ASP Enna. PET THERAPY a cura del Centro Salute Mentale di Nicosia

ASP Enna. PET THERAPY a cura del Centro Salute Mentale di Nicosia

Il progetto è stato ideato dal Centro Salute Mentale di Nicosia e prenderà l’avvio a fine mese

Nell’ambito del PSN 2014 , il Dipartimento Salute Mentale – CSM di Nicosia ha avuto approvato il progetto presentato per la Pet Therapy. Gli Interventi Assistiti con gli Animali (in sigla IAA), genericamente indicati con il termine di “Pet Therapy”, comprendono una vasta gamma di progetti finalizzati a migliorare la salute e il benessere delle persone con l’ausilio di “pet”, ovvero di animali da compagnia.
Assunto base della “Pet Therapy” è che la convivenza con gli animali, quando impostata sul principio di relazione, rappresenta già di per sé fonte di beneficio per la società. Inoltre, gli animali domestici possono svolgere anche un importante ruolo di mediatori nei processi terapeutico-riabilitativi ed educativi: il loro impiego, in ambito terapeutico, non solo ha avuto una notevole diffusione ma, uscito dall’empirismo iniziale, sta seguendo sempre più un approccio scientifico.
Nonostante in Italia sia ancora esiguo il numero di pubblicazioni scientifiche attestanti l’efficacia terapeutica degli interventi con gli animali, i risultati di taluni progetti di ricerca, condotti in collaborazione con il Centro di Referenza nazionale per gli IAA e/o con l’Istituto Superiore di Sanità, e i successi ottenuti negli anni presso noti Centri di eccellenza, quali l’Ospedale Meyer di Firenze e l’Azienda ospedaliera Niguarda di Milano, sono estremamente incoraggianti.
I dati raccolti dimostrano che la relazione con l’animale riaccende l’interesse verso gli altri, attraverso stimoli sensoriali tattili e visivi, creando un’empatia che induce anche pazienti depressi e in isolamento sociale a reagire e a sentirsi utili. I benefici della relazione sono evidenti soprattutto nei pazienti cronici nei quali l’animale, oltre a catturare l’attenzione, stimola l’accettazione di sé, e negli anziani nei quali si registra anche un effetto positivo sul piano fisico, oltre che psichico, in quanto i pazienti vengono stimolati a compiere attività motorie (accudimento dell’animale, passeggiate ecc.).
L’impiego degli animali in vari ambiti terapeutici determina non solo una migliore risposta del paziente, ma spesso concorre alla riduzione dell’uso dei farmaci, con ulteriori vantaggi sia per la qualità della vita che in termini di costi per la collettività.
Il progetto prevede l’inserimento di circa quindici utenti affetti da disagio psichico.
Responsabili del progetto saranno il dott. Giuseppe Cuccì, direttore del Dipartimento Salute Mentale ; la dott.ssa Carmela Murè, responsabile del CSM di Nicosia e il Dott. Angelo Raspanti, psicologo del CSM di Nicosia.
Tutto il personale del CSM di Nicosia, dott.ssa Teresa Gugliuzza, dott. Luigi Bonelli, dott.ssa Bartolina Gulino, Capo Sala Mario Maggio, è stato coinvolto sia nella fase progettuale che nella stesura dei PTI ,per inserire gli utenti.
Il Progetto sarà realizzato presso la fattoria agro-sociale “AnimAlia”, e sarà gestito dalla Cooperativa BenEssere, in Contrada Sperone.

Visite: 177

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI