ASP Enna. La Direzione sui rapporti con le Organizzazioni Sindacali

ASP Enna. La Direzione sui rapporti con le Organizzazioni Sindacali

La Direzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Enna esprime fermamente la volontà di rafforzare il clima collaborativo che ha sempre caratterizzato i rapporti tra le Organizzazioni Sindacali e l’attuale management.
Questa Direzione ha sempre posto particolare attenzione anche alle modalità comunicative sia interne che istituzionali per perseguire il clima adatto a costruire relazioni efficaci e positive sia con i sindacati che con l’opinione pubblica che, nel caso di un’azienda sanitaria, coincide con l’utenza da servire. Quindi, nessun “arroccamento nel proprio fortino”, come scritto in una nota data alla stampa, ma rispetto dei vincoli normativi e delle procedure per l’applicazione degli istituti contrattuali nella convinzione che essa può essere agevolata dalla ricerca di dialogo e di collaborazione. Dialogo e collaborazione al momento resi difficili dal clima conflittuale che si registra tra le stesse Organizzazioni Sindacali e di cui la Direzione non può essere né responsabile né tantomeno compiaciuta in quanto i processi di applicazione degli istituti contrattuali rischiano di esserne compromessi nei tempi e nelle modalità.
Si ribadisce ancora una volta la volontà di superare criticità e impasse sia in merito a essi, sia nelle azioni volte a garantire il miglioramento della qualità dell’assistenza sanitaria erogata alla popolazione. E, a tal proposito, si rende noto che è stata deliberata l’immissione in servizio di 10 infermieri e di 13 Medici di Pronto Soccorso e che sono in corso le procedure di assunzione di altre figure professionali anche attraverso le stabilizzazioni e la mobilità, il tutto in linea con il Piano Triennale delle Assunzioni, trasmesso a suo tempo alle Organizzazioni Sindacali.
Corre l’obbligo puntualizzare che questa Direzione ha sempre accolto le richieste di confronto avanzate dalle Organizzazioni Sindacali: la notizia dell’ultima istanza è stata appresa dalla lettura della nota consegnata alla stampa prima di riceverla in Azienda. Come è consuetudine, anche in questo caso, sarà assicurato il confronto sulle tematiche presentate dalle sigle richiedenti.
In merito alla mancata reazione da parte dei vertici aziendali su “…quanto pubblicato dagli organi di stampa dove si legge di gravi reati denunciati da alcune sigle sindacali”, si evidenzia che nessuna reazione può esserci in quanto altre sono le sedi deputate ad affrontare tali questioni e altre le procedure da seguire, non certo di competenza dell’Azienda Sanitaria.
Agire nella direzione esposta, senza proclami di alcun tipo, attenendosi alle azioni realizzate e a una modalità comunicativa opportuna ed efficace per i fini istituzionali perseguiti dall’Azienda Sanitaria, non può che favorire e sottolineare la ricerca di soluzioni adeguate che possano assicurare la costruzione di un positivo clima aziendale e, nello stesso tempo, dare risposte alla domanda di salute che il territorio esprime.

Visite: 249

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI