Associazione Agorà su trivellazioni nell’isola

Non possiamo accettare le ultime decisioni assunte dal Ministero dello Sviluppo economico che autorizzano una nuova concessione petrolifera attorno l’isola di Pantelleria”.
Dichiarano
i giovani dell’associazione culturale giovanile Agorà.(www.agorapnl.it)

“Nessun
uomo rispettoso dell’ambiente e della volontà dei propri cittadini dovrebbe
volere uno scempio di tal genere. Così facendo, metterete a rischio per sempre i
nostri tesori ambientali, l’economia dei pochi pescatori rimasti sull’isola, il
nostro turismo e la nostra agricoltura che ci ha permesso lo scorso anno di
ottenere il prestigioso riconoscimento Unesco”.

“Cara
Ministro Guidi- continuano i giovani isolani-
Quale
futuro immagina per i suoi figli, per i tanti giovani della nostra generazione.
Quale Mediterraneo vorrà lasciarci!?
Noi
immaginiamo un Mediterraneo come crocevia di incontro e di dialogo tra popoli;
un mare che profumi di vita e di bellezza e non di morte.

Vorremo
tornare a puntare sulla bellezza dei nostri territori, su quel patrimonio
materiale e immateriale che, con gran fatica, ci hanno lasciato i nostri padri.
Quelle stesse bellezze che oggiAggiungi un
appuntamento per oggi
rischia di distruggere.
Vorremo
tornare a puntare sulla bellezza delle nostre isole, del mare, come leva per
combattere il declino economico e rilanciare questo nostro grande territorio.
Ministro, fermi questo scempio”.

I
giovani di Agorà in occasione della protesta, hanno creato anche un video dal
titolo “Un Mediterraneo senza trivelle” divenuto virale sul web.

https://m.youtube.com/watch?v=WwveUePXuIM&feature=youtu.be

Visite: 354

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI