Antonio Ferrante (Pd) “Forum Turismo e Cultura inizio di una nuova era”

All’indomani della nascita del Forum regionale cultura e turismo del Pd, Antonio Ferrante racconta le potenzialità e le prospettive di questo importante strumento.

“Il Forum – spiega il resp Cultura e Turismo Pd siciliano – rappresenta l’inizio di un nuovo corso. Una sfida e al contempo un’opportunità per informare i cittadini sull’attività del Pd in seno al Governo e renderli protagonisti consapevoli. Vogliamo coinvolgere i circoli, i territori e gli operatori del settore attraverso una piattaforma online che raccolga tutte le istanze e nello stesso tempo aggiorni in modo specifico su iniziative e progetti di riforma per realizzare un vero processo partecipato. Da settembre, inoltre, partiremo con una serie di incontri tematici in tutta la Sicilia: saranno un vero e proprio trait d’union tra la rappresentanza istutizionale del Pd e i Siciliani”.

Il Forum è stato approvato nel corso dell’ultima assemblea del Pd che ha eletto Giuseppe Bruno presidente.

“Abbiamo scelto un buon ufficio di presidenza – dice Ferrante –che saprà rafforzare l’unità e il dialogo all’interno del partito e creare sinergia tra le sue varie anime. In quest’ottica vanno a Giuseppe Bruno, Marika di Marco e Concetta Raia i miei migliori auguri e tutto il mio sostegno”.

Riguardo alle polemiche che hanno caratterizzato l’elezione, Ferrante non ha dubbi: “L’assemblea del Pd esiste perché eletta, e quindi legittimata, dal popolo delle Primarie. Ridurre al concetto di “cavillo” un percorso congressuale che ha visto l’impegno e la passione di migliaia di persone equivarrebbe a snaturarne l’essenza stessa a favore delle esigenze individuali del momento”.

In merito alla prosecuzione della legislatura Ferrante afferma: “Interrompere l’esperienza di governo per fatti che nulla hanno a che vedere con la politica – spiega – rappresenta un danno enorme per i Siciliani. Siamo consapevoli del moto di pancia imperante di questo periodo votato alla “cacciata”, ma bisogna stare attenti alle conseguenze che da questa potrebbero scaturire. Non portare a compimento quanto di buono fatto dal Pd in seno al Governo, ad esempio in tema programmazione turistica e riqualificazione beni culturali, significherebbe vanificare questa turbolenta legislatura. I cittadini hanno il diritto di essere informati affinché possano tornare a giudicarci sulla proposta politica e non sul gossip”.

Visite: 959

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI