Asp Enna; al via la campagna di vaccinazione Antinfluenzale

Prevedi l’imprevedibile”, al via la campagna di vaccinazione antinfluenzale rivolta agli over 64 e alle persone a rischio a causa di patologie. A Enna, l’Asp distribuirà i vaccini la prossima settimana ed a metà di quest’ultima i medici di famiglia potranno vaccinare gratuitamente i loro assistiti. Lo scorso anno, così com’è avvenuto in Sicilia e nel resto della Penisola, anche nell’ennese si è registrato un brusco calo di somministrazioni. «Gli obiettivi attesi per la copertura antinfluenzale rivolta agli over 64 era del 75 per cento il valore reale raggiunto è stato del 56», dice Salvatore Madonia, direttore del dipartimento di Prevenzione Medico. Questo vuol dire che su 37500 persone circa ne sono state vaccinate 20.892. Lo scorso anno alcuni casi di morte sospetta avvenuta dopo la somministrazione dei vaccini destò paura e incertezza e molti scelsero di non farlo. «Le indagini effettuate dal Ministero della Salute ma anche dall’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco – precisa Madonia – ha scongiurato qualunque correlazione con il vaccino che era solo temporale». In Sicilia, si registrava un calo quasi dell’11 per cento raggiungendo il 47 per cento di pazienti over 64 e a rischio, ciò ha comportato centinaia di ricoveri ospedalieri in più. A riguardo particolare attenzione sarà rivolta ai reparti sensibili: Oncologia, Rianimazione e Pronto soccorso. «Le persone hanno sgombrato la mente dalla paura e sono ben disposte – racconta Francesco Oliva, medico di base – i miei assistiti si informano chiedendomi quando farlo e quali sono i benefici. Io con regolarità lo raccomando ai pazienti con patologie a rischio: insufficienze renali o respiratorie, cardiopatici o diabetici, per loro è davvero indispensabile». Da notizie ancora vaghe sembrerebbe che il ministero, per contenere il dilagante fenomeno dell’astensione, avrebbe predisposto un modulo da firmare per qui soggetti a cui la profilassi è raccomandata che si rifiutano di fare il vaccino affermando di conoscere i rischi a cui vanno incontro. Il protocollo sottoscritto dell’Asp di Enna e dai rappresentanti dei medici di medicina generale e dei pediatri di Libera Scelta non prevede a tal proposito nessun modulo. Ma qualche sindacato medici ha già avvertito: «se così fosse incroceremo le braccia». La campagna durerà fino al 20 gennaio.

Visite: 405

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI