ASSOCIAZIONE REGIONALE AMICI DELLE MINIERE E DEI MINATORI DELLA SICILIA: da Villarosa il via alla fase costitutiva

ASSOCIAZIONE REGIONALE
AMICI DELLE MINIERE E DEI MINATORI DELLA SICILIA
(costituenda)
Il giorno 23 dicembre 2017, nella mattinata, nell’Aula Consiliare del Comune di Villarosa (Enna), si è svolta una conferenza pubblica indetta dalla costituenda Associazione Regionale Amici delle Miniere e dei Minatori della Sicilia sul tema “Una legge regionale per i parchi minerari comunali in Sicilia”.
L’evento si è svolto con il patrocinio del Comune di Villarosa con la partecipazione di cittadini e di tecnici minerari provenienti da vari Comuni della Sicilia mineraria (Agrigento, Caltanissetta, Enna, Favara, Casteltermini, Sommatino,Villarosa) nei cui territori sono ubicate importanti miniere dismesse che meritano di essere valorizzate e rese fruibili quali “luoghi di cultura” ed aperte ad un turismo minerario tanto diffuso nell’Europa delle Comunità Minerarie.
Dopo il saluto del Sindaco di Villarosa dott. Giuseppe Fasciana, l’intervento e la testimonianza del Sac. Salvatore Stagno, Parroco Emerito della Chiesa Madre di Villarosa, l’intervento dell’ing. Antonio D’Aquila, componente del Consiglio Tecnico Scientifico della Miniera Museo di Cozzo Disi (Casteltermini), istituita con la Legge Regionale 17/91 ma mai aperta al pubblico, sentito il documento letto dal Geom. Salvatore Giuseppe Trapani (promotore dell’Associazione scrivente e già Presidente dell’Ente Parco Minerario Floristella Grottacalda, anche questo istituito con la L.R. 17/91) e dopo gli interventi del Perito Minerario Gerlando Bennardo, Presidente dell’A.R.P.I.M. (Associazione Regionale Periti Industriali Minerari), di Angelo Barbera rappresentante sindacale FIOM – CGIL, Gabriele Zaffora già Sindaco di Villarosa e dei Consiglieri Comunali di Villarosa Giulia Giadone, Stefania Cantella, Tanina Gervasi (Assessore alle politiche sociali e incaricata dei rapporti tra Comune e Università) , del perito minerario Salvatore Tricomi e dopo l’intervento conclusivo dell’Assessore del Comune di Villarosa Dr. Lucio Notarrigo, viene approvato il seguente ordine del giorno.
I convenuti, preso atto che nella scorsa XVI° Legislatura sono stati presentati i DDL n. 1029/2015 (Deputati Regionali M5S) e n.1068 (Deputati Regionali Sicilia Futura)riguardanti “Disposizioni per l’utilizzo e la valorizzazione del patrimonio minerario dismesso in Sicilia”;
preso atto che per la sopravvenuta chiusura della XVI° Legislatura i suddetti DDL non sono stati né esaminati né votati;.
richiamato il testo dell’art.136 del Regolamento dell’ARS che recita: “All’inizio di ogni legislatura il Presidente dell’Assemblea trasmette a ciascuna Commissione, secondo le rispettive competenze, i disegni di legge approvati nella precedente Legislatura e non esaminati o non votati dall’Assemblea per la sopravvenuta chiusura della legislatura stessa”
all’unanimità approvano
la proposta di chiedere al nuovo Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana on. Gianfranco Miccichè e al Presidente della Regione Sicilia on. Nello Musumeci di trasmettere a ciascuna
competente Commissione dell’ARS i disegni di legge n. 1029/2015(Gruppo Parlamentare M5S) e n. 1068/2015(Deputati Sicilia Futura), identici nei contenuti, riguardanti “Disposizioni per l’utilizzo e la valorizzazione del patrimonio minerario dismesso in Sicilia”, al fine di pervenire, dopo l’esperienza fallimentare della L.R. 17/91, ad una nuova legge che affida ai Comuni la salvaguardia della memoria storica di ciò che resta del patrimonio minerario dismesso della Sicilia, tra i più grandi d’Europa, e di valorizzare lo stesso a fini turistici e culturali, come avviene in tanti stati Europei (Austria, Spagna, Regno Unito, Polonia, Germania, Belgio, Slovenia, Norvegia).
Auspicano che i Sindaci dei Comuni della Sicilia Mineraria si facciano promotori della creazione di “parchi minerari comunali” inglobanti i reperti più rilevanti e significativi del loro territorio e della loro “messa in rete” in modo tale da costituire un armonico parco geominerario regionale della Sicilia al fine di trarre, dalle aree minerarie abbandonate in preda ai vandali, nuovo sviluppo, nuovi stimoli culturali nuova economia e nuovi sbocchi occupazionali.
Fanno voti affinché il Distretto Minerario di Caltanissetta collabori con la sua esperienza e i suoi strumenti operativi umani, materiali e tecnico-scientifici, e renda agevole il raggiungimento delle finalità dell’Associazione Regionale Amici delle Miniere e dei Minatori della Sicilia.
L’Associazione, al fine di continuare l’attività promozionale dell’iniziativa, si dà appuntamento nel prossimo mese di gennaio in un locale di Caltanissetta ancora da individuare.
Il presente documento viene trasmesso a:
•Presidente della Regione Sicilia On. Nello Musumeci;
•Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana On. Gianfranco Miccichè;
•Assessore Regionale dei beni culturali e dell’identità siciliana On. Vittorio Sgarbi
•al Proponente (primo firmatario) DDL n.1029/2015 On. Giancarlo Cancilleri
•Al Proponente (primo firmatario) DDL n.1068/2015 On. Gianluca Miccichè
•Deputati Regionali delle provincie di Agrigento, Caltanissetta ed Enna;
•Ai Sindaci dei Comuni di : Acquaviva – Butera – Campofranco – Delia – Marianopoli –
•Milena – Montedoro – Mussomeli – Mazzarino – Riesi – San Cataldo – Serradifalco –
•Sommatino – Sutera – Villalba – Agrigento – Aragona – Casteltermini – Cattolica
•Eraclea – Cianciana – Favara – Grotte – Montallegro – Porto Empedocle – Racalmuto
•Ravanusa – Realmonte – Siculiana – Enna – Caltanissetta – Pietraperzia – Valguarnera
•Villarosa – Aidone – Assoro.
•All’Ing. Capo del Distretto Minerario di Caltanissetta
(trasmesso da salvatoretrapani@katamail.com)
Associazione Regionale Amici delle Miniere e dei Minatori della Sicilia

Visite: 153

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI