Anpas Sicilia, Allerta Meteo per domani in tutta l’isola

Il Comitato Regionale Anpas Sicilia è stato attivato dal Dipartimento regionale di protezione civile per fronteggiare l’emergenza maltempo sull’area tirrenica della Sicilia, nello specifico sul territorio di Barcellona Pozzo di Gotto, dove a seguito del maltempo è tracimato il fiume Mela che ha provocato allagamenti e trascinato via auto. Intanto il servizio meteorologico del Dipartimento nazionale di protezione civile ha inviato una nuova allerta con codice rosso per il rischio idrogeologico. In molti comuni le scuole resteranno chiuse. 

OGGI, 14 OTTOBRE

Una vasta zona di bassa pressione centrata sulla Francia meridionale sta portando correnti spiccatamente instabili verso l’Italia, determinando tempo perturbato dapprima sulle regioni centro-settentrionali, con fenomeni più intensi sulle aree del nord-est e sul versante tirrenico centrale, in estensione poi alle regioni meridionali.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile, d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli diffusi nella giornata di ieri, che prevedevano maltempo sulle regioni centrali e parte di quelle meridionali. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).

L’avviso prevede dal tardo pomeriggio di oggi, mercoledì 14 ottobre 2015, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Lombardia; attese, inoltre, dalle prime ore di domani, precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, in estensione a Basilicata, Calabria e Puglia. Tali fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Sulla base dei fenomeni previsti ed in virtù degli effetti della perturbazione della settimana scorsa, che ha lasciato un territorio fortemente vulnerabile in Sicilia, è stata valutata per domani criticità rossa per rischio idrogeologico localizzato su gran parte dell’isola, ad eccezione dei versanti sud-orientali, ionico e stretto di Sicilia, dove sarà arancione; valutata criticità arancione anche su Toscana, Campania, Basilicata, Calabria tirrenica centro-settentrionale, sulle zone appenniniche di Abruzzo e Molise, parte del Friuli Venezia Giulia e il nord-ovest della Lombardia. La criticità gialla sarà, invece, sui restanti settori della Lombardia, del Friuli Venezia Giulia, dell’Abruzzo, del Molise e della Calabria, oltre che su Lazio, Umbria, Puglia, sulla provincia di Trento e sulle zone del torinese e del cuneese in Piemonte.

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile (www.protezionecivile.gov.it), insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

Di seguito i codici inviati alle pubbliche assistenze dalla Sala Operativa Regionale di Anpas Sicilia.

ROSSO: Pegaso Messina; Rivivere a Colori Saponara; Apas Paternò
GIALLO: Uges Palermo; Opc le Ali Palermo; Avadea Calatabiano
VERDE: tutte le altre Pubbliche Assistenze

13 OTTOBRE

Continua senza sosta l’assistenza dei volontari di Anpas Sicilia alla popolazione. Da questa mattina e per i prossimi cinque giorni daranno man forte anche cinque volontari della pubblica assistenza Apas Paternò.

12 OTTOBRE

Terzo giorno di lavoro in emergenza per i volontari di Anpas Sicilia. Solo per la giornata di oggi opereranno a Barcellona Pozzo di Gotto anche cinque volontari della pubblica assistenza di Niscemi.

11 OTTOBRE

Dalle 5 di stamani il Dipartimento regionale di protezione civile ha attivato il volontariato per fronteggiare l’emergenza alluvione a Barcellona Pozzo di Gotto. Per Anpas Sicilia operativi 5 volontari della pubblica assistenza di Saponara e 5 di Messina, oltre ai 18 già attivi da ieri della locale pubblica assistenza barcellonese. Il campo base del DRPC, come avvenuto nel 2011, è stato allestito nella palestra comunale di Barcellona Pozzo di Gotto. I volontari sono impegnati per sgomberare strade e abitazioni private dal fango, anche se le operazioni in mattinata sono state rallentate dalla pioggia incessante fino alle 13. Da domani saranno attive sul posto altre cinque unità.

10 OTTOBRE

Domattina giungeranno sul posto cinque volontari della pubblica assistenza di Saponara e cinque di Messina, che daranno man forte ai colleghi della locale pubblica assistenza, già al lavoro da oggi. Secondo quanto riferisce il responsabile operativo di protezione civile di Anpas Sicilia Rosario Ristagno “l’emergenza si dovrebbe limitare in un paio di giorni di lavoro per i colleghi volontari della zona messinese”. La Sala Operativa Regionale di Anpas Sicilia ha comunque disposto codice giallo per tutte le pubbliche assistenze siciliane.

Situazione difficile a causa del maltempo anche a Milazzo, dove il sindaco ha dovuto vietare l’uso dell’acqua che arriva nei rubinetti delle case. A Furci Siculo è straripato il Pagliara portando via vetture e caravan. Il centro di Antilio è rimasto bloccato da una frana. A Savoca, invece, è crollato un tratto della strada provinciale 23. In piena anche il torrente Savoca, tra Furci e S. Teresa di Riva, dove è andato distrutto un pozzo di captazione idrica che serve la frazione Giardino.

Sulla A19 Palermo-Catania è stato chiuso per alcune ore lo svincolo di Caltanissetta e il traffico è stato dirottato nel centro abitato di Enna. Un tromba d’aria ha sradicato alberi, cartelli e cassonetti tra Gela, Butera e Niscemi. Danni a causa del vento anche nel Ragusano, in particolare a Punta Secca, frazione di Santa Croce Camerina.

L’ondata di maltempo dovrebbe persistere nelle prossime ore, il bollettino meteo a cura del servizio meteorologico del Dipartimento di Protezione Civile indica codice giallo.

Questo Ufficio Stampa resterà aperto per tutta la durata dell’emergenza e curerà aggiornamenti in tempo reale. Si resta a disposizione dei colleghi al numero 366.7868140 e all’indirizzo di posta elettronica redazione@anpas-sicilia.it

Giovanni Albanese

Anpas Sicilia

Visite: 412

Condividi questo Articolo

GUARINO-ASSICURAZIONI