Atletica Leggera Il lunghista Filippo Randazzo (Fiamme Gialle e Pro Sport Valguarnera) “A gli Europei Indoor di Belgrado per fare bene”

Ci sono tutte le condizioni per fare bene anche se ogni gara ha una storia a se. E’ così Filippo Randazzo sanconitano di nascita ma valguarnerese d’adozione, cresciuto nella Pro Sport Valguarnera ed oggi in forza alle Fiamme Gialle, commenta la sua partecipazione ai Campionati Europei Indoor della prossima settimana a Belgrado e dove si presenta un “biglietto da visita” di 8,05 metri, quinta prestazione mondiale e terza europea stagionale, conquistata con un argento la scorsa settimana ai campionati italiani al coperto di Ancona. Filippo in questi giorni si sta allenando di mattina visto che nella capitale serba le eliminatorie per l’eventuale finale a 8 si terranno proprio nelle ore mattutine. “Sono tornato appena adesso da Valguarnera dagli allenamenti – ci dice oggi (venerdì 24 febbraio ndr) – mi allenerò così sino a domenica. Dopodichè spero di potermi allenare anche il lunedì perché poi martedì partirò per Belgrado dove venerdì affronterò le eliminatorie”. Una grande prestazione la scorsa settimana ad Ancona dove hai superato la “barriera” degli 8 metri. Ma paradossalmente una soddisfazione che non sei ancora riuscito a gustarti appieno visto che non hai potuto staccare per neanche un giorno in vista di Belgrado. “Proprio così – continua – ma va bene lo stesso. L’appuntamento degli Europei è troppo importante e non c’è tempo in questo momento per rilassarti. Magari mi fermerò qualche giorno al ritorno da questa importante manifestazione”. Come arrivi a questo appuntamento sia da un punto di vista tecnico che psicologico? “Diciamo che sto bene sotto tutti i punti di vista. Sia fisicamente che sul profilo del morale sento che posso fare bene”. La misura di Ancona è la quinta e terza migliore rispettivamente mondiale ed europea. Quindi ci sono le condizioni di poter “sognare” una medaglia? “Tutto è legato alle qualificazioni ed alla misura minima per entrare nella finale a 8. Probabilmente la soglia di ingresso sarà abbastanza alta sui 7,90. Quindi lo scoglio più grosso sarà quello dell’eventuale qualificazione. Ad ogni modo il mio primo obbiettivo è quello di cercare di fare bene”. Per te questa è la prima convocazione in nazionale A. “Si – continua – ho fatto parte delle varie nazionali giovanili. Ma con la nazionale maggiore è la prima volta e non nascondo che c’è non poca emozione”. Nel 2017 potresti essere impegnato in diverse importanti competizioni. Di sicuro ai Campionati Europei Under 23 in Polonia non escludendo però una eventuale convocazione per i Mondiali all’aperto di Londra. “Alla prima sicuramente le aspirazioni per una medagli sono alte – afferma – anche perché gareggerò con i miei pari età. Per i mondiali tutto dipende da cosa riuscirò a fare in questi mesi perché la misura minima per la partecipazione è di 8,15 metri. Certo per me sarebbe eventualmente un sogno che si avvererebbe”. A soli 21 anni sei entrato nella Elite degli “ottometristi”. Un risultato che tanti tuoi colleghi sia italiani che stranieri hanno raggiunto con molti più anni di te. Quindi è lecito per te strizzare l’occhio alle Olimpiadi del 2020 a Tokio. “Non si può non pensare a questo traguardo – aggiunge – e paradossalmente come obbiettivo sembrerebbe da raggiungere ancora più facilmente dei Mondiali visto che la misura di partecipazione è 8,10. Ma ci sono ancora tre anni e può succedere di tutto. Il mio allenatore Carmelo Giarrizzo (di Valguarnera e tecnico della Pro Sport Valguarnera) mi ha insegnato a pensare e programmare sempre tenendo i piedi per terra e mai affrettando i tempi. Anche la misura degli 8 metri è stata centrata grazie ad un lavoro preparatorio di avvicinamento che ha avuto necessario il suo giusto tempo. Quindi è inutile fare dei programmi a lunga scadenza che ti fanno perdere di vista quello che invece hai nell’immediato. E per me prima di tutto è quello di cercare di fare il meglio possibile a Belgrado. Poi penseremo subito agli Europei Under 23”.

Visite: 612

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI