la temibile Alfa 156, in classe 1600 arriva il cosentino della Cubeda Corse Giuseppe Aragona, il pilota di Villapiana che ha dominato la categoria nel 2016 con la Peugeot 106, ma in classe ci sono anche l’abruzzese detentore della Coppa 1400 del 2016 Andrea Celli, Valerio Lappani e Silvano Stipani, tutti con le 106 del Leone.
Per il gruppo A il catanese della Scuderia Etna Salvatore D’Amico ambirà alla vetta tricolore con la Renault New Clio dopo gli ottimi punti guadagnati in Calabria dal campione 2015, contro il triestino di lungo corso Paolo Parlato, che punta sulla Honda Civic Type-R per la rimonta. Esordio in categoria per il giovane bresciano Luca Zuurbier su Honda Civic Type-R, pilota che si è messo decisamente in evidenza in RS Plus nel 2016. In classe oltre 3000 Leonardo Spaccino userà tutti i cavalli della Subaru Impreza WRX per fronteggiare la concorrenza.
In gruppo N pronto a difendere la leadership c’è il lucano Rocco Errichetti sulla Peugeot 106 con cui ha conquistato la coppa di classe 1600 nel 2016, sarà ancora sfida con il tenace siciliano Antonio Fichera su Citroen Saxo, con il calabrese Antonio DeLuca su Peugeot e con il rientrante abruzzese Roberto Spacco. Tra le massime cilindrate fa il suo esordio stagionale il sempre verde veneto Lino Vardanega con a Mitsubishi EVO X, con cui dovrà fronteggiare le Subaru di Giovanni Passarelli e Cristiano Rossi.
Nel gruppo RS Plus il giovane fasanese Francesco Savoia ha preso subito il comando sulla MINI Jhon Cooper Works curata dall’AC Racing, ma su un’auto gemella promette bene anche il corregionale e under Andrea Palazzo e si aggiunge anche Vito Tagliente. Tre le lady che aprono il loro CIVM a Sarnano, tutte con le MINI: la brava milanese Rachele Somaschini, instancabile giovane testimonial per la fondazione per la ricerca contro la fibrosi cistica che nel 2016 vinse la coppa di categoria; la sempre tenace umbra Deborah Broccolini e la trentina Barbara Giongo. In classe 1600 delle auto “aspirate” gradito ed atteso rientro per l’ascolana Caterina Gabrielli sulla Citroen Saxo VTS nei colori della Pave Motorsport. Altra presenza in rosa, ma tra le 1.6 turbo della RS, la sempre più convincente Maria Giulia De Ciantis di nuovo al volante della MINI dopo il crescendo d’apprendistato registrato al Reventino.
In gruppo RS, tra le 40 presenze di categoria, si riparte già con una situazione di parità tra due campioni: il pugliese Giacomo Liuzzi, in carica in RS-RSTB ed il laziale Antonio Scappa, in carica in RS, entrambi sulle MINI Jhon Cooper Works, rispettivamente di AC Racing e DP Racing ed entrambi con una vittoria a testa al Reventino. Sarà anche preziosa occasione per il pugliese Angelo Loconte per capitalizzare l’esperienza sulla Honda Civic Type-R e puntare alla vetta della classifica dopo il buon secondo posto tra le RS “aspirate” al Reventino.

Classifiche CIVM dopo una prova: Assoluta: 1 Scola p 13,50; 2 Ligato e Merli 11,50; 4 Magliona 11; 5 Lombardi 10. Gruppo E2SS: 1 Merli e Scola 17,50; 3 Leogrande 12; 4 Degasperi 10. Gruppo E2SC: 1 Magliona 20; 2 Rubino 13,50; 3 Paola Almirante 12,50. Gruppo CN: 1 Ligato 17,50; 2 Carini 11; 3 Lombardi 10. Gruppo E2SH: 1 Iacoangeli 20; 2 Tancredi 15; 3 Dellaquila 6. Gruppo GT: 1 Peruggini 20; Ragazzi 13,50; 3 Cannavò 7,50. Gruppo E1: 1 Sbrollini 20; 2 Chirico e Micoli 13,50; 4 Alessi 8. Gruppo A: 1 D’Amico e Guzzetta 17,50; 3 Parlato 10. Gruppo N: 1 Errichetti 16; 2 Fichera 11; 3 D’Acri 10. Gruppo RS Plus: 1 Cicalese e Savoia 16; 3 Romano 12,50. Gruppo RS “Turbo”: 1 Liuzzi e Scappa 17,50; 3 Cimabli 12. Gruppo RS “aspirate”: 1 Lisi 15; 2 Loconte 12,50; 3 Spadafora 10. Gruppo “Le Bicilindriche”: 1 Mercuri 16; 2 Ferragina 15; 3 Portale 13,50.

Calendario CIVM 2017: 30 aprile 19^ Cronoscalata del Reventino (CZ); 10 maggio 27° Trofeo Lodovico Scarfiotti (MC); 28 maggio 48^ Verzegnis-Sella Chianzutan (UD); 11 giugno 7^ Salita Morano-Campotenese (CS); 25 giugno 56^ Coppa Paolino Teodori (AP); 2 luglio 57^ Trento-Bondone; 16 luglio 60^ Coppa Selva di Fasano (BR); 30 luglio 47° Trofeo Valcamonica (BS); 20 agosto 52° Trofeo Luigi Fagioli (PG); 17 settembre 59^ Monte Erice (TP); 24 settembre 63^ Coppa Nissena (CL); 8 ottobre 35^ Pedavena-Croce D’Aune (BL).
Approfondimenti, notizie, foto e video su www.acisportitalia.it

Visite: 158

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI